chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Argentina: progetti artistici e culturali di quartiere

Il Capannone culturale Piedrabuenarte [es, come tutti i link successivi, eccetto ove diversamente indicato], situato nei sobborghi di Buenos Aires, Argentina, sta trasformando il quartiere tramite cultura, arte e citizen media. Ex magazzino per scenografie e set del teatro Colon, il luogo è stato trasformato dagli artisti della comunità in un centro artistico. E grazie al loro canale YouTube raccontano questo mondo.

Eddie Avila, in un articolo su Rising Voices [en] del 2011, lo descriveva così, prima dell'intervista con i fondatori:

Ci sono progetti per lavorare a più stretto contatto con la gioventù del quartiere, mostrando loro come possono usare le fotocamere dei cellulari per contribuire al canale YouTube. Questo permetterebbe di avere ulteriori punti di vista sulla varietà del quartiere di Piedrabuena. Nel seguente video , due dei membri fondatori del Capannone, Juan “Pepi” Garachico e Lucian Garramuño, parlano di cosa il Capannone significhi per i residenti e come vengano usati i citizen media per raccontare le storie di Piedrabuena.

Ma cosa sono stati in grado di fare? Piedrabuenartv è uno show artistico che trasmette immagini delle attività giornaliere nel Capannone culturale, oltre ad essere uno sbocco artistico per la comunità in modo che possa esprimere se stessa tramite i video. Il video successivo mostra la trasformazione di un lotto vuoto in una cittadella culturale, dove poter organizzare un parco giochi, e un teatro all'aria aperta è stato costruito, tutto ciò circondato dai caseggiati a molti piani dove vive la maggior parte della comunità.

Altri episodi dello show ritraggono gli abitanti del quartiere che parlano delle loro aspettative sulle trasformazioni culturali del quartiere oppure, come in questo che segue, di quando riaprirono le finestre murate da 30 anni.

 

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.