chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Cina: canale YouTube sui social media per gli anglofoni

Volete sapere cosa sta succedendo nel mondo dei social media cinesi ma non parlate cinese? Continuate a leggere allora: quattro mesi fa Elle Lee (@ElleIconLee) [en, come i link successivi, eccetto ove diversamente indicato] e Casey Lau (@hypercasey) hanno inaugurato un canale su Youtube chiamato Weibo Today, un programma online settimanale, in inglese, che punta i riflettori sulle tematiche “calde” in circolo sui social network cinesi.

Elle Lee scrive le sceneggiature e conduce le trasmissioni, mentre Casey Lau è il produttore dietro le quinte. Abbiamo intervistato Elle Lee per saperne di più sul loro programma:

Global Voices (GV): Come vi è venuto in mente di creare un video-programma online dedicato a Weibo?

Un fermo immagine dal programma Weibo Today

Un fermo immagine dal programma Weibo Today

Elle Lee (EL): L'interesse per la Cina e i suoi social media è un fenomeno in espansione. Normalmente gli spettatori e i marchi internazionali non hanno la minima idea di quale sia il panorama dei social media in Cina. In quanto co-fondatrice di #HKSocial (un gruppo di incontri sui social media con base a Hong Kong) mi piace divulgare le mie conoscenze sui social media. Ho vissuto sia in Cina continentale che in Occidente, mentre ora vivo nella multiculturale Hong Kong. Credo quindi di poter parlare da un punto di vista neutrale. Il mio programma non parla solo di social media, ma di news provenienti dalla Cina, reali e senza filtro.

Sina Weibo [it] è il social media numero uno in Cina, lo raccomando sempre. Non è solo una specie di Twitter, è una combinazione di Twitter, Facebook, Tumblr e Instagram; è un mezzo basato sull'informazione, dove si tende a pubblicare post che fanno notizia, motivo per cui si potrebbero quasi paragonare i contenuti di  Weibo alla “vera” voce del popolo cinese.

GV: Quali obbiettivi si pone Weibo Today?

EL: Innanzitutto, vogliamo mostrare alla gente che in Cina non si dibatte solo di censura e di politica. La gente parla di cinema, di celebrità, di tematiche a sfondo sociale o internazionale. A Weibo Today mostriamo come Weibo venga utilizzato non solo per raccontare cosa uno stia mangiando o facendo, ma anche per aiutare le altre persone, per discutere degli effetti che esso ha sulla vita della gente, di quanto possa risultare sciocco se usato in un certo modo e di quanto non sia poi tanto diverso dai social network occidentali.

GV: A volte la comunicazione è resa più complicata da differenze culturali o conoscenze reciproche insufficienti. Come affrontate questo problema?

EL: Questo è uno degli obbiettivi principali di Weibo Today. La questione va oltre il problema della censura e del comunismo. La notizia riguardante l'uscita di Titanic in 3D è un tipico esempio di come in Occidente le informazioni sulla Cina vengano presentate conferendo un'immagine arretrata al Paese. Non contesto certo il fatto che molte cose debbano ancora cambiare in Cina perché essa possa ritenersi al passo con i tempi e con il mondo, ma bisogna tenere presente che la sua popolazione si compone di più di 1 miliardo di abitanti, oltre a considerare gli effetti che l'eventuale circolazione di informazioni scorrette può provocare.

Questo è il motivo per cui Weibo si presenta come una piattaforma molto interessante, ma anche provocatoria. Perciò, per il momento, cerchiamo di mantenere uno sguardo d'insieme e, ogni tanto, di ridurre il divario e le lacune dovute a incomprensioni, trasmettendo storie inusuali o divertenti che l'audience occidentale è in grado di capire più facilmente.

GV: Come procede al momento il programma?

EL: Sta andando bene, i feedback dal pubblico sono positivi e le visualizzazioni raddoppiano a ogni nuovo episodio, mano a mano che attiriamo l'attenzione di spettatori provenienti da Hong Kong, Stati Uniti, Canada, Regno Unito e Australia. Questo è il bello dei webshow: basta avere un iPhone e iMovie per creare il proprio show. L'ideale – e ci stiamo lavorando – sarebbe trovare degli sponsor per collaborare con i siti di videosharing, monetizzando così il programma.

GV: Piani futuri per Weibo Today?

EL: I web video sono uno strumento davvero potente per muoversi online, perciò vorremmo produrre degli show di qualità sempre maggiore, come Revision3, una compagnia di San Francisco che produce unicamente show online. Siamo anche interessati a reclutare nuovi talenti interessati ai social media, a condurre programmi e a recitare. Stiamo già facendo le riprese di un nuovo spettacolo in cinese chiamato “Twitter Today”, rivolto alle audience cinesi, e stiamo pianificando degli spettacoli di lifestyle dedicati alla Cina e a Hong Kong. Stay tuned!

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.