chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Sri Lanka: il futuro del Paese nelle mani dei giovani leader

Sri Lanka Unites (SLU) è un movimento di riconciliazione giovanile guidato da una squadra di professionisti di diverse etnie e religioni. Insieme lavorano per la riconciliazione, per la pace e per i cambiamenti, e ne stanno accendendo le speranze. Dal 2009, visitando le scuole hanno dato vita a una serie di circoli. Stanno organizzando workshop, leadership, conferenze e molti altri eventi in tutto il Paese.

I 26 anni di guerra civile hanno compromesso i rapporti inter etnici, soprattutto tra la maggioranza dei Sinhala e la minoranza dei Tamil. SLU è un'iniziativa apolitica che sta cercando di dimostrare che tra questi gruppi etnici divisi una riconciliazione può essere possibile.

Anita Amendra scrive riguardo al movimento:

Sri Lanka Unites identifica così le priorità di oggi: come possono i giovani impegnarsi nel dare una nuova forma nei prossimi decenni e dare una leadership che possa dar vita a dei cambiamenti positivi?

La commissione e i membri sono giovani adulti, la cui età va dai 18 ai 30 anni, operano in gran parte su basi volontarie e per tutte le etnie e religioni.Un obiettivo è, ‘motivare i giovani leader nelle scuole del paese a comprendere il bisogno di riconciliazione nello Sri Lanka del dopo guerra, autorizzandoli a intraprendere e guidare l'iniziativa di riconciliazione delle diverse comunità all'interno delle loro zone.

Quest'anno la quarta conferenza SLU per i futuri leader si è svolta a Vaddukkoddai, Jaffna dal 28 Agosto al 1 Settembre. Gnana Moonesinghe era presente e rilancia:

Chi non sarebbe orgoglioso, quando dopo tutti i disordini, una nuova generazione ha il coraggio di unire la nazione in un ambiente dove i leader sono diventati ribelli e compiaciuti, diventando dunque incapaci di portare la pace sostenibile nel paese.
I giovani leader hanno intrapreso l'iniziativa di fornire una leadership che unisce più di 500 studenti la cui età è compresa tra i 15 e i 18 anni,provenienti da tutto il paese, per prepararli a essere partecipi alla visione dello Sri Lanka Unites.

 

Per altri, come Yas a Gecko Sri Lanka, l'evento è stato l'opportunità di mettersi in contatto con gli altri abitanti dello Sri Lanka in tutta la loro diversità. “Sento che questa iniziativa in se stessa mi abbia portata a sentirmi interamente più vicina al paese,” commenta la blogger. Alcune foto della conferenza sono disponibili qui.

Prashan De Visser, il presidente di Sri Lanka Unites, scrive:

I membri del movimento giovanile, il quale conta ben più di 10,000 rappresentanti in 70 rappresentanze locali (incluse 6 al di fuori dello Sri Lanka) continuano a creare impatto. Abbiamo la ferma convinzione che la riconciliazione non è unicamente il mandato del governo, ma egualmente un tentativo civile. Con più del 70% dei giovani cingalesi senza contatti con le persone al di fuori del proprio gruppo etnico, abbiamo visto un centinaio di leader partecipare alla Conferenza dei Leader futuri e guidare la propria comunità verso un riavvicinamento con le altre, ponendo fine così a generazioni di pregiudizi e malintesi.

Il tour di Sri Lanka Unites

La squadra di Sri Lanka Unites al momento sta seguendo un intinerario stradale in a Sri Lanka visitando tutte le scuole del paese. Potete leggere le storie di questo itinerario nel blog di Sri Lanka Unites blog. Un esempio è l'accesso al Day Ninedove evidenziano la loro prima visita a Keppapillavu, un campo di insediamento a Mullativu:

Cartello della campagna Show You Care

La tragedia e la sofferenza di cui siamo stati vittime sono veramente dolorose e ne siamo profondamente provati. [..] Hanno rivisto molto, e le storie che raccontano sono state  fonte di inspirazione, data dalla loro forza morale. [..] nelle parole di Windya; “Alla TV ho visto e sentito storie come queste, ma è la prima volta che vedo qualcosa di così serio nella vita reale. Non so cosa avrei fatto se mai avessi dovuto vivere così…”

 

La prossima campagna di Sri Lanka Unites’ è ‘S.H.O.W You Care: Basta molestare le donne’, il cui fine è quello di porre fiducia tra le comunità. L'evento sarà rappresentato dalla campagna di sensibilizzazione, con un teatro di dibattito e alcune performance musicali. E cominciata come una campagna mobile in autobus a metà giugno, e si è trasformata in una campagna condotta in tutta l'isola per eliminare completamente le molestie dallo Sri Lanka.

Questi gli ambiti per seguire le attività di Sri Lanka Unites: BlogTwitterpagina di facebookFlickr e YouTube.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.