chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Cina: l'espulsione degli “indesiderati” dai centri urbani

Dagli inizi del 2011, le principali città cinesi hanno iniziato ad attuare una politica di espulsione dalla popolazione urbana degli elementi considerati “pericolosi” e “più indigenti” .

La proposta di un “controllo sulla popolazione” è stata per la prima volta introdotta [zh, come in tutti gli altri link eccetto ove diversamente indicato] durante il Congresso del Popolo tenutosi a Pechino lo scorso gennaio. Secondo quanto affermato, negli ultimi cinque anni la capitale cinese ha dovuto frenare la crescita della propria popolazione; è stato stimato che più di 700.000 persone che attualmente risiedono nella città vecchia verranno ricollocate nei sobborghi della città. Senza contare che “gli indesiderati” e i “più poveri”  tra gli appartenenti alla popolazione urbana, come i migranti provenienti dalle campagne, verranno costretti ad abbandonare la città.

Panorama della città di Shenzhen, Cina.

Panorama della città di Shenzhen, Cina. Immagine di Flickr – Utente yuan2003 (immagine usata con licenza Creative Commons BY-NC 2.0)

Epurazione della popolazione

Una rimozione simile ha avuto luogo a Shenzhen in occasione del “Movimento dei Cento Giorni”, programma avviato l’ 11 aprile, e destinato a concludersi il 31 luglio 2011. La città si pone l'obbiettivo di allontanare 80.000 persone “altamente pericolose” per prepararsi alle Universiadi 2011 [en], evento sportivo universitario di livello internazionale. Come Mary Ann O'Donnell sottolinea nel suo blog [en] Shenzhen Noted:

L'azione di ripulitura in previsione dell’ Universiade ci ricorda che sì, è un problema di hukou [en, sistema di censimento basato sulla residenza]; o per meglio dire, della sua assenza. Semplicemente, Shenzhen non sta investendo nelle infrastrutture per migliorare la sicurezza pubblica; piuttosto, sta prendendo piede la tendenza a perseguitare i più deboli ed emarginati.

Inoltre, come fa giustamente notare la blogger, a parte il giro di vite sui dissidenti, il controllo sociale avviene ogni giorno, con indagini a tappeto “porta a porta” tra i comuni cittadini:

Mi auguro che le discussioni circa l'arresto di Ai Weiwei continuino, e che non cali l'attenzione verso il modo in cui lo Stato cinese sorveglia il suo popolo di colletti bianchi, hacker e artisti sperimentali. Dobbiamo, inoltre, ricordare gli 80.000 fannulloni/teppisti/vagabondi improvvisamente scomparsi. La sorveglianza colpisce le classi più povere, attraverso azioni di ripulitura “porta a porta” dei buoni, dei brutti e dei cattivi. La mancanza di una qualsiasi documentazione che certifichi l'esistenza di questi tre soggetti, una generalizzata assenza di hukou, di un reddito legale, e di una residenza fissa farà sì che, a movimento concluso, non resteranno che flebili tracce dell'accaduto. L'ansia dei colletti bianchi verrà placata ma di certo non ci renderà più sicuri.

Shenzhen e Beijing non sono casi isolati; è evidente come l'intenzione di applicare nelle aree urbane un più efficente controllo sociale, ripulendo la popolazione da tali elementi, sia destinata ad estendersi anche ad altre importanti città. Il blogger Not-old-nor-spicy si dice pessimista al riguardo:

北京有“低端人口”,深圳有“高危人群”。知趣的人还是早点走吧,不要等别人来赶你。把漂亮的大都市留给“高端人口”和“高稳人群”吧。但老辣还是要说。在有钱的地方,穷人是“高危人群”;在我们这种穷地方,有钱人才是“高危人群”。

Pechino ha “una popolazione povera”, Shenzhen, invece, una “popolazione altamente pericolosa”. E’ meglio che uno se ne vada subito piuttosto che aspettare di essere cacciati. Queste splendide città sono riservate alla “popolazione ricca” e alla “popolazione fortemente stanziata”. Sarà crudele da dire ma bisogna farlo: nelle zone ricche, i poveri sono “persone altamente pericolose” mentre nelle aree più povere sono i ricchi ad essere “altamente pericolosi”.

No-brother sottolinea come una tale stragegia di controllo sociale sia illegittima, sbagliata e foriera di altri conflitti sociali:

本人有以下疑问:1、“高危人口”在法律上是如何界定的?2、哪些被清理出来的“高危人口”被“安置”在何处了?3、清理出来后他们再回去怎么办?以我个人仅有的一点法律常识,总觉得深圳的这种做法欠妥,有侵犯人权之嫌!

