chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Tunisia: un rendez-vous con la storia

Nella giornata di oggi, i tunisini si sono recati alle urne [en, come tutti i link tranne ove diversamente indicato] per eleggere l'assemblea costituente, l'organo incaricato di redigere la nuova costituzione e nominare il governo di transizione. I tunisini di ogni parte del globo hanno orgogliosamente depositato il loro voto in un vero e proprio test democratico [it] per il Paese, seguiti con interesse da tutto il mondo arabo. Mentre i tunisini residenti all'estero hanno votato in anticipo, con ampia partecipazione soprattutto dei residenti in Francia [it], diversi blogger hanno celebrato questo momento storico dando voce ai propri sentimenti.

Elezioni in Tunisia

Elezioni in Tunisia (Foto del Parlamento Europeo su licenza CC BY-NC-ND 2.0)

Kiffe Grave dichiara [fr]:

Demain 23 Octobre 2011, je vais posé la dernière pierre sur ta tombe!
Demain tu n’aurais droit ni au fleurs, ni au pleure!
Demain, mort et enterré tu seras!
Demain, la dictature on décapitera!
Demain avec des millions de tunisiens nous allons donner de la voix,
Demain avec des millions de tunisiens nous allons donner naissance à la Tunisie Libre.
Demain avec des millions de tunisiens nous allons vivre en citoyens libres.
Demain est un rendez-vous avec l’Histoire,
Demain nous allons écrire l’Histoire,
Demain nous allons faire l’Histoire.
Demain rien ne sera plus jamais pareil,
Demain rien ne devra jamais plus être pareil,
Demain rien ne saura être pareil.
Demain, hommes et femmes seront égaux,
Demain, tous les tunisiens seront égaux,
Demain, nous seront tous égaux.

Domani 23 ottobre 2011 poserò l'ultima pietra sulla tua tomba!
Domani non avrai diritto a fiori né lacrime!
Domani sarai morto e sepolto!
Domani la dittatura verrà decapitata!
Domani, insieme a milioni di tunisini, daremo voce,
Domani, insieme a milioni di tunisini, daremo vita alla Tunisia Libera.
Domani, insieme a milioni di tunisini, vivremo come cittadini liberi.
Domani è un rendez-vous con la Storia,
Domani scriveremo la Storia,
Domani faremo la Storia.
Domani niente sarà più come prima,
Domani niente dovrà più essere come prima,
Domani niente potrà essere come prima.
Domani uomini e donne saranno uguali,
Domani tutti i tunisini saranno uguali,
Domani saremo tutti uguali.

Man Gusta scrive [fr, rimosso dal blog]:

Je ne voterai pas pour un parti libéral.
Je ne voterai pas pour un parti communiste.
Je ne voterai pas pour un parti islamiste.
Je ne voterai pas pour un parti héritier du RCD.
Je voterai pour une Tunisie libre, arabe et musulmane, juste, égalitaire, progressiste et humaniste.

Non voterò per un partito liberale.
Non voterò per un partito comunista.
Non voterò per un partito islamista.
Non voterò per un partito figlio dello RCD.
Voterò per una Tunisia libera, araba, musulmana, giusta, egualitaria, progressista e umanista.

In un post intitolato “La mia dichiarazione”, Zyed afferma [fr]:

Le sommeil boude mes paupieres
Je leve les yeux et j espere
Non.. Je crois, en un avenir meilleur

Mes larmes coulent de joie
Et je ne les retiens pas
pour la premiere fois

J'y trompe ma plume et j ecris
Le reve de toute une vie
Le reve de tout un pays

Il sonno evita le mie palpebre
Alzo gli occhi e spero
No… credo, credo in un futuro migliore 

Le mie lacrime scorrono di gioia
Ed io non le trattengo
per la prima volta

Vi intingo la mia penna e scrivo
Il sogno di una vita intera
Il sogno di un Paese intero

E prosegue:

Demain je vais voter
Demain je vais exister
Citoyen je serai

Je choisirai en mon ame et conscience
Le chemin vers la delivrance
Loin des sales maniguances

Mon pays sera libre et fier
Son peuple unis et solidaire
Cherissant cette dignité qui nous est chere

Une nation s'erigera
Des tenebres elle emergera
Son destin elle accomplira

Mon pays, mes frere et amis, a defaut de vous donner mon sang.. Je vous offre ma voix

Domani voterò
Domani esisterò
Cittadino sarò 

Sceglierò, in anima e coscienza,
Il cammino verso la liberazione
Lontano dagli sporchi intrighi

Il mio Paese sarà libero e fiero
Il suo popolo unito e solidale
Proteggendo quella dignità che ci è cara

Una nazione si erigerà
Dalle tenebre emergerà
Il suo destino realizzerà

Paese mio, fratello, amico. Non vi ho donato il mio sangue… ma vi offro la mia voce

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.