chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Cina: la norma sulla ‘prostituzione minorile’ protegge gli stupratori

A ottobre 2011, in una piccola città dello Shaanxi, una ragazzina di 12 anni è stata stuprata da quattro funzionari governativi, in seguito accusati di ‘prostituzione minorile’. La polizia locale sostiene che, dal momento che gli imputati hanno avuto rapporti sessuali con la ragazza sia a settembre sia all'inizio di ottobre, l'azione non è classificabile come ‘stupro di gruppo’ (anche se la vittima è stata costretta a subire tali rapporti).

In Cina, lo stupro di un minorenne è punito con la detenzione tra i dieci anni e l'ergastolo, mentre la prostituzione minorile prevede soltanto dai tre ai dieci anni di carcere; in certi casi, avere rapporti sessuali con ragazze minorenni non è neppure considerato reato.

La protesta pubblica

Quello dello Shaanxi non è il primo episodio di “riclassificazione” di reato ad opera di funzionari governativi, che, rischiando severe pene legali per i crimini commessi, tentano così di salvarsi. Soltanto nel 2009, diversi ufficiali governativi delle province di Guizhou, Fujian, Zhejiang e Sichuan [zh, come tutti i link successivi] hanno adottato le stesse tattiche legali per difendere casi di stupro di minore che li vedevano coinvolti.

Dal 2008, diversi rappresentanti del Popolo hanno chiesto la revisione del codice penale affinché la ‘prostituzione minorile’ venga convertita in ‘stupro di minore’. All'inizio di quest'anno, i rappresentanti della Federazione delle donne cinesi hanno promosso una campagna di firme collettive durante l'Assemblea nazionale del Popolo. Ciononostante, il loro appello non è stato preso sul serio. Nessuna dichiarazione pubblica è stata rilasciata da coloro che sono contrari all'emendamento.

La docente universitaria Xiao Xuehui si è schierata più volte in favore dell'abolizione della legge che difende la prostituzione minorile, scrivendo su un forum pubblico aperto da Netease dopo l'episodio nello Shaanxi. La seguente citazione è tratta da una trascrizione di un suo discorso, pubblicato su China Elections:

嫖宿幼女罪恐怕是本朝一大发明。这个罪名含有一个混帐前提:幼女心智成熟、有完全行为能力。逻辑的结论就是:把受到性侵犯的幼女贴上“卖淫女”标签。这是以国家法律之名对受害幼女进行的再次伤害。

La ‘prostituzione minorile’ è una grande invenzione dell'attuale dinastia regnante. La giustificazione di questo crimine si basa su una premessa vergognosa: cioè che una minorenne possa essere considerata alla stregua di un individuo adulto e maturo, capace di prendere decisioni in autonomia, senza rischiare di incorrere in manipolazioni esterne. La conclusione è che la vittima del reato sessuale viene etichettata come ‘prostituta’. Si tratta di una doppia vittimizzazione di tutti quei bambini e quei minorenni che subiscono abusi nel nome della legge cinese.

值得注意的是,无论此次陕西案件,还是之前出现在贵州、四川、福建的若干起以这个罪名定案的案件,犯罪人都是公职人员:法官、国税局长、校长、镇长等等。这个罪名的设立似乎在实践中呈现出跟“利益逢官递增”规律相对应的规律:罪名逢官递减。恐怕很难避免人们对立法意图的猜测。

Dovremmo tenere conto del fatto che tutte le persone incriminate da questa legge sono funzionari di governo: un giudice, il direttore di un dipartimento per le imposte, un dirigente scolastico, un sindaco, etc. L'ultimo episodio dello Shaanxi è molto simile a quelli verificatisi in precedenza nel Guizhou, nel Sichuan e nel Fujian. Di fatto si tratta di una legge che riduce la responsabilità dei colpevoli e il cui unico obbiettivo sembra quello di servire e tutelare gli interessi degli ufficiali di governo. Questa è una conclusione abbastanza logica fra la gente comune.

Storia della legge

Alcuni commentatori pro-governativi hanno cercato di difendere la polizia dello Shaanxi citando online dei vecchi procedimenti legali. I netizen più critici hanno poi condotto delle ricerche per scoprire chi fosse responsabile della legislazione e della sua interpretazione. La rivista online ACFun ha pubblicato uno speciale dedicato alla ‘Abolizione della legge sulla prostituzione minorile’, ricostruendone la storia fino al 1997, anno della riforma del diritto penale. È proprio dopo la riforma che è stata ufficializzata la distinzione tra ‘prostituzione’ e ‘stupro’ di minore.

