chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Arabia Saudita: donne ammesse al Consiglio della Shura

Le donne saudite, alle quali nel loro Paese è proibito guidare, godranno presto del diritto di entrare a far parte del Consiglio della Shura, organo consultivo con poteri – limitati – in ambito legislativo ed esecutivo formato da 150 membri nominati dal re. Alle donne sarà inoltre concesso di candidarsi e votare nelle elezioni municipali.

Su Twitter, una delle prime persone a dare la notizia dopo l'annuncio del monarca saudita Abdullah bin Abdul Aziz è Iman Al-Qahtani:

@ImaQh [en, come tutti i link tranne ove diversamente indicato]: Dal prossimo anno verrà garantito alle donne il diritto di diventare membri del consiglio della Shura. #kingshora #saudi

E aggiunge:

@ImaQh: #ShoraWomen prevede che le donne dovranno aspettare due anni per essere nominate al Consiglio e quattro per partecipare alle elezioni municipali.

Il provvedimento, che entrerà in vigore dal prossimo anno, è stato accolto con gioia dalla popolazione saudita.

Donne saudite fuori dalla sede del Consiglio della Shura

Donne saudite fuori dalla sede del Consiglio della Shura. Foto di Waheeb Al-Dakel.

Waheeb Al-Dakel pubblica questa foto, in cui vediamo alcune donne saudite congratularsi tra loro all'esterno della sede della Shura.

‎#KingShora‏ صوره معبره من قلب الحدث ‎yfrog.com/medpityj
@waheeeb [ar]: Una foto significativa direttamente dal cuore dell'evento.

Secondo Yazeed Al-Mogren:

قرار الملك : صفعه في وجه كل من كان جسده في السعودية وعقله في تورا بورا . ‎#KingShora
@Yazeed143 [ar]: La decisione del Re è uno schiaffo morale per tutti coloro fisicamente in Arabia Saudita ma con la mente a Tora Bora.

La saudita Mai Al-Shareef si ripromette:

والله ما اكون مي بنت محمد ان ما وصلت للشورى و اخذت حقي و حق امي و بنات بلدي بنفسي
@Maialshareef [ar]: Giuro su Dio che non sono Mai, figlia di Mohammed, se non vado io stessa alla Shura a reclamare il mio diritto, quello di mia madre e quello di tutte le donne saudite.

C'è poi chi ha colto l'occasione per criticare le politiche del Regno nei confronti delle sue cittadine – e cittadini.
Come scrive il saudita Ahmed Al-Omran:

@ahmed: Il Consiglio è tuttora basato su nomina, e le elezioni municipali non hanno peso, ma la partecipazione femminile resta un importante passo avanti. #Saudi #KingShora

Lou-kay è scettico:

@lou_kay: Non riesco proprio a gioire per un diritto rubato e poi restituito sotto forma di dono… #KingShora #SaudiArabia

Il palestinese Yousef Munayyer aggiunge:

@YousefMunayyer: Quindi l'Arabia Saudita è finalmente approdata all'inizio del secolo scorso?

La decisione del Re rappresenta una grande vittoria per le donne saudite, ma c'è ancora una domanda che turba i cittadini:

@Zeinobia: Congratulazioni alle donne saudite per il diritto di voto. Ma chi le porterà alle urne?

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.