chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Francia: ancora preoccupata e ansiosa la comunità giapponese

In Francia, come ovunque nel mondo, le terrificanti immagini [en] dello tsunami in Giappone hanno colpito i tanti concittadini emigrati. Molti di loro, durante il giorno del disastro, hanno cercato di contattare i propri cari attraverso Internet e da allora cercano di confortare i loro compatrioti.

Fin dalle prime ore, le immagini dal Giappone sono state ripetutamente mandate in onda dal maggior canale d'informazioni francese [fr], permettendo agli emigrati giapponesi di seguire in diretta [fr] l'andamento della situazione.

Tono Mariko, fotografa e blogger che vive a Parigi, racconta [ja] come ha appreso la notizia:

フランス人の友人からのメールで起きました。

朝から地震のニュースを見ています。

Sono stata svegliata dalla mail di un amico francese.

Da quella mattina, guardo tutti i notiziari.

Mariko ha cercato subito di contattare la famiglia via Internet:

なかなか電話が通じませんでしたが、家族とは無事に連絡が取れました。

海外にいながら限られた情報しかないので何も出来ないけれど、今日はネットやTwitterなどのありがたさを実感。

I telefoni non funzionavano granché, ma alla fine sono riuscita a parlare con i miei.

E’ difficile ottenere informazioni quando sono all'estero. Ma adesso capisco perché è importante usare Twitter e Internet.

Lontani dal loro Paese d'origine, i membri della comunità giapponese si sentono impotenti di fronte agli attuali eventi.

Sul suo blog, una giapponese sposata con un francese esprime solidarietà caricando online foto di fiori per attenuare la violenza delle immagini in TV, in un post [ja] la cui assenza del titolo rispecchia lo shock dell'autrice:

どんな言葉や行為が心を救えるかもわかりません。

ただただ一方的にお心を強く持たれるよう祈ることしかできません。

Non so quali parole o gesti possono aiutare a confortarli.
Non posso che pregare per aiutarli a sentirsi più forti.

Mentre il pericolo è tuttora incombente [en] in Giappone, e con questo le preoccupazioni, alcuni emigrati fanno un passo indietro e si interrogano sul futuro del loro Paese d'origine.

Sul blog [ja] Konkatsu in the world si fanno previsioni sulle possibili conseguenze positive nel futuro della società giapponese:

「あ、死ぬかも」と、思った人がすごく多かったと思います。そういうことを人間が感じる時間が来たとき、やっと立ち止まることができて、「そもそも、自分は何したいんだっけ?」「何のために生きてるんだっけ?」と考えると思うんです。そして、普段以上に「一人じゃ不安。誰かと一緒にいたい」とも。

今回の地震で、よっぽど直接的な打撃を受けてない人たち、つまり東京にいる人たちは 普段以上に、他人と一緒にいることを強く大事だと思ったんじゃないでしょうか?

その上、停電に備えての節電。「停電」、「節電」というキーワードがニュースになり始めたとき、これはベビーブームが来るかもしれないという 淡い思いつきが。。。

“Oh, sto per morire”, devono essersi dette molte persone. Quando accadono cose simili, la gente può finalmente fermarsi a pensare. “In realtà, cosa stavo aspettando nella vita? Cosa ho fatto fino ad ora?” Penso che siano il genere di domande che possono porsi, alcune ancora più del solito: “Rimanere solo mi rende ansioso, voglio stare con qualcuno”.
Per quanti non hanno subito gravi danni, penso agli abitanti di Tokyo, forse è più importante del solito avere qualcuno accanto?
Inoltre, i giapponesi stanno risparmiando l'energia in questo momento in previsione dell’interruzione della corrente elettrica [fr]. Quando ho visto la parola chiave “interruzione della corrente elettrica”, mi sono detta che potrebbe verificarsi un boom delle nascite…

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.