chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Brasile: altri disagi e demolizioni per i Mondiali di calcio a Rio

Nella favela Providência, la costruzione di una funivia rivolta ad accogliere i turisti attesi in occasione dei prossimi Mondiali di calcio porta alla distruzione di molte abitazioni dei locali. In cambio viene offerto loro un sussidio sociale di 400 reais, ma numerose famiglie non hanno un posto in cui vivere.

Foto: Agência Pública

Foto: Agência Pública

La casa di Neusimar, una donna che lavora in proprio e che vive insieme alla famiglia composta da sette persone nella favela di Rio de Janeiro, è segnata con la sigla SMA (Segreteria Municipale di Abitazione). Ciò significa che verrà demolita. Tutte le case e i palazzi attorno sono già stati abbattuti poiché i proprietari hanno accettato il sussidio sociale offerto dalla prefettura.

"Meus avós e meus pais brincaram aqui". Foto: Agência Pública

“I miei nonni ed i miei genitori giocavano qui”. Foto: Agência Pública

La favela sarà sede del progetto “Porto Meraviglia”, che prevede la costruzione di una funivia e di un piano inclinato destinato ai turisti che arriveranno per la Coppa del Mondo 2014 e le Olimpiadi del 2016 – come riportato in un precedente articolo di Agência Pública  [pt, come i link successivi]. Per questo motivo la comunità è stata sottoposta ad evacuazioni forzate delle loro abitazioni.

Neusimar resiste perché non vuole lasciare la casa in cui è nata sua madre ed è cresciuta tutta la famiglia in cambio di un futuro incerto.

Onde vamos achar uma casa para alugar por  400 reais? Quem vai querer alugar uma casa para mim? Estou desempregada, minha mãe é doente, temos uma família grande. Não estamos aqui por teimosia, mas não vamos sair para ficar como as pessoas que a gente vê sair e ficar na rua porque não conseguem alugar nada.

Dove l'andiamo a cercare una casa a soli 400 reais? Chi mai potrebbe affittarmi una casa a quel prezzo? Sono disoccupata, mia madre è malata e la mia famiglia è numerosa. Non ci stiamo trattenendo per ostinazione ma non vogliamo lasciarla per ritrovarci come altri che vediamo andarsene e che ora vivono in mezzo alla strada perché non riescono a trovare un altro alloggio.

La donna aggiunge che la situazione va facendosi sempre più complicata ogni giorno che passa:

Foto: Agência Pública

Foto: Agenzia Pubblica.

Está tudo no chão ao redor da minha casa, afetou a estrutura, agora estamos mesmo em situação de risco.

Hanno distrutto tutto intorno casa, la struttura principale ha ceduto, quindi adesso ci troviamo in una situazione di pericolo.

Storie come quelle di Neusimar vengono raccontate nel video “favela Providência” realizzato dal gruppo  #Entre Sem Bater (Entra Senza Suonare), composto dagli alunni della Escola Popular de Comunicação Crítica (Scuola Popolare di Comunicazione Critica) – un progetto dell'Osservatorio delle Favelas che dà l'opportunità a giovani e adulti che abitano i quartieri popolari di Rio de Janeiro di apprendere  linguaggi, concetti e tecniche nel campo della comunicazione. Il breve documentario è stato presentato come lavoro finale del corso, ma il gruppo si è ingrandito durante il periodo di lavorazione e i partecipanti continuano a documentare la rimozione degli abitanti dalla favela e da altri luoghi.

Foto: Agência Pública

Foto: Agenzia Pubblica.

Oltre alla sgombero, il video mostra i preparativi alla demolizione di un campo sportivo che ospitava i campionati di calcio e i saggi della scuola di samba della comunità. Leo Lima, fotografo di Entre Sem Bater, racconta che non appena ultimato il video, la struttura è stata demolita per fare spazio alla costruzione della torre della funivia.

l

Il blog #CopaPública [pt] è un esempio di giornalismo partecipativo che dimostra come la popolazione brasiliana sia stata duramente colpita a causa dei preparativi per i mondiali – e di come si stia mobilitando contro questi soprusi.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.