chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Siria: Chiude il casinò e torna il niqab, Assad cerca di ingraziarsi i conservatori anche grazie alla propaganda

Ad aprile, le proteste in Siria sono entrate nella loro terza settimana, e il Governo Assad ha cominciato a fare alcune concessioni nella speranza di placare i manifestanti. Il 6 aprile, nel tentativo di accontentare i musulmani più conservatori, le autorità hanno chiuso il nuovo casinò nazionale [en, come tutti i link tranne ove diversamente segnalato] e ritirato il divieto di indossare il niqab [it] nelle scuole.

Nel mentre, il Governo prova a difendere il proprio potere anche attraverso la propaganda, che in alcuni casi trova i più improbabili canali di diffusione. Nel pomeriggio del 6 aprile, la reporter CNN Hala Gorani (@HalaGorani) ha pubblicato su twitter la foto di una pagnotta siriana in cui compariva un “messaggio speciale al popolo”:

@HalaGorani: per ogni pagnotta venduta, a #Damascus danno via un volantino “La #Syria è la nostra unica setta… (…) Siamo tutti Bashar…” http://yfrog.com/gzpk8glj

Pane siriano con volantino propagandistico

Pane siriano con volantino propagandistico di apprezzamento per il Presidente Bashar al-Assad. Immagine pubblicata su Twitter da Hala Gorani.

Secondo Assia Boundaoui (@assuss), nei volantini si legge anche “la Patria è più grande della rivolta”. Inoltre, Maisa Akbik nota che nemmeno “gli egiziani avevano mai pensato di creare una cosa del genere”.

L'utente twitter @sapiensprod prende la cosa un po’ più seriamente:

@sapiensprod: In #Syria vengono annullate le partite di calcio, e si fa propaganda sul pane. “Dategli pane, non partite”… nel frattempo, però, la gente finisce in carcere…#Bashar

Questo post fa parte del nostro speciale Proteste in Siria 2011.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.