chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Regno Unito: Julie Kertesz, 77 anni e non sentirli

Julie Kertesz è una donna che oltre a festeggiare i suoi 77 anni, festeggia la vita. Pensionata ma attivissima, Julie si definisce una cantastorie [en, come gli altri link, eccetto ove diversamente segnalato] e una fotografa. Inoltre, è una prolifica blogger, una regista di videoclip ed è appena entrata nel mondo della stand up comedy [una sorta di cabaret in cui l'attore comico si presenta in piedi e si esibisce con testi originali, costruiti a partire da osservazioni sul quotidiano].

Nata in Transilvania (regione dapprima appartenente all'Ungheria, dopo alla Romania), si è trasferita in Francia all'età di 30 anni e ora vive a Londra da luglio 2008.

Secondo uno dei suoi seguaci sul sito di photosharing Flickr, Patrick Barry Barr, Julie è un “modello per la gente di tutte le età che desidera condurre una vita attiva e ricca di cultura e di cose da fare”. Nel 2005, Patrick scrive:

Julie70 possiede un animo che contraddice la sua vera età e l'immagine che abbiamo della gente sulla settantina, e sono davvero stupefatto dal suo entusiasmo, dal modo in cui apprezza incontrarsi con gente che non conosce e condividere il suo entusiasmo con loro. Compirò 67 anni l'11 maggio, e quando invecchierò voglio essere esattamente come Julie Kertesz.

Autoritratto Julie Kertesz

Autoritratto – Julie Kertesz

Julie adora imparare e non ha mai smesso di studiare – neanche quando ciò venne proibito dal regime comunista rumeno. Mentre lavorava a Parigi, tornò in classe e, nonostante nel frattempo fosse diventata mamma di due figli, terminò l'università a 43 anni con un Dottorato in Fisica.

Ecco cosa si legge nella biografia del suo blog, In London after 77:

Non stiamo cedendo!

Ognuno di noi fa qualcosa, sia per vivere meglio sia per restare vivo.

Ahimè, ho anche incontrato gente matura che sembra che abbia già ceduto, e persino qualche giovane.

Soli, nella metro.

Li ho solo osservati nella metro di Parigi. Che differenza l'uomo che lavora al mercato che ho incontrato ieri. E così tanti altri come noi, che vivono le loro vite nel modo più appagante possibile.

Certo, abbiamo una certa età, ma non ci sentiamo vecchi dentro!

Julie usa Flickr, i blog e parla di sè per spronare gli altri. In un commento nel suo blog dal titolo “Courage de rire de soi même” [fr, “Il coraggio di ridere di se stessi”], un lettore apprezza i suoi sforzi:

[…] tu sais Julie, tu es Une Sage, je le pense. Tu m'aides souvent dans des moments compliqués, je me dis “attends, l'effet Julie va se produire, ça va aller”.

[…] sai Julie, sei proprio una donna saggia. Mi aiuti spesso nei momenti complicati, mi dico “aspetta, l'effetto Julie si azionerà, e andrà tutto bene”.

Forse la fonte di tanta saggezza è la prontezza nell'avere il coraggio di provare qualcosa di nuovo. In questo video, Julie usa la sua quarta lingua (l'inglese) per raccontarci alcune delle sue prime esperienze tra i 25 e i 70 anni:

First times version 1 di julie70

Fu precisamente all'età di 70 anni che Julie scopre la fotografia. Nel 2006, ha creato il gruppo !afterclass! , in cui 2,500 persone si incontrano per imparare sulla fotografia. Ha anche creato i gruppi people reading [quelli che leggono], never too old [mai troppo grandi] e strangers no more [non siamo più sconosciuti]:

Non siamo più sconosciuti. Li ho incontrati, ho parlato con loro. Li ricordo.

Quest'ultimo gruppo invoglia la gente ad approcciarsi agli altri e, attraverso ogni interazione, a scoprire la bellezza dell'essere umano. Per scoprire le incantevoli storie conosciute da Julie grazie alle “interazioni umane” con gli estranei, basta fare clicca sulla presentazione qui sotto.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.