chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Qatar: ergastolo per una poesia sulla Primavera Araba

Il 29 novembre Mohamed Bin Rashid Al-Deeb è stato condannato al carcere a vita… per una poesia. Il testo, scritto in arabo, è un inno alla Primavera araba con riferimenti alla condizione di altre nazioni che vivono nella repressione e sotto dittatura.

Secondo il giornalista Abdulla Al Athbah, il componimento di Al-Deeb è stato erroneamente inteso come un insulto all'emiro del Qatar e come un'invocazione al rovesciamento del suo potere.

Nel suo messaggio su Twitter dichiara [ar, come i link successivi]:

محكمة “الدرجة الأولى” في #قطر تصدر حكمها بالسجن المؤبد بحق محمد بن راشد الذيب بعد قصائد اعتبرتها تطاولا على الذات الأميرية وتدعو لقلب الحكم

.

@A_AlAthbah: Durante il processo di primo grado Mohamed Bin Rashid Al-Deeb è stato condannato al carcere a vita a causa di alcune poesie ritenute un'offesa nei confronti dell'emiro e una spinta al rovesciamento del regime.

Su Lockerz, Maysaa Alamoudi condivide la foto della copia di una delle poesie che avrebbero presumibilmente messo nei guai l'autore con la legge.

Copia della poesia di Al-Deeb

Una copia della poesia di Al-Deeb

Zaid Benjamin riporta la foto della copia del verdetto:

@zaidbenjamin: Foto: Il verdetto del caso di Mohamed Bin al-Deeb al-Ajmi condannato al carcere a vita oggi in #Qatar.

Condanna all'ergastolo di Mohamed Al-Deeb

Condanna all'ergastolo di Mohamed Al-Deeb. Foto condivisa da @zaidbenjamin su Twitter

Ne è immediatamente seguito l'hashtag #محمد_بن_الذيب_مؤبد riferito alla condanna all'ergastolo di Mohamed Al-Deeb attraverso il quale i netizen di tutto il mondo hanno denunciato una sentenza che è considerata come un duro colpo alla libertà di espressione.

Mofareg Alshuya, dall'Arabia Saudita, ha dichiarato che la sentenza è stata troppo dura e ha lasciato un messaggio su Twitter:

حكم على #محمد_بن_الذيب_مؤبد ..كنت متوقعاً أن يُحكم عليه لكن بهذا الحكم ولأجل قصيدة…في الحقيقة لم يخطر الحكم هذا على تفكير أكثر المتشائمين.

@MofarehAlshuyah: Una condanna era prevedibile, ma una sentenza del genere e per una poesia… In realtà, neppure dalla mente dei più pessimisti sarebbe passata l'ipotesi di un verdetto così severo

Sempre dall'Arabia Saudita, Seba Alhamad dichiara:

بلد يسجن خوفا من شاعر و اخر خوفا من رسام كاركتير كم هي هشة امبراطوريات الاسلحة امام القلم

@SebaHmd: Una nazione che imprigiona per paura un poeta e un'altra che fa lo stesso con un fumettista. Quanto possono essere fragili questi imperi delle armi di fronte a una penna.

E l'egiziano Menna commenta:

@TheMiinz: Carcere a vita per Mohamed Ben ElZeeb per una poesia sulla Primavera araba e sull'emiro. Gli arabi non stanno andando da nessuna parte.

Omani OmanLover sta suggerendo di trasmettere l'appello al verdetto – quando ci sarà – in diretta sulla rete Al Jazeera del Qatar, che viene spesso criticata perché infomr anche sulle storie negative del Paese.

Nel frattempo, Emad Silawi chiede a tutti di attendere il verdetto:

الى كل المغردين في هذا الموضوع اقول ان قطر دولة قانون وممكن يستأنف الحكم وممكن يطلع عفو أميري ولا تصيدون في الماء العكر

@emadsilawi: A tutti quelli che stanno commentando questa notizia su Twitter vorrei dire che il Qatar è una nazione fatta di leggi e che si può ricorrere in appello o ottenere il perdono dell'emiro

E Ahmed Al Rashdii chiede loro di pensare agli affari propri:

ينتقدون قطر ب حكم #محمد_بن_الذيب_مؤبد ويصمتون عما يحدث في اوطانهم . البعض اختفى والبعض سحبت جنسيته والبعض سجن . اين انتم من احرار اوطانكم ؟!

@ahmed_alrashdii: Criticano il Qatar per la condanna di Mohamed Bin Al-Deeb mentre restano in silenzio quando lo stesso succede nei loro paesi, dove c'è chi è scomparso, chi ha visto negata la propria nazionalità e chi si trova in prigione. Cosa fate voi per chi difende la libertà nei vostri paesi?

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.