chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Argentina: si discute online del piano governativo ‘carne per tutti’

In Argentina, Paese di grandi diversità forse dovute alle sue tante correnti migratorie, ci sono due temi che tutti, in un modo o nell'altro, finiscono per affrontare: il calcio e il prezzo della carne vaccina.

Il calcio, sebbene non sia lo sport nazionale, è quello più seguito da tutta la popolazione. Rappresenta la sacra routine dei fine settimana degli argentini. E se si accompagna a una grigliata con gli amici o con la famiglia, ancora meglio.

Fino al 2009 la trasmissione delle partite di calcio era nelle mani di un canale privato che deteneva la commercializzazione dei diritti di trasmissione in diretta. Questo implicava che il calcio si potesse vedere attraverso un unico canale privato o attraverso le società di TV via cavo. Nell'agosto del 2009 però, la Asociación de Fútbol Argentino [es, come tutti i link successivi] chiuse il contratto con la società privata e lo Stato argentino ottenne i diritti esclusivi di trasmissione.

In questo modo ebbe inizio il programma “Futbol para todos”. Dal 21 agosto 2009, tutte le partite di calcio sono trasmesse dai canali pubblici.

Calcio in Argentina

Stadio Libertadores de América – Argentina. Foto: Laura Schneider

Nel blog ENFOQE si interpretano i motivi dell'implementazione di questo piano:

Cuando surgió la idea de sacarle al Grupo Clarín la exclusividad de la emisión de los partidos, la gran mayoría se contentó y aplaudió la iniciativa. En aquellos momentos, se decía (y con razón) que el producto Fútbol de Primera era centralista que hablaba solamente de Boca, River y de los clubes de Buenos Aires. Además, se hacía hincapié en que en las transmisiones eran siempre los mismos periodistas que tenían un discurso único y hasta tenían la hidalguía de hacer bromas y chistes internos dejando al televidente anonadado. Esta promesa de cambio, entonces, se vio con buenos ojos para dejar definitivamente atrás ese tedioso producto que, además, era pay per view.

Quando nacque l'idea di togliere al gruppo Clarín l'esclusiva della trasmissione delle partite, la maggioranza delle persone ne fu felice e approvò l'iniziativa. A quei tempi si diceva (a ragione) che il programma “Futbol de Primera” era centralista e parlava solo di Boca, River e delle squadre della capitale. Inoltre si rimarcava che nelle trasmissioni c'erano sempre gli stessi giornalisti e che questi facevano sempre gli stessi discorsi, e addirittura avevano il coraggio di fare battute interne, lasciando di stucco il telespettatore. Questa promessa di cambiamento fu quindi vista di buon occhio, dato che permetteva di lasciarsi alle spalle un prodotto noioso che, oltretutto, era pay per view.

Da quel momento iniziò una serie di programmi “per tutti”, lanciati dal governo nazionale, fra cui “frigoriferi per tutti”, e i due più recenti “cotolette alla milanese per tutti” e “carne per tutti”.

Un video ufficiale di YouTube mostra il lancio del programma“Carne per tutti”:

6 de Abril de 2011, Buenos Aires: La presidenta Cristina Fernández recorrió los camiones del programa “Carne para todos”, que venderá hasta 10.000 kilos de diferentes cortes por día a precios populares. Por ejemplo, el kilo de asado costará $10,50 [$2.57 dólares] y se ofrecerán trece cortes diferentes, que serán los más buscados, a precios accesibles.

Buenos Aires, 6 aprile 2011: il Presidente Cristina Fernández ha visitato il camion del progetto “Carne per tutti”, che venderà fino a 10000 kg al giorno di diversi tagli di carne a prezzi popolari. Per esempio, un chilo di carne per la griglia costerà $10.50 [1.81 Euro] e si offriranno tredici tagli differenti, i più richiesti, a prezzi accessibili.

