chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Azerbaigian: vittoria all'Eurofestival

Sorprendendo molti, l'Azerbaigian ha vinto, la notte del 14 maggio, l’Eurofestival [it], tenutosi quest'anno a Dusseldorf, in Germania. Nonostante si aspettassero un buon risultato nell'annuale gara canora internazionale, Eldar Gasimov e Nigar Camal, i rapprensentanti azeri, che hanno duettato sotto il nome di Eli e Nikki, hanno conquistato l'ambito premio di fronte a ben 36 mila spettatori e a milioni di telespettatori, che hanno seguito il concorso canoro in diretta tv.

Ovviamente, Facebook e Twitter hanno riportato subito la notizia, inclusi i messaggi via Twitter dei due protagonisti:

@ELDARQASIMOV: SIAMO I PRIMI GRAZIE A TUTTI VI AMIAMO!  #AZERBAIJAN #EUROVISION

@NiGARCAMAL: GRAZIE A TUTTI SIAMO PRIMI VI AMO! #TURKEY #AZERBAIJAN #EUROVISION

Azerbaigian vince l'Eurofestival

In ogni caso, alcuni spettatori erano alquanto confusi circa la posizione geografica esatta dell'Azerbaigian:

@oliviaaNJ: Sto ancora cercando di capire dove sia l'Azerbaigian… *guardando alla cartina mondiale*… L'HO TROVATO… oh…

@Eeefaa182: Azerbaigian è... oh... trovato! http://twitpic.com/4y4ue8

@Eeefaa182: Azerbaigian è… oh… trovato! http://twitpic.com/4y4ue8

Anche Clapham Omnibus ha riportato la difficoltà che molti hanno avuto nel localizzare l'Azerbaigian sulla cartina, ma ha sottolineato come la sua ricchezza petrolifera possa rendere il Paese uno dei pochi in grado di permettersi i costi dell'ospitare il concorso canoro il prossimo anno [en, come i link successivi tranne ove diversamente segnalato]:

Molti europei hanno rispolverato i loro atlanti la scorsa notte – Dov'è esattamente l'Azerbaigian? Proprio così, il prossimo anno l'Europa si estenderà entro 1000 miglia dalla Cina e a un tiro di schioppo dall'Iran!

[…]

Al di là delle preoccupazioni circa il numero e il livello degli hotel o la mancanza di diritti e tutele per gli omosessuali nel Paese, le compagnie televisive dell'Eurovision tirano senza dubbio un sospiro di sollievo – l'Azerbaigian è uno dei pochi Paesi sufficientemente ricchi per poter organizzare il concorso nell'attuale contigenza economica, e sono disposti a tutto pur di riuscire. Ci si aspetta qualcosa che uguagli l'edizione di Mosca del 2008.

Nonostante la preoccupazione di alcuni supervisori internazionali dei diritti umani circa la situazione interna del Paese, alcuni attivisti azeri non sono convinti. Flying Carpets e Broken Pipelines, per esempio, non sono così entusiasti:

[…] Sì, eccoci per un altro Eurofestival. E mentre l'Azerbaigian festeggia la sua vittoria con una canzone chiamata “Running Scared” [Scappare dalla paura] di Nikki e Eli, uno dei giovani attivisti azeri, Elnur Majidli, è dichiarato ricercato dall'Interpol. Sapete perchè? Beh, semplicemente perchè l'Azerbaigian sceglie di spendere migliaia (se non milioni) di soldi pubblici su cose come l'Eurofestival, mentre non presta alcuna attenzione alla situazione interna del Paese per cui, per la cronaca, giornalisti e attivisti vengono arrestati con accuse false e inventate.

Quindi, gente, continuamo a festeggiare qualcosa di così inutile e stupido come l'Eurofestival, mentre chiudiamo un occhio sui diritti umani, la libertà di espressione e tutte le altre violazioni che si succedono nel nostro Paese. Perchè a chi interessano i diritti quando l'Azerbaigian vince un così importante evento dell'anno?!

