chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Egitto: i citizen video superano la censura di Internet

Benché il blocco di internet e delle reti telefoniche imposto durante le manifestazioni dei giorni scorsi abbiano reso più difficile per gli egiziani far conoscere al resto del mondo cosa sta succedendo nelle strade del loro Paese, diversi video amatoriali sono riusciti a varcare i confini e la censura.

Agenti durante le manifestazioniEntrambi i video che seguono mostrano le forze antisommossa in ritirata di fronte all'evidente preponderanza numerica dei manifestanti. A questo bisogna aggiungere il singolare comportamento dell'esercito [en], che ha eseguito gli ordini del Governo, schierandosi nelle strade, ma che non ha imposto con rigore il coprifuoco dichiarato dalle autorità, suscitando il plauso dei manifestanti; dettagli, questi, che lasciano supporre che in questa protesta le forze armate non siano ostili alla popolazione.

Nel primo filmato, ripreso dall'alto, si assiste allo scontro tra manifestanti e polizia antisommossa sul ponte di Kasr Al Nil al Cairo, durante il quale le forze di sicurezza sparano candelotti di gas lacrimogeni contro la folla durante l'arretramento.

Nel video successivo, la scena è simile ma è girata a livello della strada, con la prospettiva dei manifestanti e si assiste al momento in cui dimostranti e agenti antisommossa si scontrano nel centro del Cairo, costringendo le forze dell'ordine a battere in ritirata.

Seguite gli aggiornamenti nello speciale di Global Voices Online, sia in inglese che in italiano

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.