chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Bielorussia: prime reazioni e video sull'attentato alla metropolitana

Lunedì 11 aprile c'è stata un'esplosione nella stazione della metropolitana di Oktyabrskaya, a Minsk, che secondo le prime stime avrebbe provocato almeno 12 morti e centinaia di feriti.

AGGIORNAMENTO [it]: mercoledì 13 aprile sono stati arrestati due uomini in relazione all'attentato, uno dei quali sicuramente bielorusso, mentre il numero dei feriti è salito a 200.

Subito dopo l'attentato, attraverso gli hashtag #minsk [ru, come tutti i link di questo post tranne ove diversamente segnalato]#minskblast hanno cominciato a circolare messaggi di condoglianza per i famigliari e gli amici delle persone rimaste uccise o ferite.

La BBC ha raccolto alcune testimonianze oculari, secondo cui “attorno alle 17.58″ di lunedì 11 aprile c'è stato un “suono molto forte”. Subito dopo, la stazione di Oktyabrskaya – fermata della metropolitana del centro di Minsk, dove si intersecano le due linee cittadine – ha cominciato a riempirsi di fumo.

L'uscita della metropolitana di Minsk appena dopo l'esplosione.

L'uscita della metropolitana di Minsk appena dopo l'esplosione. Foto dell'utente TwitPic @mixal_by

Anche se non sappiamo ancora se la bomba è esplosa in un vagone o sulla banchina, il BBC Russian Service riferisce che al momento dell'esplosione nella stazione si trovavano due treni. Sullo stesso sito è stato pubblicato uno dei primi video realizzati dopo l'attentato. Il Governo bielorusso ha prontamente definito l'episodio come “atto di terrorismo”.

Il corrispondente da Minsk per la Gazeta.ru scrive che la polizia non ha consentito ai giornalisti l'accesso all'area circostante la metropolitana:

На месте ЧП милиция отбирает фотокамеры и сотовые телефоны у людей, которые пытаются снимать происходящее. «Милиция действует очень жестко.»

Nella piazza antistante, la polizia sequestra fotocamere e cellulari a chiunque cerchi di riprendere quanto sta accadendo. “La polizia si comporta in maniera estremamente dura”.

Nonostante ciò, sono numerosi i video che hanno preso a circolare online. Questo che segue, caricato l'11 aprile dall'utente YouTube  mostra gli effetti dell'attentato (AVVERTENZA: contenuti molto forti):

Quest'altro video, caricato dall'utente  illustra le prime operazioni di soccorso:

Ria Novosti riferisce che sarebbero 157 le persone condotte in ospedale: la mattina del 12 aprile i feriti gravi erano 26.

Il Presidente bielorusso, Alexander Lukashenko, ha affermato di sospettatare [en] che l'attentato sia collegato a quello del 2008 [it], che colpì un concerto all'aperto in occasione della Giornata dell'Indipendenza.

Alcuni blogger sono d'accordo. Yuri Shevtsov scrive:

Я понимаю, и все мы тут понимаем, что мы атакованы серьезной террористической сетью. И что это не внутренний терроризм. Это – внешняя атака.

Lo capisco io, lo capiamo tutti: siamo stati attaccati da una pericolosissima cellula di terroristi. Non è terrorismo interno, si tratta di un'attacco che proviene da fuori.

Altri blogger, invece, dando per scontato si trattasse di un atto terroristico, hanno cominciato a fare speculazioni:

Если это терракт, если это не нелепая случайность с перевозкой взрывчатки, то это, имхо, – исламисты.
Наши “родные кавказские” исламисты. Не вижу других вариантов.

Se si tratta di un atto di terrorismo, se non è invece un tragico incidente durante un trasporto di esplosivi, allora secondo la mia umile opinione si tratta di estremisti islamici. I nostri tanto amati “compagni del Caucaso” fondamentalisti. Non vedo chi altro potrebbe essere.

Altri si sono spinti fino a sostenere che l'attentato potrebbe essere stato organizzato dallo stesso Lukashenko per ridimensionare i partiti dell'opposizione.

Il blogger Shusharin ha scritto:

КГБ взрывает Беларусь
Никаких других вариантов не видно. В белорусской оппозиции отродясь не было экстремистов.
Это выгодно только одному человеку – Лукашенко. Для того, чтобы начать террор против белорусского народа – уже не против оппозиции.

Il KGB [L'agenzia di sicurezza bielorussa, en] è dietro gli attentati in Bielorussia.
Non vedo alternative. Non ci sono mai stati estremisti nelle opposizioni interne, quanto accaduto torna utile a una persona soltanto: Lukashenko, che vuole solo seminare il terrore nella popolazione, non solo nell'opposizione.

Mentre su Twitter circolavano messaggi di condoglianze, un utente ha proposto una fiaccolata in onore delle vittime per il 12 aprile:

всем не безразличным! завтра в 19.00 возле театра Я.Купалы.цветы и свечи, в знак памяти. Передайте другим. Спасибо.

Mi rivolgo a tutti: non siate apatici. Domani alle 7 di sera troviamoci affianco al teatro Kupala, portate fiori e candele per onorare i morti. Spargete la voce. Grazie.

1 commento

  • […] guardare le foto a corredo di questa nota, scattate a distanza di qualche giorno sul luogo dell’attentato nella metropolitana [dell'11 aprile scorso], dove i cittadini si recano ancor oggi in quotidiano pellegrinaggio per […]

unisciti alla conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.