In molti sono d'accordo, ma alcuni vedono, invece, nella vittoria azera un'eccellente opportunità per implementare le riforme più stringenti e impellenti della ex repubblica sovietica:

@amnestymanc: Congratulazioni all'Azerbaigian (#Azerbaijan) per la vittoria all'Eurofestival (#Eurovision)! Ora per favore vogliamo libere elezioni e basta prigionieri politici e basta torture http://tinyurl.com/5tggdmy

@scaryazeri: Grande! Adesso che tutti sono così eccitati per l'Eurofestival (#Eurovision),  possiamo tutti dimenticarci dei diritti umani e delle altre questioni in Azerbaigian (#azerbaijan)!

@GoldenTent: Democrazia (#Democracy) invocata per l'Azerbaigian (#Azerbaijan) – 12 mesi di copertura per l'Eurofestival (#Eurovision) possono venire incontro ai nostri interessi – iniziamo a scaldare i motori! ;) #Caucasus #esc

L'ancora irrisolto conflitto sul territorio conteso di Nagorno Karabakh [it], ha reso molti armeni infastiditi dalla vittoria azera:

@RMA_fan: @shahad6 lo stupido Azerbaigian ha vinto l'Eurofestival =(

Questo tipo di reazioni, tra armeni e azeri, non sono nuove nel contesto dell'Eurofestival, spesso sfociate in meschini battibecchi e a volte anche in qualcosa di peggio. Nel 2009, per esempio, l'Azerbaigian oscurò il numero di telefono per televotare per l'Armenia e il suo Servizio di Sicurezza Nazionale fu richiamato a rispondere del motivo per cui avesse agito in questo modo.

Contemporaneamente, l'Armenia ha mostrato la fotografia di un monumento armeno del territorio di Nagorno Karabakh nel deliberato tentativo di provocare l'Azerbaigian. Infatti, il conflitto tra i due Paesi non è passato inosservato da oikotimes, visto che l'Armenia ospiterà lo Junior Eurofestival quest'anno, e l'Azerbaigian ha già dichiarato che non parteciperà:

Ho l'impressione che siano capitate un sacco di cose la scorsa notte nel segnapunti dell'Eurofestival 2011. Ho pensieri che mi stanno tempestando la mente e ho bisogno di condividerli con voi, vista la mia totale sorpresa (personale) circa il fatto che i Paesi caucasici (Armenia e Azerbaigian) siano i vincitori e ospiti dei due maggiori eventi per la famiglia europei (Junior e Senior Eurofestival).

[…]

Non ci sarebbe stato nessun Baku 2012 se l’UER [it] avesse preso una posizione nel 2009 quando le autorità azere arrestarono 6 cittadini con l'accusa di aver votato per i loro eterni rivali: gli armeni. Questo fatto non è mai stato punito, se non con una piccola ammenda. Le relazioni tra i due Paesi sono ancora da allarme rosso e i problemi di sicurezza emergeranno definitivamente l'anno prossimo. Non dimentichiamoci che questi due Paesi, negli anni '80, si ammazzarono a vicenda ferocemente nel territorio del Nagorno Karabakh. L'Armenia parteciperà il prossimo anno? Se sì, l'Azerbaigian permetterà loro l'ingresso nel Paese? Sapete che non è possibile visitare Baku se il vostro passaporto ha un visto per una precedente visita in Armenia!

Ovviamente, le domande chiave riguardo la partecipazione armena alla competizione, se questa sarà tenuta in Azerbaigian il prossimo anno, hanno mantenuto un livello molto superficiale, anche se, Emmy, la rappresentate armena di questa edizione, ha riferito che si esibirebbe in Azerbaigian, come, per contro, dichiarano affermativamente anche  Eli e Nikki circa una eventuale esibizione in Armenia.