Dopo aver che scavato a fondo nei verbali giudiziari, Bao Can, scrive:

1997年“嫖宿幼女罪”单独入刑后性侵案明显增多,3年之间猛增20多倍。2003年1月,前最高法院副院长黄松有针对嫖宿幼女罪出台司法解释:“行为人确实不知道对方是不满14周岁的幼女,双方自愿发生性关系,未造成严重后果,情节显著轻微的,不认为是犯罪。”——天朝威武,免得误了各位官人采补

Dal 1997 moltissime persone sono state citate in giudizio con l'accusa di ‘prostituzione minorile'; nel giro di soli tre anni, il loro numero è aumentato di 20 volte. L'ex giudice delegato della Corte suprema della Repubblica popolare, Huang Songyou, ha dato un'interpretazione della legge nel gennaio 2003: ‘Se l'imputato non è conoscenza del fatto che la controparte ha meno di 14 anni e se la relazione sessuale avviene con il consenso di entrambe le parti, senza che si verifichino conseguenze gravi e in circostanze del tutto normali, l'azione non è considerabile come reato’. – La dinastia imperiale tutela la salute dei suoi funzionari. [Un'antica tradizione vuole che la vita di un uomo si allunghi se egli ha rapporti con donne vergini]

Sul forum di Tianya, Girssonlin analizza in dettaglio i punti sostenuti da Huang:

让我们来看看司法解释中最邪恶的一段文字:“本罪的犯罪对象是特殊对象,不仅特殊在其是不满十四周岁的幼女,而且特殊在其为卖淫的幼女,如果行为人以欺骗手段对非卖淫的幼女实施奸淫行为的,则构成强奸罪。需指出的是,这里的卖淫的幼女,如果是幼女自愿或主动卖淫的,则一般地说明了幼女认识到其行为的卖淫性质,如果幼女是被他人(而非嫖宿者)引诱或强迫卖淫,则不要求其认识到行为的卖淫性,只要求客观上是在卖淫即可。”
简单的可解释为,不管幼女是否自愿,即使她受到威胁和强迫,只要有老鸨,就算卖淫。显而易见,这个司法解释保护的是犯罪者而非未成年少女。

Diamo un'occhiata a uno dei passaggi più mostruosi della sua interpretazione: “Le vittime di questi reati rappresentano dei casi particolari. La particolarità non sta soltanto nel fatto che queste ragazze hanno meno di 14 anni, ma anche nel fatto che si tratta di prostitute. Se l'imputato ha avuto rapporti con una minorenne che non è una prostituta, possiamo parlare di stupro. Ma se la ragazza agisce volontariamente, allora va da sé che è consapevole di agire alla stregua di una prostituta. Se la minorenne è sotto la protezione di qualcuno o è forzata a prostituirsi da parti terze, anche qualora non fosse consapevole del proprio agire da prostituta, è evidente che il contesto rimane lo stesso quello della prostituzione.”

In poche parole, non importa che la ragazza sia costretta o meno ad avere rapporti sessuali; se c'è chi la sfrutta, si tratta di prostituzione. È chiaro che l'interpretazione legale è studiata per proteggere il criminale piuttosto che le ragazze.

Come può esistere un'interpretazione tanto ridicola della legge in Cina? Una risposta ce la dà lo stesso Huang Songyou, giudice delegato della Corte suprema cinese tra il 2002 e il 2008, accusato di corruzione a gennaio 2010 e incarcerato a vita due mesi dopo. E’ stato il quotidiano Tai Kung Daily, portavoce del Partito comunista cinese a Hong Kong, ha denunciare un ‘interesse speciale’ di Huang per le minorenni (via Xinhuanet).

Naturalmente, questi episodi non bastano a chiarire perché il governo si rifiuti tuttora di emendare la normativa e tutelare eventuali future vittime. Secondo i dati forniti dal Ufficio per le petizioni della Federazione di tutte le donne cinesi, il numero di abusi di minore è passato da 135 nella seconda metà del 1997 a 2,948 nel 1998, a 3,619 nel 1999 e a 3,081 nel 2000. E negli anni più recenti, il numero è aumentato ulteriormente.

Foto del titolo di jani rocafort, ripresa da Flickr con licenza Attribution-NonCommercial-NoDerivs 2.0 Generic (CC BY-NC-ND 2.0).

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.