chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Programmazione e codice informatico in arabo

Ramsey Nasser [en] è un artista e programmatore informatico che sta scoprendo nuove modalità d'uso del codice. Rising Voices lo ha intervistato per chiedergli del suo ultimo progetto, قلب (Alb) [ar], un nuovo linguaggio di programmazione basato sull'alfabeto arabo al posto di quello consueto latino.

Alb è un linguaggio di programmazione che può potenzialmente superare i limiti dell'inglese. Ogni lingua o scrittura ha le sue caratteristiche grammaticali e il nostro cervello impara fin da piccoli a riflettere in base alla struttura della lingua madre. Le possibilità tecniche derivanti dal lavoro di un programmatore di lingua araba che usa l'arabo … potrebbero offrire nuove prospettive.

Rising Voices: Cos'è Alb?

Ramsey Nasser : قلب è un linguaggio di programmazione incentrato sul ruolo della codifica della cultura umana. I programmatori scrivono interamente in arabo, mettendo così in discussione un certo tipo di predisposizione culturale da parte della scienza computazionale e testando le nostre ipotesi di programmazione.

RV : L'informatica è strettamente legata alle sue origini in lingua inglese – come mai avete deciso di allontanarvi da questa tradizione?

 RN: Perché si tratta di un legame acquisito e non messo in discussione. L'insegnamento della programmazione è in forte ascesa  in tutto il mondo e la cosa è incredibile, ma manca una presa di coscienza del fatto che ogni linguaggio insegnato è in inglese. Questo vuol dire che l'inglese è un requisito per imparare il codice informatico? Credo ciò sia un problema e ho ideato قلب proprio per sottolineralo.

QlbAtEyebeam_006

RV : Visto che il sistema informatico globale si basa sull'inglese, quali potrebbero essere gli usi potenziali di Alb – o di un qualsiasi linguaggio di programmazione non basata sull'alfabeto latino – come codice funzionale? È possibile creare nuove possibilità per i programmatori?

RN : Il funzionamento dei programmi poggia sul fatto che si crea sempre a partire da un codice esistente e al momento tutti questi codici si basano sull'inglese. Quindi persino la lingua araba dovrebbe far riferimento all'inglese per dar vita a qualcosa di utile.

Per creare un intero codice non-inglese è necessario tradurre l'intera storia dell'ingegneria informatica. Non è ancora realizzabile e onestamente neanche sostenibile. Oggi giorno si creano nuovi codici e sono tutti in inglese. Come affrontare questa situazione? Inoltre, tutti gli sforzi porterebbero ad utilizzare una sola lingua. E che dire del cinese? Dell'hindi? Dell'urdu? Ogni lingua naturale favorisce qualcuna e ne esclude altre e sono convinto che esista un modo di agire migliore. Ancora non so in che modo, ma قلب è stato inteso per iniziare questo processo.

قلب ha ottenuto molta attenzione in Cina e Russia, nazioni con una presenza significativa di industrie informatiche di lingua madre non basate sul latino. Ritengo che قلب possa avere molto successo e spingere la gente a rigettare il pregiudizio per cui il codice è ‘solo in inglese’.

Ramsey Nasser ha creato anche interi costrutti testuali con Alb

Ramsey Nasser ha creato anche interi costrutti testuali con Alb.

RV : Questo significa che il tuo progetto può allargare le prospettive della ‘conversazione digitale’, permettendo anche ad altri di contribuire dove prima non potevano?

RN : Indirettamente, si. Più che coinvolgere più persone nella conversazione digitale, قلب cerca di allargare gli orizzonti in modo da considerarne un numero maggiore. Il fatto che i linguaggi di programmazione moderni siano tutti in inglese è un fatto che ha sbalordito persino gli esperti informatici con più esperienza. Non è qualcosa a cui si pensa. Vedere un linguaggio di programmazione funzionale che si presenta in modo così anomalo sarebbe come se Java o C++ si basassero su programmatori di lingua non inglese. Ciò che si vuole è che gli hacker e i ricercatori abbiano ben presente che c'è parecchia strada da fare se si vuole rendere fruibili questi programmi a tutti e قلب facilita il percorso iniziale da cui partire per attivare questo processo. Si tratta di un progetto digitale di ampio respiro mai ideato prima di قلب, un progetto che considera seriamente i presupposti culturali impliciti nella nostra tecnologia.

Per saperne di più, si può può testare il codice tramite il prompt interattivo [ar] o seguire questo video.

 

 

Ecco infine l'opinione di Tarek Amr, blogger e programmatore, nonché autore egiziano per Global Voices:

Basandoci sui commenti di Ramsey, avere un linguaggio di programmazione di lingua non – inglese e aspettarsi di poterlo confrontare con lingue esistenti è un sogno lontano, almeno per ora.

In ogni caso, l'esistenza di questo tipo di linguaggio sta risolvendo un divario. Ci sono iniziative per insegnare a programmare parallelamente ad altre discipline, come la matematica e la scienza. Ciò farà sì che i bambini impareranno a sviluppare nuovi modi di pensare.QlbAtEyebeam_003

Ritengo che uno dei possibili successi nelle nazioni di lingua madre non inglese potrà essere la creazione di una lingua del linguaggio di programmazione. In questo modo le giovani generazioni e chi è poco avvezzo alla programmazione informatica saranno il pubblico di arrivo per Alb. L'idea di avere un linguaggio di programmazione per fini didattici non è casuale (scratch [en] ne è un esempio).

Alb avrebbe inoltre un impatto sociale, poichè il problema del mondo arabo è la mancanza di progetti dal codice sorgente aperto dove gli sviluppatori arabi possano collaborare, imparare e condividere la propria esperienza. Alb, in quanto sistema basato sulla lingua araba, può da un lato costituire una spinta per molti sviluppatori della regione a collaborare e dall'altro, se otterrà attenzione presso le scuole, far sì che le giovani generazioni possano contribuire creando nuovi progetti sul software utilizzando una lingua a loro scelta.

Come le lingue naturali, i linguaggi di programmazione hanno una loro importanza nella promozione delle culture e nell'introduzione di nuovi modi di pensare. Ricordo una frase significativa: “Quando una lingua (naturale) scompare, a sparire è un intero modo di pensare, una certa visione del mondo”. Allo stesso modo, l'esistenza di un nuovo linguaggio di programmazione nel mondo arabo, indipendentemente dalla sua adozione o dal suo impiego su larga scala, aiuterà sicuramente a sviluppare nuovi modi di pensare tra i cittadini locali e aprirà le porte a nuove possibilità e idee.

 

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.