chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Brasile: il niobio, ricchezza nazionale a prezzi stracciati?

Il niobio [it], conosciuto in passato anche come “columbio”, è uno dei metalli più rari e ricercati al mondo. La maggior parte dei giacimenti di niobio si trova in Brasile e, ovviamente, lo sfruttamento di queste risorse solleva dubbi sui profitti delle imprese private e delle organizzazioni pubbliche brasiliane.

Sul Nióbio do Brasil [pt], un blog interamente dedicato a questo metallo, si legge:

a aplicação mais importante do nióbio é como elemento de liga para conferir melhoria de propriedades em produtos de aço, especialmente nos aços de alta resistência e baixa liga usados na fabricação de automóveis e de tubulações para transmissão de gás sob alta pressão.

Il niobio è impiegato solitamente come componente di leghe metalliche e di alcuni acciai inossidabili: arricchisce queste leghe con un'elevata robustezza, rendendole utilizzabili nell'industria automobilistica e nella produzione di condutture di gas sottoposte ad alta pressione.
Stampa della Tavola Periodica con la raffigurazione di Niobe, la figura mitologica greca che ha ispirato il nome del Niobio Nb41. Copyright di Annette Haines (usata con il suo permesso).

Stampa della Tavola Periodica con la raffigurazione di Niobe, la figura mitologica greca che ha ispirato il nome del Niobio Nb41. Copyright di Annette Haines (usata con il suo permesso).

Le scorte di niobio

Rappresentato dal simbolo Nb e dal numero atomico 41, il niobio è un metallo estremamente duttile che viene impiegato persino in ambito aeronautico e aerospaziale: essendo resistente ad alte temperature, è utilizzato per la realizzazione di motori jet, ma le sue proprietà si rivelano utili anche nell'industria navale e nella costruzione di tubature di diametro elevato nell'edilizia. Negli ultimi anni, la richiesta crescente di questo metallo ha causato uno sfruttamento incontrollato dei giacimenti, con conseguente oscillazione del suo valore.

In una relazione pubblicata dal governo statunitense, il Brasile figura come il principale produttore di niobio, con circa il 95% dei depositi del mondo distribuiti tra gli stati di Minas Gerais, Amazonas e Goiás. Roberto Silva, autore del sito Economia BR, afferma [pt] che:

analisando o total de reservas nacionais de nióbio, (…) com relação a soma de suas reservas medidas, indicadas e inferidas, aponta em primeiro lugar o Amazonas, cujas reservas de nióbio apresentam 82,7% do total do país e estão localizadas no município de São Gabriel da Cachoeira.

l'analisi dei giacimenti nazionali di niobio rivela che l'82.7% dei depositi totali appartengono all'Amazonas e sono situati nei pressi della città di São Gabriel da Cachoeira.

Attualmente la quotazione [en, come gli altri link eccetto ove diversamente indicato] di questo minerale è di 44 dollari/kg. Nel 2007, il niobio era valutato 52 dollari/kg.

Immagine di Greg Robson, di pubblico dominio (CC BY-SA 2.0)

Immagine di Greg Robson, di pubblico dominio (CC BY-SA 2.0)

Nel 2006, la produzione mondiale di niobio era stimata intorno a 59.900 tonnellate, ma addirittura 56.000 tonnellate provenivano dal Brasile. In un articolo apparso di recente sul sito web della compagnia canadese Taseko Mines Limited, si afferma che:

La richiesta del niobio è in continua crescita. Il consumo mondiale di questo metallo supera i 200 milioni di libbre all'anno (che corrispondono a circa 90.718 tonnellate) e la domanda cresce del 5-7% ogni anno che passa.

Negli ultimi cinque anni, mentre il prezzo del niobio scendeva, lo sfruttamento e il consumo del niobio sono aumentati a dismisura.

Interrogativi sulla determinazione dei prezzi

L'articolo scritto da Victor Tagora su Revista Meio Ambiente [pt] ha attirato l'attenzione sul ruolo del niobio in relazione all'economia Brasiliana:

fontes dignas de atenção indicam que o minério de nióbio bruto era comprado no garimpo a 400 reais/quilo, cerca de U$ 255,00/quilo (à taxa de câmbio atual e atualizada a inflação do dólar)

alcune fonti riferiscono che il niobio grezzo sia stato acquistato direttamente dalla miniera per 400 Reais/kg, ovvero a circa 255 dollari/kg (in base al cambio corrente).
Una porzione di cavo superconduttore fatto con una lega di niobio e titanio. Foto di Swamibu, utente di Flickr (CC BY-NC 2.0)

Una porzione di cavo superconduttore creato con una lega di niobio e titanio. Foto di Swamibu, utente di Flickr (CC BY-NC 2.0)

Sebbene il valore sia elevato rispetto agli indicatori internazionali, Victor Tagora nota che:

se o Brasil exportasse o minério de nióbio a esse preço, o valor anual seria US$ 15.300.000.000 (quinze bilhões, trezentos milhões de dólares). Se confrontarmos essa cifra com a estatística oficial, ficaremos abismados ao ver que nela consta o total de US$ 16,3 milhões (0,1% daquele valor), e o peso de 515 toneladas ( menos de 1% do consumo mundial).

se il Brasile avesse esportato il niobio a questo prezzo, il profitto annuale equivarrebbe a 15.300.000.000 dollari (quindici miliardi e trecento milioni dollari). Invece, confrontando questa cifra con le statistiche ufficiali, scopriremmo che il profitto annuo totale è soltanto di 16,3 milioni di dollari e un peso di 515 tonnellate (meno dell'1% del consumo mondiale.

Anche se calcolassimo la stessa quantità al prezzo di 44 dollari/kg, prendendo in considerazione il 95% della produzione mondiale arriveremmo a 3.792.000.000 dollari all'anno. L'enorme differenza di prezzo dipende dal fatto che il niobio non viene valutato su mercati importanti, come quello della London Metal Exchange [en], ma il suo valore viene deciso durante trattative private tra alcune società.

Miniera di niobio a Araxá, in Minas Gerais. Foto di Revista Decifra-me.

Miniera di niobio a Araxá, in Minas Gerais. Foto di Revista Decifra-me.

Su Revista Decifra-me [pt], il direttore generale del Sistema Raid da Vida, Edvaldo Tavares, spiega che:

Nas jazidas de Catalão e Araxá o nióbio bruto, extraído da mina, custa 228,57 dólares e é vendido no exterior, refinado, por 90 dólares. Como é que pode ocorrer tal tipo de transação comercial com total prejuízo para a população do país, é muito descaso com as questões do país e o desinteresse com o bem-estar do povo brasileiro.

Il niobio grezzo viene venduto nei giacimenti di Catalão e Araxá a 228.57 dollari. Per 90 dollari, viene raffinato e spedito all'estero. Com'è possibile che avvengano transazioni del genere? È un'enorme perdita per il paese e i cittadini brasiliani vengono privati di una ricchezza che potrebbe migliorare la loro qualità della vita.

Sul sito web del Ministero dello Sviluppo, dell'Industria e del Commercio Estero [pt] sono visibili i dettagli dei prezzi per le esportazioni delle materie prime, tra cui anche quelli dell'alluminio e del ferro. Il niobio non è incluso nell'elenco.

Ovviamente, bisognerebbe considerare le conseguenze del depauperamento delle risorse minerarie in relazione all'ambiente e alla società stessa, ma bisognerebbe anche capire chi è che trae vantaggio dallo sfruttamento dei giacimenti minerari di niobio.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.