Subito dopo il lancio del progetto hanno iniziato a comparire le reazioni e le analisi dei blogger argentini, come nel caso di Econoblog, che ne commenta l'obiettivo:

El programa tiene el objetivo de ofrecerle a los consumidores carne vacuna a precios más bajos, luego de que en los últimos meses sufriera varios aumentos de precio, ya la mandataria había reconocido que los puntos sobresalientes de la inflación se debían al alza de este producto, que impacta directamente en el valor de la canasta de alimentos.

Il piano ha lo scopo di offrire ai consumatori carne vaccina a un prezzo più basso, dopo gli aumenti di questi ultimi mesi; il Presidente aveva già riconosciuto che gli elevati punti dell'inflazione erano dovuti al rialzo di questo prodotto, che influisce direttamente sul valore del paniere.

Il blog Reportero 24 scrive anche della logistica in uno dei quartieri di Buenos Aires al momento del lancio:

Los camiones estarán equipados con una cámara frigorífica, un grupo electrógeno y un mostrador. Desde el viernes, habrá dos en Virrey del Pino y los vecinos podrán empezar a aprovechar el beneficio.

I camion disporranno di una cella frigorifera, un gruppo elettrogeno e un bancone. A partire da venerdì ce ne saranno due in Virrey del Pino e gli abitanti potranno iniziare ad avvalersi del beneficio.

Tuttavia alcuni blogger fanno i conti per capire se il programma sarà sufficiente per tutta la popolazione, come nel caso del blog Comentando las noticias de ayer:

PRIMERA APROXIMACIÓN: una vaca gorda, para ir a matarife puede rondar los, digamos, cuatrocientos kilos. De allí, saldrán doscientos kilos de carne para consumo. Para llegar a los 10.000 kilos de carne por día prometidos por la señora presidenta, son necesarias 50 vaquillonas gorditas. En Liniers -sólo en Liniers- se rematan por día, un promedio de cuatro mil animales.
SEGUNDA APROXIMACIÓN: se calcula que en un asado, una persona come medio kilo de tira aproximadamente. De ser esto cierto (yo sostengo que es una cuenta muy pijotera, yo como más que eso, pero ponele), los 10.000 kilos de carne por día prometidos por la señora presidenta, alcanzarían para unos 20.000 argentinos.

PRIMA APPROSSIMAZIONE: una vacca grassa pronta per il mattatoio può arrivare, diciamo, a circa 400 kg, da cui si ottengono 200 kg di carne da consumare. Per arrivare ai 10000 kg al giorno di carne promessi dalla signora Presidente, sono necessarie 50 mucche belle grasse. A Liniers, e solo a Liniers, si uccidono in media 4000 bestie al giorno.
SECONDA APPROSSIMAZIONE: si calcola che in una grigliata una persona mangi approssimativamente mezzo chilo di costata. Se questo fosse vero (io sostengo che è un calcolo molto al ribasso, io ne mangio di più, ma supponiamo che sia così), i 10000 kg di carne promessi dalla signora Presidente basterebbero per 20000 argentini.

E il blog riassume:

Parece que números sacados muy en el aire, y muy tempranito en domingo, nos llevan a la conclusión de que “carne para todos” es carne para MUY POQUITOS, que el anuncio es, una vez más, un anuncio publicitario, y seguramente un negocio para alguno.

Sembra che numeri calcolati al volo, e la domenica mattina presto, ci conducano alla conclusione che “carne per tutti” è carne per MOLTO POCHI, e che l'annuncio è, ancora una volta, una trovata pubblicitaria, e sicuramente un affare per qualcuno.

Altri blogger, come Humberto Acciarressi, analizzano altre proposte “per tutti”:

Primero fue “Futbol para todos”, luego “Milanesas para todos”, en la misma senda arribó “Merluza para todos” y recientemente “Carne para todos”. Que en realidad ni es “para todos” ni, en muchos casos, es lo que dice ser (¿a nadie se le ocurre lanzar el programa “Trabajo para todos” que por carácter transitivo erradicaría todos los demás?). Pero, a diferencia del salmón, sigamos un rato la corriente. Ahora, en este furor de la dádiva vestida de justicia social, un diputado radical propone lanzar el “Vino para todos”, seguramente inspirado por Baco en una noche etílica.

