chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Internet, un fantasma che vaga per Cuba?

«C’è un fantasma che vaga per Cuba, è Internet» afferma Rosa Maria Rodriguez Torado [en] che denuncia l'atteggiamento procrastinante del Governo a un mese dall'arrivo del cavo in fibra ottica che, secondo gli addetti, velocizza la connessione fino al tremila per cento. Eliminare l’embargo USA non basta, prima bisogna togliere il «blocco mentale» di chi è al potere e vuole sfondare lo sbarramento degli indipendenti che credono nella libertà di espressione e usano la parola come arma. «Se Internet è il veleno, l’antidoto è la democrazia e il miglior antivirus per individuare qualsiasi codice maligno si chiama cultura, istruzione e libertà» prosegue nel blog Translating Cuba.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.