chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Blog Action Day 2011: il 16 ottobre si parla di cibo!

Il Blog Action Day [en, come gli altri link, eccetto ove diversamente segnalato] è un appuntamento annuale nel quale i blogger di tutto il mondo sono invitati a parlare di un medesimo argomento. L'obiettivo dell'evento è di accrescere la consapevolezza e innescare una discussione globale sull'importanza di un tema che ha impatto un po’ su tutti.

Su Global Voices abbiamo seguito le passate edizioni del Blog Action Day, pubblicando post sull'acqua nel 2010 e sui cambiamenti climatici [it] nel 2009. Il tema di quest'anno sarà il cibo, dal momento che il Blog Action Day coincide con il World Food Day [it], la “Giornata mondiale dell'alimentazione” promossa dalla FAO proprio il 16 ottobre.

Sul tema si è già scritto parecchio in quest'ambito. In particolare, la rubrica speciale dedicata agli Obiettivi del Millennio delle Nazioni Unite nel 2011 include una serie di articoli sulla battaglia per mettere fine alla carestia e alleviare la povertà. La nostra comunità è stata anche incaricata di creare alcuni post sull'insicurezza alimentare, insieme al Pulitzer Center on Crisis Reporting. I post si sono concentrati sui citizen media e sono apparsi sul Pulitzer Gateway to Food Insecurity.

L'acarajé è un piatto composto da polpette di fagioli fritte nel dendê (olio di palma). È un piatto tipico della cucina nigeriana e brasiliana e, tradizionalmente, lo si può gustare nello stato di Bahia. Foto di Rita Ribeiro, ripresa da Flickr (CC-BY-NC-SA 2.0 license)

L

Il sito del Blog Action Day invita chiunque abbia un blog a partecipare all'evento. E propone una lista di argomenti, tra cui la carestia nell'Africa dell'est, il rapporto carestia e povertà, la malnutrizione e i conflitti causati dalla scarsità di cibo.

Ovviamente in questa giornata si può parlare anche di argomenti “meno seri”, descrivendo i propri piatti preferiti o discutendo di cibo biologico o di vegetarianesimo. Infatti c'è sempre parecchio da dire sul cibo e l'argomento è trasversale a tanti altri temi:

La gente usa il cibo per evidenziare i momenti di festa così come quelli del dolore. Se la scarsità di cibo è all'origine di carestie devastanti, la sua abbondanza sta causando una generazione di nuovi problemi di salute. Il cibo può essere estremamente caro o avere un prezzo così basso da non garantire il sostentamento ai contadini che lo producono.

Il modo in cui le aziende producono cibo e bevande può creare numerosi posti di lavoro oppure essere totalmente distruttivo per gli abitanti e i produttori locali. Il cibo può darci l'energia per affrontare la giornata, ma può anche contenere ingredienti che ci causano reazioni allergiche.

Il cibo può essere preparato da cuochi professionisti con creatività ed eleganza oppure può essere un prodotto di massa destinato ad essere venduto a lato della strada. Può essere incredibilmente sano per la nostra salute o porsi semplicemente come “cibo spazzatura”. Può essere una delizia per tutti o un piacere riservato a pochi.

Il cibo è importante per la nostra cultura, per l'identità personale e per ilsostentamento giornaliero. Il team del Blog Action Day invita tutti a ritrovarsi online e discuterne — a partire dalla pagina speciale di Global Voices Online.

E ricorda, il 16 ottobre parliamo di cibo: puoi affrontare il tema da un punto di vista più complesso, ma puoi anche semplicemente raccontare ai tuoi amici qual è il tuo piatto preferito. Unisciti al raduno online, per aiutare ad accrescere la consapevolezza di milioni di lettori su questo argomento.

Registrati sul sito del Blog Action Day compilando il modulo, e non dimenticare di seguire il @BlogActionDay su Twitter.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.