Per primo venne il “Calcio per tutti”, poi le “Cotolette alla milanese per tutti”, sulla stessa scia arrivò il “Merluzzo per tutti”, e recentemente la “Carne per tutti”. Che in realtà non è “per tutti”, né, in molti casi, è quello che dice di essere (a nessuno viene in mente di lanciare il programma “Lavoro per tutti”, che per proprietà transitiva eliminerebbe tutti gli altri?). Ma, al contrario del salmone, seguiamo per un momento la corrente. Ora, in mezzo a questo furore del regalo travestito da giustizia sociale, un deputato radicale propone di lanciare il “Vino per tutti”, sicuramente ispirato da Bacco durante una notte etilica.
Carne per tutti

Grigliata argentina – foto: Laura Schneider

Al contrario il blog El ojo con diente racconta gli aspetti dei diversi piani lanciati dal governo argentino:

yo creo que los planes (milanesas, pescado, ahora carne) “Para Todos” es uno de los grandes aciertos comunicacionales del Gobierno. Porque demuestran al conjunto de la población que es posible que los empresarios ofrezcan sus productos a precios sensiblemente menores a los que se ven en la mayoría de las góndolas y que aún así pueden seguir teniendo fabulosas ganancias.

Io credo che i piani “Per tutti” (di cotolette, pesce, e ora carne) siano uno dei grandi successi comunicativi del governo, perché mostrano all'intera popolazione che per gli impresari è possibile offrire i propri prodotti a prezzi sensibilmente più bassi rispetto a quelli che si vedono sulla maggior parte degli scaffali dei negozi, pur continuando a ottenere profitti da favola.

E chiude dicendo:

Pero esta medida, que tiene un fuerte valor simbólico, demuestra a las claras quiénes son los responsables de los aumentos de precios.

Ma questa misura, che ha un forte valore simbolico, mostra chiaramente chi è il responsabile degli aumenti di prezzo.

Il 23 ottobre 2011 si terranno le elezioni presidenziali, e a questo proposito Alba Cuozzo invia il suo commento al sito La Historia Paralela:

La Presidenta anuncia que habrá cortes de carne económica para todos, como el costo -risorio- de las milanesas y, así seguirá manifestándose antes de la fecha de elecciones. Olvidó, que también deberá ofrecer “dentaduras” especiales para poder comer sus “ofertas”. Ofende la inteligencia de la población y debe creer que ésta, sucumbe ante sus espejitos de colores.

Il presidente annuncia che ci saranno tagli di carne economici per tutti, come il prezzo irrisorio delle cotolette, e continuerà così fino alla data delle elezioni. Si è dimenticata che dovrebbe offrire anche “dentature” speciali per mangiare le sue “offerte”. Offende l'intelligenza della gente, credendo che si lasci ingannare da specchietti per le allodole.

La presidente argentina Cristina Fernandéz de Kirchner ha una sua pagina su Facebook. L'annuncio attraverso il social network ha avuto ripercussioni di diverso tipo, come per esempio nel commento di Maria Ester Balzán:

Apoyo toda gestion realizada y vayamos por mas aunque hayan personas con pensamientos individualistas y egoistas que no puedan disfrutar la ayuda de los que lo realmente lo necesitan, a mi me alegra el alma. Tengo salud y cerebro para lograr mis propositos, gracias a Dios, me hace feliz esta ayuda para los mas vulnerables. Gracias.

Appoggio tutta le azioni realizzate e spero in altre, e sebbene ci siano persone con idee individualiste ed egoiste che non possono godere dell'aiuto di quelli che realmente ne hanno bisogno, a me riscalda il cuore. Ho salute e cervello per realizzare i miei propositi, grazie a Dio, e questo aiuto per i più vulnerabili mi rende felice. Grazie.

E i vegetariani? Carol Vales Garbo, sempre sul sito CFKARgentina, a questo proposito protesta:

mejor que saque un programa verduras para todos! o al menos para los vegetarianos!!!

Meglio che lancino un programma “Verdure per tutti”! O almeno per i vegetariani!!!

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.