chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Siria: rilasciata la blogger-attivista Razan Ghazzawi

La blogger siriana Razan Ghazzawi è stata appena liberata, dopo aver trascorso 15 giorni in carcere. Lo ha annunciato la sorella poco fa su Twitter.

@NadineGhazzawi: it's raining Razans… hallelujah :)))))))) <3 E’ ufficiale, mia sorella è fuori! speriamo che lo stesso accada a tutti i fratelli e sorelle arrestati.

E poco dopo Nadine Ghazzawi aggiunge:

@NadineGhazzawi: #FreeRazan#FreeRazan #Syria La mia famiglia è in viaggio per riportare a casa mia sorella :))))

Poco prima si erano fatte sempre più insistenti le voci online del rilascio di Razan Ghazzawi, arrestata [it] il 4 dicembre lungo il confine tra Siria e Giordania mentre si stava recando ad un workshop sulla libertà di stampa nel mondo arabo in svolgimento ad Amman.

Otto giorni dopo l'arresto, Ghazzawi è stata accusata [it] di una serie di reati – contestati dalla blogosfera e definiti una “farsa”. Nell'elenco rientravano le accuse di “creare un'organizzazione che mira a stravolgere l'entità sociale ed economica dello Stato” e “indebolire il sentimento nazionale, cercando di suscitare scontri settari,” secondo quanto riportato [en, come i link successivi eccetto ove diversamente indicato] dalla testata libanese Daily Star la scorsa settimana.

Sulla pagina Facebook “Free Razan”, qualche ora fa era comparso l’annuncio dell'imminente liberazione di Ghazzawi, citando le parole dell'avvocatessa e attivista per i diritti umani Razan Zaitouneh.

Free Razan poster

L'immagine usata da molti netizen su Facebook e Twitter nella campagna internazionale per la liberazione di Ghazzawi

Nadine Ghazzawi, sorella di Razan, reagiva così al post su Facebook:

Vi terrò aggiornati, non preoccupatevi, non lo terrò per me :)

E poi chiariva su Twitter:

@NadineGhazzawi: #FreeRazan #Syria Razan non è ancora stata rilasciata, stiamo aspettando che sia ufficiale, ecco perchè non ho ancora pubblicato niente.

Nel frattempo il popolo online rimaneva speranzoso ma scettico. Mohja Khaf scriveva:

@ProfKhaf: RazanZ riporta che la cauzione per il rilascio di Ghazzawi è stata approvata. Approvata, non ancora pagata.

Il blogger egiziano Wael Abbas riferiva [ar]:

انباء عن الافراج عن المدونة السورية رزان غزاوي بكفالة في دمشق
@waelabbas: A Damasco circolano notizie sul rilascio su cauzione della blogger siriana Razan Ghazzawi

Mentre Alaa Khangar confermava [ar]:

القاضي يوافق على إخلاء سبيل الصحفية والمدونة رزان غزاوي ” نقلاً عن هيام جميل ” ‎
@alkh81: Il giudice è d'accordo sul rilascio della giornalista e blogger Razan Ghazzawi, secondo Heyam Jameel

Dima Khatib riassumeva la confusione generale:

@Dima_Khatib: Continuo a leggere notizie sul rilascio di @RedRazan, ma non trovo una vera fonte. Solo messaggi su Twitter. Esiste qualche altra fonte? #FreeRazan

Oltre all'attività di blogger, Ghazzawi è assai attiva su Twitter, ha collaborato sia con Global Voices Online che con Global Voices Advocacy. E’ anche una dei pochi blogger siriani a scrivere con il proprio nome, sostenendo i diritti dei netizen e degli attivisti arrestati dal regime siriano, oltre a battersi per i diritti degli omosessuali e delle minoranze.

Per ulteriori reazioni e aggiornamenti, si veda la pagina Facebook Free Razan o l'hashtag #FreeRazan su Twitter.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.