chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Egitto: forti condanne per la bomba esplosa nella chiesa Copta di Alessandria

Solo pochi minuti dopo che gli orologi in Egitto aveva segnato l'inizio del 2011, una bomba è esplosa davanti ad una chiesa Copta ad Alessandria, dove più di 1.000 credenti si erano radunati per celebrare il nuovo anno. 21 morti e 79 feriti il bilancio di quello che è il più grave attacco ad una chiesa da più di un decennio in Egitto.

Solo due giorni prima della fine del 2010, Ragi Shokri parlava sul suo blog, Ain Fe AlGanna, delle paure e delle speranze per il nuovo anno [ar]:

فى استقبال العام الجديد لا املك الا ان اضع يدى على قلبى وان احبس انفاسى فى انتظار رحمة ربى بهذه الامة وهذا الشعب
Mentre sta per iniziare il nuovo anno, non mi resta che trattenere il fiato e chiedere a Dio di mostrare la Sua Grazia alla nazione egiziana e al suo popolo.

Ma il destino è stato poco generoso, al punto da offrire agli egiziani solo pochi minuti di gioia prima che venissero informati della notizia dell'esplosione ad Alessandria che ha messo fine a tutti i festeggiamenti. Zenobia informa dell'accaduto nel suo blog [en, come tutti gli altri link tranne ove diversamente indicato]:

Non vorrei iniziare il nuovo anno con brutte notizie come questa, ma circa un'ora fa c'è stata un'esplosione nella zona di Miami, e secondo le prime notizie è avvenuta davanti alla Chiesa dei Due Santi in via Khalil Hamda.

Sara El Sayeh, come quasi tutti i blogger egiziani, ha esprime rabbia per l'accaduto:

Alcuni ignoranti ritardati hanno deciso di uccidere degli innocenti. Far saltare una macchina vicino all'entrata di una chiesa mentre la gente era dentro a pregare… E non importa cosa stesse pensando quella persona o chi gli ha ordinato di farlo o qualsiasi altra cosa; è fuor di dubbio che andrà dritto all'inferno.

E aggiunge:

Non dirò niente del fanatismo scatenato dall'evento perchè, in generale, il Paese e le persone sono diventate più passive, più aggressive e più ritardate che mai….e anche di vedute ristrette. Le cose già andavano male, in fatto di bombardamenti e attacchi per questioni religiose, negli anni '80 e inizio anni '90…non avremmo dovuto fare dei passi avanti?

Zenobia si lamenta della negligenza del Ministero degli Interni nel tenere sotto controllo la chiesa, specialmente sapendo che alcuni gruppi Salafi avrebbero tentato di attaccare le chiese egiziane, avendo pubblicando sul loro forum una lista delle chiese prese di mira, inclusa quella dei Due Santi.

Il primo ad essere incolpato dell'esplosione ad Alessandria è il Ministero degli Interni egiziano e ancor di più le forze dell'ordine. E’ assurdo che non ci fosse adeguata protezione in questa chiesa, quando erano state lanciate minacce contro le chiese a Natale, due settimane prima dell'accaduto. Dimentichiamoci delle minacce di due mesi fa…ma quelle recenti!!? Perchè il Ministro degli Interni ha pensato che questo gruppo stesse scherzando!!?

E’ curioso che mentre la Chiesa dei Due Santi, che aveva solo un ristretto numero di forze dell'ordine, “un ufficiale di polizia e due guardie siano state ferite nell'attacco”, il Ministero degli Interni abbia impiegato 10.000 poliziotti per proteggere i pellegrini in Israele in visita al tempio di Yaakov Abuhatzeria a Damanhur. Potrebbe essere questa la ragione della mancanza di agenti nella chiesa…dopotutto Damanhur è vicina ad Alessandria e i rinforzi non sarebbero arrivati in tempo dal Cairo, ma piuttosto dal più vicino e grande Governatorato di Beheira, ovvero Alessandria!!

Zeinobia accusa poi il Governo di non aver proclamato il lutto nazionale:

Molti Egiziani, tra cui reporter e presentatori televisivi, si sono chiesti perchè il Governo non abbia proclamato il lutto nazionale e l'unica risposta che abbiamo ricevuto è che il lutto nazionale ufficioso è più importante!!