[…] …其三,也是一个最重要的概念要厘清,这就是“高危人口”还是不是共和国的公民。有了这一条,大家就明白了深圳的做法到底是对是错了。
当前我国社会正处在转型期,各种社会矛盾、问题相对较多、较复杂。我们应当积极探索一些有效地社会管理方式和手段,变管制社会为管理社会,变人制为法制。如果全国各地都效仿深圳的做法,我们的社会将是个什么景象?我们总不能把“高危人口”全部清理出中国吧?深圳:住手吧!

Ho alcune questioni da porre: 1.Dove è possibile riscontrare la definizione di “popolazione altamente pericolosa” all'interno delle nostre leggi? 2.Le persone che sono state allontanate dove dovrebbero essere ricollocate? 3.Cosa accadrebbe se dopo essere state epurate ritornassero nelle città? Secondo le mie limitate conoscenze in ambito legale, il governo di Shenzhen ha violato i diritti umani.

[…] …In terzo luogo, volenti o nolenti le “persone altamente pericolose” sono comunque cittadini della Repubblica Popolare Cinese. Questo è un concetto fondamentale che è necessario affrontare. E’ attraverso la comprensione di questi elementi di base che possiamo giudicare la correttezza o meno delle azioni del governo di Shenzhen.

Il nostro Paese sta attraversando una fase di trasformazione in cui si agitano molteplici e complessi conflitti sociali. Dobbiamo sperimentare modi efficaci di intervento, facendo si che il “controllo sociale” diventi “gestione”, e che lo “Stato del popolo” sia uno “Stato di diritto”. Se tutte le città perseguissero l'esempio di Shenzhen, cosa diventerebbe la nostra società? Non siamo riusciti ad espellere dalla la Cina tutte le “persone altamente pericolose” vero? Shenzhen, per favore fermati!

La creazione di nemici

In un sondaggio online pubblicato l'anno scorso sul sito umiwi a proposito della politica di Pechino che colpiva “la fascia di popolazione più povera”, oltre l’ 85% (1.782 voti) degli intervistati si dicevano contrari a queste misure di espulsione. Ecco tre dei commenti maggiormente condivisi:

onghen778:去北京干嘛 实现梦想就一定要去那里? 幼稚。 中国人就是喜欢跟风 另外什么叫做低端人口? 没钱就叫低端 有钱就叫高端 人本不分贵贱 是北京人不等于你就是高人一等了 尊重和敬仰别人 不是看一个人的地域来的。 2010-08-08 12:33

onghen778: Perchè andare a Pechino? E’ da ingenui pensare che in quella città si possano realizzare i propri sogni. I cinesi amano seguire le mode. Qual è la “fascia più povera della popolazione”? I poveri appartengono alla fascia di basso reddito, i ricchi a quella di reddito elevato. Non mi interessano i ricchi o i poveri. Essere pechinese non significa possedere un “alto” reddito. Il rispetto che si deve ad una persona non è dovuto al luogo di residenza. 08/08/2010 12:33

小花兔转转杯:什么叫低端人口?北京本地人就是北京人口么,有那么多的人在为北京的建设做出了不可磨灭的贡献,北京人在享受的同时居然 将其化为低端人口,北京人就不是中国人么,北京就不是中国的领土么,那中国人在中国的领土上生存有什么不对?适者生存,不适应的人自然会离开,如果你感到 不适应了,也许应该你离开,而不是什么所谓的低端人口。2010-08-08 00:51

Little bunny: Qual è la fascia più povera della popolazione? Solo coloro che sono nati a Pechino possono dirsi pechinesi? Sono tante le persone che hanno contribuito alla costruzione della città. Adesso, i pechinesi godono di buoni servizi, e bollano gli altri come “popolazione a basso reddito”. Ma anche loro sono cinesi, e Pechino fa parte della Cina. Tutta la popolazione ha il diritto di vivere nei territori cinesi. Coloro che riescono ad adattarsi alla vita urbana rimarranno in città. Coloro che non ce la fanno, possono andarsene. Non ha niente a che vedere con la “fascia più povera della popolazione”. 08/08/2010 00:51

