chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Armenia: come ridurre la povertà nei villaggi (e nel Paese)?

Con un PIL pro capite di appena 5.400 dollari USA nel 2011, l'Armenia è uno dei Paesi più poveri dell'ex Unione Sovietica. Sebbene lo sviluppo nel centro della capitale Yerevan dia a qualche turista un'impressione differente, principalmente a causa della grande Diaspora [it], la grave situazione economica è più evidente nelle regioni dell'interno a sud del Caucaso.

Con l'obiettivo prioritario di favorire l'incremento dello sviluppo economico in Armenia, il sito CivilNet [en/hy] ha coinvolto Timothy Straight, uno dei pochi stranieri non-armeni che hanno fatto del Paese la propria patria. Visitando ogni settimana un villaggio diverso, l'ex responsabile del Norwegian Refugee Council [en] e console onorario per la Norvegia e la Finlandia spera di cambiare tutto ciò [en – hy].

“Quel che cerchiamo di fare è di raccogliere informazioni e divulgarle, cosicché le persone possano comprendere come si vive in Armenia”, spiega il testo che accompagna il video promozionale Թիմը գնում է գյուղ (Tim va al villaggio), noto anche come Straight va al villaggio.

 

 Nell'ultima puntata caricata su YouTube il 2 aprile e sottotitolata in inglese e armeno, Straight visita la povera cittadina di Vardenis nei pressi del lago Sevan. Scopo della visita è incontrare la locale la ONG che opera con bambini disabili.

 

 Il 12 marzo il programma ha messo in onda il suo ventesimo episodio con un’intervista a Straight [en/hy], nella quale “racconta momenti salienti e spiega le motivazioni del progetto ed i potenziali risultati a lungo termine”.

 

 Nominato cavaliere dal Re di Norvegia nel 2010, il coinvolgimento nello sviluppo regionale in Armenia di Straight non si è limitato ai videorapporti. Homeland Handicrafts [en], per esempio, è un'organizzazione di volontari che si dedica alla creazione di condizioni per un reddito sostenibile agli artigiani [en/hy] in Armenia.

Per quanto riguarda gli strumenti in rete,  un blog [en] così come Facebook [en] e Pinterest [en] sono utilizzati per promuovere le iniziative. Si può anche seguire Timothy Straight suTwitter a @timothystraight [en].

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.