chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Arabia Saudita: un hashtag speciale per il re e i tiranni!

Il re saudita Abdullah Bin Abdulaziz Al Saud a Riad. Foto di Ammar Abd Rabbo (25/02/2008)

Domenica 28 agosto l'hashtag saudita #tal3mrak, il cui titolo tradotto letteralmente significa “che Dio ti conceda lunga vita” — o meglio, “Sua Maestà”, se visto nel contesto occidentale — ha preso d'assalto Twitter. La cosa ha sorpreso molti tra coloro che ritenevano che gli utenti sauditi non avrebbero mai avuto il coraggio di rivolgersi alle proprie autorità nel modo in cui si sono espressi utilizzando questo hashtag. Inizialmente #tal3mark sembrava riferirsi a tutte le personalità saudite di alto rango che controllano il mercato, hanno la libertà di fare tutto ciò che è proibito per i comuni cittadini, e appartengono alla classe di privilegiati.

Ben presto, tuttavia, è risultato evidente che l'hashtag colpisse principalmente il principe saudita Abdullah — dal momento che anche cittadini non sauditi hanno iniziato ad utilizzarlo per criticare la politica estera del suo regime, che si oppone alle rivolte della “primavera araba” e sostiene i dittatori locali a discapito dei loro stessi popoli.

L'attivista saudita Eman AlNafjan (@Saudiwoman), pubblica numerosi commenti riguardanti l'hashtag #tal3mrak:

@Saudiwoman [en, come gli altri link, eccetto ove diversamente segnalato]: l'hashtag #tal3mrak mi fa sentire vecchia. Non avrei mai pensato che ci fossero così tanti sauditi che non temono la repressione.

In due suoi tweet, AlNafjan cerca di chiarire il significato del titolo dell'hashtag:

@Saudiwoman: l'hashtag #tal3mrak fa riferimento alla famiglia reale ma è indirizzato anche a direttori generali, militari di alto rango, ministri etc…1/2

e anche:

@Saudiwoman: 2/2 il significato letterale di #tal3mrak è “possa Dio concederti lunga vita”, oggi solitamente usato su Twitter per rivolgersi in maniera ironica ai cittadini sauditi ricchi e potenti.

Il blogger saudita al-Omran (@ahmed) rilancia sul valore di un simile hashtag:

@ahmed: se sei un saudita, l'hashtag #tal3mrak è…qualcosa di speciale.

Al-Omran utilizza l'hashtag anche per esprimere le proprie perplessità sul timore dei sauditi riguardo la polizia religiosa:

@ahmed: quando vai ad un appuntamento, esci di casa temendo che la polizia religiosa possa arrestarti?

L'attivista egiziano Mohamed Effat(@3effat), uno dei primi attivisti egiziani ad utilizzare l'hashtag, spiega che, per i sauditi, questo è un modo per far conoscere al mondo le difficoltà che devono affrontare a causa del regime che soggioga il Paese. Su Twitter, però, alcuni utenti sauditi si dicono in disaccordo con questa  posizione di Effat, il quale tuttavia si difende e offre ulteriori spiegazioni:

@3effat: questo hashtag farà un gran baccano, vedrete! I sauditi parlano dei loro problemi criticando il loro re #tal3mrak

Eman Hussein (@Ammouni), da Dubai, esprime profonda ammirazione nei confronti dei cittadini sauditi che hanno fatto uso dell'hashtag:

@Ammouni: i sauditi si stanno dimostrando molto coraggiosi; seguendo l'hashtag  #Tal3mrak

L'egiziana Evronia Azer (@evronia) sottolinea che il re dovrebbe per prima cosa difendere le donne:

@evronia: #tal3mrak devi incominciare dalla tutela dei diritti delle donne!

Un'altra utente di Twitter, Nawwarah (@nawwarah82), descrive semplicemente il venir meno del re alle sue promesse di riforma:

وعدتنا بالتقدم, و وجدنا تأخر وعدتنا بالستر, و وجدنا غلاء عشمتنا بسياسة الباب المفتوح و أهديتنا قانون الارهاب الجديد…. #Tal3mrak

@nawwarah82 [ar]: ci hai promesso progresso, e invece ci accorgiamo di essere arretrati. Ci hai promesso una vita decente, e invece il costo della vita è insostenibilmente alto. Hai promesso di seguire una politica liberale, “della porta aperta”, e poi ci hai regalato la nuova legge anti-terrorismo [it]!

Anche Manal Al-Sharif (@manal_alsharif), la donna arrestata [it] alcuni mesi fa per aver guidato un'automobile, propone vari commenti utilizzando l'hashtag #Tal3mrak. Ecco uno dei suoi sarcastici tweet:

بما إن عدد عيالك ٢٠ مليون ونصدر في اليوم ٩ مليون برميل. الصبر نصرفه في أي بير؟

@manal_alsharif [ar]: dato che i tuoi figli e le tue figlie sono 20 milioni, dal momento che esportiamo 9 milioni di barili di petrolio al giorno, in quale barile credi dovremmo mettere la nostra pazienza?!

Infine, Sami Almalki(@iSaami) spiega il suo punto di vista:

ملاحظة: هاشتاق طويل العمر ليس مختص بأمير أو ملك أو تاجر كما سيّسه البعض وحوله عن مساره، بل يقصد به كل مسؤول بالوطن العربي

@iSaami [ar]: nota: l'hashtag #tal3mrak non è diretto ad uno specifico principe, re o commerciante, come qualcuno cerca di dimostrare in modo fuorviante, l'hashtag è in realtà indirizzato ad ogni potente del mondo arabo.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.