欧羊游离:我说“相对论”同志,您白叫“相对论”了。既然是相对论,话要分两头说。首先,您为什么对号入座?您是不文明的那一个吗?您 是到处丢垃圾,到处随地大小便的那一个吗?您低头看看您的脚下,黑斑点点那是什么?是不文明的人随地吐出的口香糖。如果您的家里来的客人或亲戚这样不文明 的糟蹋您的家,您又怎样?我相信您不是不文明的那一个吧,您没必要对号入座吧?第二,我们之间应该不是矛盾的,矛盾在上边,上边既然把人分成高中低,想必 他认为自己是高端一族了,高端的人竟然说出这么没水平的低端的词,姑且不说政策的正确与否,先说这话就是“树敌”的。其实北京的百姓和其他城市的百姓一 样,同样是在付出,就像家庭过日子,家长主持的好,儿女团结又孝顺,家长主持的不好,儿女四分五裂,甚至忤逆乱伦的都有。所以我们都是儿女,都希望在家长 的呵护下过太平日子。您说是吗?我们都是普通人。2010-08-09 10:07

Diasporic Aoyang: Lasciatemi affrontare il discorso da un altro punto di vista, vi mostrerò l'altra faccia della medaglia. Per prima cosa, per quale motivo vi classificate nella categoria della “fascia più povera della popolazione”? Non siete tutti civilizzati? Siete voi quelli che gettano i rifiuti per strada o evacuano ovunque capiti? Date un'occhiata al pavimento sotto di voi, che cos'è quella macchia scura? E’ la gomma da masticare sputata da qualche incivile. Se qualcuno venisse a casa vostra e facesse questo a voi, come reagireste? Non credo che siate voi gli incivili giusto? In secondo luogo, non ci sono conflitti tra noi. Il conflitto è lassù, tra le alte sfere. Dividono la popolazione in fascia alta, media e bassa. Si collocano nella fascia alta e in base ai propri standard definiscono gli elementi più degradati. Non commentate se è giusto o sbagliato, si stanno facendo dei nemici. Le persone che vivono a Pechino sono come tutti gli altri cittadini che vivono nelle grandi città, tutti contribuiscono allo sviluppo della società. Utilizzando il concetto di famiglia come allegoria, se i genitori sono giusti, i bambini saranno uniti e si prenderanno cura l'uno all'altro. Se i genitori si comportano male, i figli si separeranno e i loro rapporti saranno compromessi. Siamo tutti bambini desideriosi di avere dei bravi genitori che ci amano e che ci lasciano vivere in pace. Non siete d'accordo? Siamo gente normale. 09.08.2010 10:07

Il risentimento nei confronti di tale politica l'ha trasformata in una satira contro i privilegiati. Di seguito è riportata una delle più popolari satire sulla politica di espulsione nata su Weibo a opera del prominente blogger Lianyue:

深圳有8万高危人口,全中国高危人群有多少?一说全国13亿,不过我认为是8千来万——他们长期滞留中国,又无正当职业,拉帮结派,具有严密的组织性,长期诋毁中国人素质低,适应不了人类文明。

A Shenzhen ci sono 80.000 cittadini altamente pericolosi quanta di questa gente vive nel nostro Paese? Qualcuno dice 1,3 miliardi, la mia stima invece è di 80 milioni [NDT: una stima del numero degli appartenenti al Partito Comunista Cinese]. Sono persone bloccate in Cina, senza un'adeguata occupazione, e si comportano come gangster, inquadrati all'interno di una struttura altamente organizzata. Costoro non sanno adattarsi alla civiltà umana, e continuano a disprezzare il carattere del popolo cinese.

Fino ad ora(14 aprile 2011 11:37) questo thread ha ricevuto 498 commenti, la maggior parte dei quali fortemente critici sul giudizio secondo il quale 80 milioni di persone sarebbero altamente pericolose:

……捏造历史愚弄民众残害百姓……他们不是滞留中国,而是寄生中国的毒瘤。

长期有意诋毁中国人素质低,造就了很多恨铁不成钢的思维模式,洗了很多人的脑,以掩盖一切乱象来源于体制。

帮会成员八千万,世界最大最嚣张最不要脸的黑社会团体

他们靠向公民收保护费过日子,且手段越来越残暴。

…Si tratta di una storia falsa, costruita per ingannare la gente…Non sono bloccati in Cina ma consumano la Cina come un cancro.

Diffondono un'immagine negativa del carattere cinese, arrugginiscono la mentalità delle persone e, per coprire il caos generato dal sistema politico, ricorrono al lavaggio del cervello.
Si contano 80 milioni di membri. E’ la più grande, brutta e sfacciata società al mondo.

Conducono la loro vita ricattando i cittadini cinesi e sono sempre più sanguinari nel farlo.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.