chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Brasile: biblioteca a pedali, servizio di base per tutti

Se le buone idee oltrepassano le frontiere, possiamo dire che questa si muove in bicicletta, o meglio, con la “bicicloteca“, una bicicletta che trasporta una piccola biblioteca per le strade di San Paolo.

La Bicicloteca nella Piazza da Sé, San Paolo. Foto di GreenMobility su Flickr

La bicicloteca nella Piazza da Sé, San Paolo. Foto di GreenMobility su Flickr (Licenza Creative Commons)

Il progetto della Bicicloteca è un modo agile e creativo di incentivare all'abitudine della lettura, in particolare tra i senza tetto, dato che generalmente le biblioteche per rilasciare la tessera prestiti richiedono la carta d'identità o il certificato di residenza, documenti che chi vive per strada spesso non ha. L'iniziativa della bicicloteca è nata proprio per ovviare a questo ostacolo e ha ottenuto l'appoggio dei paulisti, dei mezzi di comunicazione e delle imprese. Una campagna che ad agosto ha appena compiuto il suo primo anno di vita.

Il ciclista della bicicloteca è Robson Mendonça, 61 anni, bibliotecario e in passato senza tetto delle strade di San Paolo. La lettura di La fattoria degli animali [it] di George Orwell, gli cambiò il modo di vedere le cose, provando che la lettura ha il potere di trasformare la vita delle persone. Robson Mendonça mantiene aperto il cammino in modo che altri possano seguirlo, uscendo dalla vita di strada come avviene per i venditori della rivista Ocas” [pt, come per tutti gli altri link eccetto ove diversamente indicato], della quale ha parlato un post di Global Voices, oppure attraverso il Movimento Estadual da População em Situação de rua, di cui Mendonça è il leader e che lotta per le migliaia di persone senza fissa dimora della città.

Il video seguente mostra come funziona la Bicicloteca a San Paolo:

Quest’ iniziativa fa parte delle attività dell’ Instituto Mobilidade Verde, una ONG senza fini di lucro che vuole diffondere il ricorso di mezzi di trasporto alternativi e sostenibili nelle città. Per e-mail, il presidente dell'organizzazione, Lincoln Paiva, ci racconta come è iniziato il progetto:

A Bicicloteca é um movimento independente que nasceu em diversos lugares do mundo com o objetivo de chegar onde as bibliotecas tradicionais não chegam e da forma mais simples e barata possível. A bicicloteca dos Moradores de rua nasceu depois de um encontro que eu tive com o Robson Mendonça, ex-morador de rua que saiu das ruas depois de ter lido “Revolução dos Bichos”. O instituto doou a primeira bicicloteca e depois vieram outras doadas pela iniciativa privada.

La Bicicloteca è un movimento indipendente nato in diversi punti del globo con l'obiettivo di arrivare lì dove le biblioteche tradizionali non arrivano e nel modo più semplice ed economico possibile. La Bicicloteca dei Moradores de rua è nata in seguito al mio incontro con Robson Mendonça, un ex senza tetto che riuscì a cambiare la sua vita dopo aver letto “La fattoria degli animali”. L'istituto gli diede la prima bicicloteca ed in seguito arrivarono le successive grazie alle donazioni private.

In un anno la bicicloteca ha prestato più di 107.000 libri senza alcun passaggio burocratico e conta con più di 30.000 libri in deposito. Attualmente l'Instituto Mobilidade Verde lavora monitorando questo progetto e cercando di farlo crescere insieme ad altre Ong interessate ad adottarlo. La bicicloteca inoltre presta libri scritti in alfabeto braille, promuove eventi culturali in piazze pubbliche, occupa le strade attraverso passeggiate per locali storici.

Logo del progetto, pubblicato su Flickr di GreenMobility Licenza Creative Commons BY-NC 2.0

Logo del progetto, da Flickr (GreenMobility, Licenza Creative Commons)

Tutte queste iniziative hanno generato ripercussioni molto positive, come nel caso del riconoscimento ottenuto con il Premio Città Sostenibile dato all’ IMV ed all'iniziativa della bicicloteca nella categoria Ambiente e Cultura.

Un evento che avrebbe potuto bloccare progetto, è stata invece l'occasione per rendere pubblico il rispetto e l'affetto della città di San Paolo per la bicicloteca. Nel settembre 2011 la bicicloteca è stata rubata ma grazie alla grande ripercussione mediatica sulla stampa locale è stata presto recuperata. Questo brutto episodio si è trasformato in una sorta di mobilitazione no Movere, una piattaforma online di finanziamento collettivo [it]. Il video seguente è stato usato per sollecitare il raggiungimento dei 12mila reais necessari alla costruzione di altre due bicicloteche:

Continuando ad innovare, la bicicloteca offre anche una connessione internet gratuita nei luoghi in cui transita, ricorrendo all'energia solare. E non si rivolge più solamente ai senza tetto. Senza nessun ostacolo burocratico la bicicloteca democratizza l'accesso all'informazione, alla cultura, a tutta la popolazione, compresi lavoratori e studenti.

In Brasile, per dove passa, la bicicloteca diffonde il messaggio che un libro può cambiare una vita. Altrove nel mondo, con questa stessa filosofia, l'organizzazione Bibliothèque Sans Frontières [fr], per esempio, consente l'accesso alla lettura in situazioni di gravissimo disagio come nel caso di Haiti, dove ha inaugurato biblioteche mobili per rispondere alle esigenze della popolazione locale. Il mondo ha un bisogno enorme della creatività delle biblioteche.

1 commento

  • […] aos moradores de rua. Global Voices. Traduções: [árabe], [inglês], [espanhol], [francês], [italiano], [russo], [grego], [magiar], [malagaxe], [japonês], [persa], [bengali]. Bibliotecas móveis […]

unisciti alla conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.