- Если бы «Евровидение» проходило в Ереване, вы бы поехали туда?

-Мы всегда ждем приглашений от всех стран. Музыка, искусство — это не вопрос национальности.  Мы будем рады участвовать в концертах везде.

D: Se la competizione si tenesse ad Yerevan [it], vi partecipereste?

R: Aspettiamo sempre inviti da tutti i Paesi. La musica, l'arte – non è questione di nazionalità. Saremmo contenti di partecipare a concerti ovunque…

Unzipped: Gay Armenia, probabilmente il principale blog caucasico su notizie dall'Eurofestival, ha commentato la situazione:

Spero che l'Armenia parteciperà a Baku 2012.

Dovremmo fermare – e questa è una buona occasione con cui iniziare – una volta per tutte, questi complessi di sconfitta e inferiorità tra i nostri due Paesi, quando entrambi, sia Azerbaigian che Armenia, hanno vinto un concorso internazionale.

Tutto questo parlare sul fatto che l'Armenia boicotterà l'Eurofestival di Baku, lo considero ridicolo e un discorso da perdenti. Passiamo oltre ai complessi psicologici, e concentriamoci sulla qualità delle performance e dei rappresentanti scelti.

Dall'altro lato, l'Azerbaigian deve assicurare che la delegazione armena e i fan, non solo dall'Armenia ma da tutto il mondo, siano in grado di partecipare all'evento senza incorrere in problemi per via del loro cognome armeno o azero.

Anche Ianyan mostra un cauto tono di ottimismo:

Il duo sta celebrando la sua vittoria a Dusseldorf, e senza dubbio saranno acclamati quando ritorneranno in Azerbaigian nei prossimi giorni, ma per l'Armenia, che è stata mandata a casa con la canzone “Boom Boom” di Emmy già alla prima semi-finale, l'Eurofestival 2012 si presenta come un enigma.

I due Paesi confinanti non hanno relazioni formali dal 1994, per via del più lungo conflitto tra ex repubbliche sovietiche della Storia: la guerra del Nagorno Karabakh. I sette anni di conflitto hanno registrato circa 25000 morti tra soldati e civili e un milione di profughi, secondo l'Osservatorio dei Diritti Umani.

[…]

Forse la presenza della migliore o peggiore, e a volte del peggio del peggio della musica pop che l'Europa ha da offrire, può rappresentare un inizio nel disgelo delle relazioni e accelerare diplomazia e dialogo nei due Paesi. Dopo tutto, “la musica non ha confini” hanno risposto Eldar e Nigar durante la conferenza stampa.

Altri come Jake Jones, funzionario per la democrazia in Azerbaigian, e la moglie azera, hanno accompagnato il cantante jazz Ulviyya Rahimova, dimostrando che l'unità è possibile via social media, mentre altri azeri scrivono su twitter:

Tweets da Armenia e Azerbaigian

@Peaceweet: Si spera che il prossimo anno gli armeni (#Armenians) vengano in Azerbaigian (#Azerbaijan), sarebbe un grande passo per la pace nel Caucaso. Non ne posso più del conflitto! #Eurovision2012

@JonesJakeThe: Fan di Eurofestival provenienti da Azerbaigian, Armenia e Georgia festeggiano insieme http://twitpic.com/4xmqvg

@JonesJakeThe: Fan di Eurofestival provenienti da Azerbaigian, Armenia e Georgia festeggiano insieme http://twitpic.com/4xmqvg

In ogni caso, lontano dalla politica, Facebook è stato inondato da video inviati da azeri, sulle celebrazioni tenutesi a Baku, la capitale del Paese, nelle prime ore del mattino.

http://www.youtube.com/watch?v=-5uC1yIyirg&feature=player_embedded

Anteprime e immagini dei vincitori azeri dell'Eurofestival, Eldar Gasimov e Nigar Camal, sono di Alain Douit (UER).

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.