chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Portorico: decisione controversa sulla violenza domestica

La Corte Suprema di Portorico ha dato il suo sostegno a una decisione di una corte minore che ha stabilito come una vittima di violenza all'interno di una relazione adulterina non possa godere della protezione garantita dalla Legge 54 sulla violenza domestica [es, come tutti i link tranne ove diversamente segnalato]. Alla base della sentenza (pdf), secondo il parere del giudice Erick Kolthoff Caraballo (nominato dal Governatore Repubblicano statalista Luis Fortuño), c'è l'obiettivo di proteggere l'unità della famiglia, e le relazioni adulterine esulano dall'ambito in cui si muove la legge stessa. Le femministe, dal canto loro, hanno risposto che lo spirito della legge dovrebbe essere quello di proteggere le vittime dalla violenza del partner.

La coalizione femminista Movimiento Amplio de Mujeres de Puerto Rico ha pubblicato nel suo blog un comunicato stampa, condannando la decisione:

La Ley 54 se creó para erradicar la violencia en relaciones de pareja y no excluyó las relaciones en las cuales una de las partes está casada con una tercera persona. La sentencia emitida hoy por el Supremo, traiciona la intención de la Ley y envía un mensaje incorrecto y tergiversado sobre la aplicabilidad de la misma.

La Legge 54 è stata creata per estirpare la violenza nelle relazioni di coppia, senza quindi escludere quelle relazioni in cui una delle due parti è sposata con una terza persona. L'odierna sentenza della Corte Suprema tradisce lo scopo della legge, e manda un messaggio sbagliato e distorto riguardo alla sua stessa applicabilità.

Érika Fontánez Torres,  docente di Diritto e blogger, esprime lo sgomento provato davanti a questa decisione nel suo blog Poder, Espacio y Ambiente e commenta ciò che lei giudica  un passo indietro nella lotta per l'uguaglianza:

Resulta tan trágico este trato desigual y esta ‘marca’ sobre las mujeres que se hace difícil, por lo insólito, comentar esta opinión. Y es que en algunos asuntos una pensaría que no hay que retomar o re-debatir ciertos temas, aspectos, ideas y entendidos que una creería ya superados, es decir, esos mínimos sobre los que una pensaría que hay un resguardo de consenso.

Questa disparità di trattamento e questo “marchio” sulle donne rendono difficile, nella loro tragicità, fare dei commenti su un giudizio tanto inspiegabile. A volte si pensa non sia necessario, in certi casi, andare a riprendere e ridiscutere determinati argomenti, aspetti, idee, cose che si pensavano già comprese e superate, vale a dire quei principi che si pensa godano di un pò di consenso.

E aggiunge:

Por eso, no quiero tomar tiempo para comentar a fondo lo que me parece una sentencia vergonzosa de nuestro Tribunal Supremo, una que me avergonzaría francamente de tener que discutir entre mis alumnos, de comentar con seriedad entre mis colegas en Puerto Rico y de tener que hacer alusión a ella entre juristas y académicos del Derecho con quienes tengo contacto fuera del país.

Per questo motivo non voglio sprecare il mio tempo nel commentare dettagliatamente quella che a me sembra una sentenza vergognosa del nostro Tribunale Supremo, che io onestamente mi vergognerei di discutere con i miei alunni, di commentare seriamente con i miei amici a Portorico, e a cui mai farei riferimento con giuristi e accademici del Diritto con cui sono in contatto al di fuori del Paese .
Rappresentazione femminista contro la violenza domestica in Uruguay.

Rappresentazione femminista contro la violenza domestica in Uruguay. Foto di Libertinus. Ripubblicata con Licenza CC.*

Eugenio Martínez Rodríguez, dal blog Pop Juris, ha pubblicato un post nell'intento di prendere le distanze da due conclusioni a cui molte persone sono giunte riflettendo sulla decisione della Corte.

La prima è che le aggressioni ai danni di persone adultere rimarranno impunite (nonostante non valga, in questo caso, la protezione della Legge 54):

Aunque la Ley 54 es el remedio idóneo para trabajar este tipo de agresiones aún existen los artículos 121, 122, y 123 del Código Penal que tipifican la agresión, agresión grave y agresión grave atenuada. La propia opinión de conformidad del juez Erick Kolthoff (a favor de la decisión del Apelativo) también menciona la Ley contra el Acecho en Puerto Rico como otro estatuto que podría utilizarse en defensa de este tipo de víctimas.

Per quanto la Legge 54 rappresenti il rimedio ideale per questo genere di aggressione, esistono ancora gli articoli 121, 122 e 123 del Codice Penale che definiscono l'aggressione, l'aggressione grave e l'aggressione grave con attenuante. Il giudizio di conformità del giudice Erick Kolthoff (favorevole alla decisione della Corte d'Appello) fa riferimento anche alla legge anti-stalking di Porto Rico, indicandola come un ulteriore strumento legislativo a cui si potrebbe fare ricorso per difendere questo genere di vittime.

Martínez Rodríguez spiega anche che una vittima adultera il cui marito sia l'aggressore (e non l'amante di lui o di lei) sarà comunque protetta dalla Legge 54:

[…]En otras palabras, si el agresor de la víctima adúltera es su cónyuge, ésta sí tendrá protección de la Ley 54 aún cuando sea infiel. No es lo mismo decir “Supremo no protegería a personas adúlteras” que decir “Supremo deniega protección a personas en relaciones adulterinas”.

[…] In altre parole, se l'aggressore della vittima adultera è il coniuge, essa godrà della protezione della Legge 54 anche in caso di infedeltà. Dire “La Corte Suprema non proteggerà persone colpevoli di adulterio” è diverso dal dire “La Corte Suprema nega la protezione alle persone coinvolte in relazioni adulterine”.

Intanto, il Comitato delle Donne della Camera dei Rappresentanti ha avviato un'azione legislativa per affrontare le conseguenze della decisione presa dalla Corte Suprema. Un nuovo disegno di legge spiegherà chiaramente che la legge protegge le donne dalle aggressioni perpetrate dai loro partner adulteri. Il blog del Movimiento Amplio de Mujeres ha elogiato l'azione legislativa e ne chiede un sostegno inequivocabile:

Ya el Caucus de la Mujer hizo su parte para proteger la esencia de la Ley 54 y a las mujeres de nuestra Isla. Ahora le toca al resto de la Legislatura dar paso a su proyecto de ley y clarificar de una vez por todas que la violencia en relaciones de pareja NO es aceptable en nuestra Isla.

Il Comitato delle Donne ha già fatto la sua parte per proteggere l'essenza della Legge 54 e le donne della nostra isola. Ora tocca alla Legislatura mandare avanti il proprio disegno di legge e rendere chiaro una volta per tutte che la violenza nelle relazioni di coppia non è accettabile nella nostra isola.

*Il testo integrale della Legge 54 è disponibile qui.
*Foto di Libertinus, ripubblicata con Licenza CC BY-SA 2.0.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.