chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Uzbekistan: dall'aprile 2012 niente alcol e tabacco nei luoghi pubblici

Come riportato [ru, come i link successivi] sul sito gazeta.uz il 5 ottobre scorso, il presidente dell'Uzbekistan ha approvato una legge che regolamenta “la distribuzione e il consumo di alcolici e prodotti del tabacco” e che entrerà in vigore nell'aprile 2012.

La normativa prevede il divieto di consumo di alcol nelle strade, nei parchi e in altri luoghi pubblici: riguarda qualsiasi prodotto di consumo che contiene più del 1,5% di alcol, ed è possibile che anche la birra dovrà essere consumata a casa o nei bar. Allo stesso tempo una domanda interessante da porsi è: le istituzioni osserveranno il divieto di fumare nei luoghi pubblici? O questi diventeranno dei locali specifici per il consumo di tabacco?

Inoltre la legge, non solo si riferisce al commercio di alcolici e prodotti del tabacco, ma anche alle avvertenze mediche in forma di testo o immagini che devono essere visibili su almeno il 40% della superficie principale dell'etichetta; mentre secondo la legge attuale è necessario solo il 5%.

Foto dal sito Web profi-forex.org

Foto dal sito Web profi-forex.org

È interessante notare che un divieto totale sulla vendita di alcolici e prodotti del tabacco è stato introdotto per i minori di 20 anni. Non sono chiare le ragioni di questa decisione dato che, secondo la legge uzbeka, la maggiore età e la piena capacità giuridica dei cittadini si acquisisce al 18°anno di età.

Fino ad oggi in Uzbekistan è esistito un fenomeno per cui le sigarette vengono vendute singolarmente, di solito dalle Babushka (donne anziane), che sedute su degli sgabelli vendono per le strade cianfrusaglie: gomme da masticare, semi e sigarette singole. I loro clienti principali sono scolari ed altri studenti che durante la pausa sgattaiolano fuori per fumare le sigarette. I legislatori non hanno trascurato questo problema, proibendo la vendita del prodotto non impacchettato o venduto singolarmente.

È inoltre proibita la pubblicità per il consumo di bevande alcoliche e prodotti del tabacco per esempio: nell'attuale versione della legge sulla “Pubblicità”, per entrambi i prodotti è consentita la sponsorizzazione, ad eccezione dei superalcolici che non possono essere pubblicizzati durante le ore diurne.

Alcuni utenti online hanno reagito con favore; i-power ad esempio commenta:

Вот и еще один шаг вперед. Хоть маленькими шагами, но двигаемся вперед. Прогресс есть, отрицать не надо. Спасибо за это правительству.

Questo è un ulteriore passo in avanti, e anche se sono piccoli passi stiamo migliorando, non dobbiamo impedire questo progresso, ringrazio il Governo per questo.

Кыргызстанец (Kyrgyzstanets) concorda:

Очень хороший и полезный закон…хотя я сам из представителей курящих но рад всегда такому закону…

È una norma assai utile ed efficace… Anche se sono un fumatore sono soddisfatto di questa legge…

Svet sostiene che, durante l'approvazione di questa norma restrittiva, il Governo si è sempre preoccupato principalmente dei propri interessi e non della salute dei propri cittadini:

1) это получит одобрения народа, чего ему [государству] так не хватает. 2) Народ по трезвянье не начнет бастовать, потому что смелости не хватит.

1) In questo modo il governo otterrà l'approvazione del popolo, essendone carente. 2) I cittadini non reagiranno a questa riflessione, non avendo il coraggio.

Tuttavia non tutti sono ottimisti: parecchi netizen sono convinti che la legge resterà sulla carta, non solo perché in Uzbekistan molte norme non vengono rispettate, ma anche perché i produttori cercheranno altri modi per aggirare la legge. Octopus in merito scrive [ru]:

Насколько я знаю, в Узбекистане много замечательных законов,начиная с Конституции и заканчивая запрещающими детский труд, а также о свободе СМИ, запрете цензуры и прочие. (…) И что, все они рьяно соблюдаются и выполняются? Почему вы думаете, что именно этот будет соблюдаться от А до Я? Готовы владельцы (ликёро-водочных заводов, пивоваренных компаний и УзБАТ) к ограничению реализации их продукции?

Per quanto ne so in Uzbekistan ci sono molte leggi degne di nota, partendo dalla Costituzione e terminando con l'attuazione della legge sul lavoro minorile e, tra le altre, anche quelle riguardanti la libertà d'informazione e il divieto di censura (…) Ma tali leggi vengono tutte osservate vigorosamente e messe in pratica?! Perché pensate che proprio questa in particolare verrà applicata alla lettera? I proprietari delle aziende di alcol e liquori sono pronti alla restrizione sui loro prodotti?

È bene notare che i prodotti del tabacco nel mercato Uzbeke sono realizzati dalla società УзБАТ (UzBAT), una divisione della British American Tobacco, il cui utile, nel 2010 è cresciuto di quasi il 50% rispetto al 2009.

Sarà interessante vedere in che modo l'approvazione della legge influenzerà la vendita del naswar (un tipo di tabacco masticabile), anch'esso fa parte dei derivati del tabacco, che viene venduto in un pacchetto di cellofan semplice e preconfezionato spesso a mano in piccoli pezzi. I produttori di naswar saranno disposti a scrivere sui pacchetti che è nocivo per la salute? Domanda ancora irrisolta.

Музаффар (Muzaffar) incoraggia [ru] i cittadini a prendere parte socialmente all'attuazione della legge, con la speranza che verrà applicata con un aiuto di questo tipo:

Лично я думаю о детях и подростках. Теперь я спокойно смогу сдать ментам продавцов, отпускающих подросткам пиво, и опушек [женщин – GV], торгующих штучными сигаретами. Раньше с продавцами ругался, но поделать ничего не мог. Законодательной базы не было.

Personalmente mi riferisco a bambini ed adolescenti. D'ora in poi, potrò denunciare senza problemi coloro che vendono birra agli adolescenti e le donne che vengono sigarette sfuse. Prima non potevo far altro che imprecare contro  di loro, data l'assenza di alcuna base giuridica in merito.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.