chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Tailandia: sopravvivenza e creatività durante l'alluvione

Con il lento ritiro delle inondazioni, la situazione in Tailandia sta migliorando, ma il bilancio delle vittime, secondo Saksith Saiyasombut, ha raggiunto quota 600:

Ora che il peggio sembra essere passato e la marea si sta lentamente, ma costantemente ritirando in molte parti del paese, un senso di normalità torna a Bangkok. Tuttavia, le sofferenze per molti residenti delle aree colpite continuano, ci sono ancora divergenze lungo le barriere e il bilancio delle vittime ha superato i 600 morti.

Come osserva Ladprao64, in molte parti del Paese la vita sta tornando alla normalità:

Nonostante molti siano ancora alle prese con abitazioni e posti di lavoro allagati nelle vicinanze di Bangkok, più a nord e in alcune parti della città stessa, la nostra zona sta tornando alla normalità. Sabato siamo andati al centro commerciale di Ladprao – aveva aperto il giorno prima – e non è stato difficile arrivarci. C'era ancora acqua alla SCB Plaza e le macchine viaggiavano sulle due corsie esterne, ma se necessario anche le due interne erano percorribili.

A parte ciò, la grande quantità di fango mostrava fino a che punto è arrivata l'acqua e la zona avrà un aspetto piuttosto squallido per un po’.

La disastrosa alluvione delle settimane scorse è la peggiore degli ultimi cinquant'anni in termini di perdite umane e danni a proprietà e infrastrutture. Ma la catastrofe che ha allagato la maggior parte delle province per diverse settimane, comprese alcune parti di Bangkok, ha anche mostrato le doti creative di quanti hanno dovuto far fronte a questo problema.

Thai Flood Hacks è un account Tumblr che raccoglie tutte le strategie e gli espedienti più interessanti creati dai comuni cittadini per sopravvivere all'inondazione. Per esempio, ecco una barca improvvisata fatta  bagnarole di plastica:

Paura di parcheggiare negli edifici alluvionati? Ecco un eccezionale parcheggio per moto:

E delle bustone per auto proteggono questi veicoli:

Alcune bottiglie d'acqua vuote possono diventare un giubbotto di salvataggio per gatti:

Questo pickup sembra pronto ad affrontare le strade allagate:

Anche le università hanno dato una mano con la creazione di dispositivi che potrebbero aiutare a salvare delle vite durante le alluvioni.  Un famoso esempio è la  FloodDuck, capace di mandare un segnale di avvertimento nell'acqua:

Clarice Africa individua diverse applicazioni crowdsourcing che forniscono informazioni utili ai cittadini. Un esempio è il sito web Is my house flooded? (La mia casa è allagata?), “dove i cittadini di Bangkok che hanno dovuto evacuare le loro case devono semplicemente inserire l'indirizzo postale per conoscere le condizioni del loro quartiere.”

Questa infine è la storia di come volontari e cani soccorritori cercano a aiutano i cani abbandonati della città:

Abbiamo trovato diversi cani in case deserte e garage, arrampicati a macchine galleggianti. Era evidente che non mangiavano da giorni. Erano terrorizzati e i nostri soccorritori hanno faticato per catturarli con le reti e a mani nude.

Abbiamo anche trovato dei cuccioli abbandonati su un mucchio di spazzatura galleggiante, che sono stati felicissimi di verderci e sono immediatamente saltati sulla nostra barca, dove hanno ricevuto cibo e coccole. La loro mamma si trovava nell'acqua profonda e, anche se terrorizzata, alla fine siamo riusciti a salvare anche lei.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.