Adesso la domanda da un milione di dollari è “Chi c'è dietro questo attentato?”. Il capo dello Stato incolpa “mani straniere” che avrebbero cercato di insidiare la sicurezza egiziana, la sua stabilità ed unità. Zeinobia elenca le ragioni per cui alcuni blogger accusino Al-Qaeda, Israele o addirittura il regime stesso. Invece il blogger di “The Egypt Silent Majorityha un'altra opinione [ar]:

أكتب هذا الموضوع و لم يتم الكشف بعد عن ملابسات هذه الجريمة البشعة التي تم ارتكابها في حق ابناء مصر المسيحيين و لم يتم بعد كشف النقاب عن عناصر خارجية او داخلية وراء الحادث…الا ان في رأيي المتواضع فسواء كان هناك عناصر خارجية متورطة في هذا التفجير او عناصر داخلية…تنظيم القاعدة او اسرائيل….كل هذا لن يغير من واقع الأمر شيئا….كل هذا لا يجب ان ينسينا او يجعلنا نتغافل عن حقيقة مهمة الا وهي ان (في حاجة غلط)
Scrivo dell'accaduto prima che si sappiano i nomi dei colpevoli di questo orrendo crimine contro i cristiani egiziani. Non si sa ancora se ci siano colpevoli interne o straniere dietro l'accaduto. Se siano persone straniere o interne ad essere state coinvolte in questa tragedia e se anche fosse Al-Qaeda o Israele, non cambierebbe il fatto che c'è qualcosa di sbagliato qui da noi.

Continua poi elencando i motivi e le dimostrazioni che proverebbero l'esistenza di qualcosa di sbagliato nella società egiziana. Eccone alcuni:

*عندما تندلع المعارك و الإشتباكات في كل مرة يريد فيها المسيحيون بناء كنيسة يتعبدوا و يصلوا فيها….يبقى اكيد في حاجة غلط..!!
*عندما يعيش المسلمون و المسيحيون في هذا البلد و كل طائفة تتصور انها اصحاب البلد و الأخرون مجرد (ضيوف) او (غزاة)….يبقى دة غلط في غلط..!!
*عندما تخرج قبل كل عيد من اعياد الأقباط فتاوى عجيبة تحرم تهنئة (الكفار) بعيدهم…يبقى اكيد في حاجة غلط…!!
*عندما تغض الكنيسة الطرف عن محاضرات بعض القساوسة المتطرفين الذين يبثوا سمومهم عن الإسلام و رسوله في الفضائيات المسيحية متجاهلة بذلك مشاعر ملايين المسلمين الغاضبين…يبقى اكيد في حاجة غلط…!!!
* Quando ci sono scontri ogni volta che i Cristiani decidono di costruire una nuova chiesa per recarsi a pregare…allora sicuramente c'è qualcosa di sbagliato.
* Quando sia i Musulmani che i Cristiani credono che ci sia solo il loro Paese e gli altri non siano nulla se non ospiti o invasori… allora sicuramente c'è qualcosa di sbagliato.
* Quando in ogni festa cristiana i teologi pronunciano strani fatwa [it], definendoli infedeli e proibendo ai Musulmani di celebrarle e festeggiarle…. allora sicuramente c'è qualcosa di sbagliato.
* Quando la Chiesa lascia impuniti quei sacerdoti che attaccano l'Islam e il Profeta Maometto di continuo sui canali satellitari…allora sicuramente c'è qualcosa di sbagliato.

Infine, Maggie Ossamia, pensando alle reazioni diffuse su Facebook e offline e a certi avvenimenti diretti ai musulmani di aspettare le masse di cristiani copti il 7 Gennaio [ar], ritiene che questa tragedia non riuscirà mai a distruggere l'unità del popolo egiziano [ar], al di là della propria religione o etnia:

عايزة اقولها للفاعل المجهول انا مش عايزة اعرف انت مين لكن كل اللي عايزاه اني اقولك لو انت عملت كدا عشان تسبب فتنة طائفية فالمصريين ثبتولك العكس والمظاهرات اللي حصلت في طلعت حرب والعباسية وماسبيرو تشهد على كدا، مسيحيين ومسلمين خرجوا من بيوتهم وراحوا يتظاهروا ايد واحدة والناس اللي راحت اتبرعت بالدم للمصابين كانوا مسيحيين ومسلمين عشان احنا كلنا في الآخر مصريين دم واحد

Voglio dire ai terroristi, e non mi interessa sapere chi sono, che anche se la vostra intenzione era quella di causare scontri tra i gruppi, gli Egiziani vi hanno dimostrato con le manifestazioni in centro città che vi sbagliavate. Cristiani e Musulmani sono scesi per le strade, mano nella mano e hanno dato il loro sangue per le vittime, noncuranti della loro religione, che fosse cristiana o musulmana. Alla fine, siamo tutti Egiziani e nelle nostre vene scorre lo stesso sangue.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.