chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Cina: il Partito impone ai docenti le “sette cose di cui non si deve parlare”

Un illustre professore di diritto cinese nel suo microblog sul popolare social network Sina Weibo, il Twitter cinese, ha recentemente rivelato l'imposizione di una certa condotta politica ai docenti universitari da parte governo cinese. Questa li istruirebbe a non insegnare sette argomenti, tra i quali sono inclusi la libertà di stampa, gli errori passati del partito comunista e i diritti dei cittadini.

Zhang Xuezhong (張雪忠), che insegna all’Università di Scienze Politiche e Giurisprudenza della Cina Orientale, [en], ha elencato in un post del 10 maggio 2013 gli argomenti tabù: valori universali, società civile, diritti dei cittadini, indipendenza giuridica, libertà di stampa, errori passati del partito comunista e la classe capitalista privilegiata.

L'account Weibo di Zhang è stato cancellato poco dopo, e l'espressione “sette cose di cui non si deve parlare” (七不講) è stata bloccata dai principali social media cinesi.

Seven Speak-Nots, image from "Silly Talks" public timeline from Google Plus.

Sette cose di cui non si deve parlare, immagine del profilo pubblico di “Silly Talks” su Google Plus.

Inoltre, in un rapporto “Riguardo la situazione nella sfera ideologica” 《關於當前意識形態領域情況的通報》[en] pubblicato dall'Ufficio Generale del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese il 13 maggio 2013, è stato rivelato che la politica delle “sette cose di cui non si deve parlare” è stata inclusa in un sistema per la censura dell'opinione pubblica online. L'ultima serie di misure di rafforzamento del controllo del governo sul dibattito e l'ideologia ha portato alla chiusura o alla sospensione dei profili di microblog di diversi intellettuali liberali di spicco, e alla persecuzione politica dei difensori dei diritti.

Sebbene la maggior parte della discussione sulle “sette cose di cui non si deve parlare” sia stata cancellata, l'utente “Silly Talks” (胡言兌) ha raccolto [zh] e ripristinato su Google Plus alcuni post censurati sui social media:

@Stariver:七不讲也没啥阿。不讲普世价值可以讲专制罪恶,不讲新闻自由可以讲道路以目,不讲公民社会可以讲太平天国,不讲公民权利可以讲屁民遭遇,不讲党的历史错误可以讲假的历史功绩,不讲权贵资产阶级可以讲红二代,不讲司法独立可以讲司法黑幕。

@Stariver: Niente di speciale riguardo alle “sette cose di cui non si deve parlare”. Non dobbiamo parlare di valore universale, possiamo parlare del male dell'autoritarismo. Se non possiamo parlare della libertà di stampa, possiamo parlare di comunicazione con i nostri occhi [un'antica storia cinese che parla della libertà di espressione sotto un governo autoritario]. Se non possiamo parlare di società civile, possiamo parlare del Regno Celeste della Grande Pace [it]. Non dobbiamo parlare di diritti dei cittadini, possiamo parlare dell'esperienza di altri cittadini [cittadini privati dei loro diritti, da un gioco di parole inglese in cui citizens diventa fart-izens]. Non discutiamo gli errori del Partito Comunista Cinese, ma possiamo parlare di tutta il falsa risultato storico. Se non possiamo parlare della “classe capitalista privilegiata”, possiamo parlare della “seconda generazione rossa”. Se l'indipendenza giuridica è vietata, possiamo parlare di tutti gli oscuri segreti del nostro sistema giudiziario.

@余喷:五不搞了才惊叫?七不讲了才哗然?我觉得都涉嫌程度不同的装外宾了。早在枪响之后,就该断绝最后一丝的幻想了。枪响是迟钝划线。此后的所有卖萌动作,最多具有策略性的价值。而策略性的东东,难免欺庙堂不着而惑江湖良多。

@Yu Pen: Come mai gridiamo contro “Le cinque cose da non fare” [en] [nota: le cinque cose da non fare sono: non creare un sistema in cui più partiti governano a turno; non differenziare le ideologie guidate; non “separare i tre poteri” e creare un sistema bicamerale; non creare confederazioni; non privatizzare.] e troviamo sorpendenti le “sette cose di cui non si deve parlare”? Non fate finta di essere estranei. Dopo che le armi hanno sparato non ci si doveva illudere. Era già troppo tardi per tracciare una linea. Ogni gesto dopo l'incidente punta strategicamente ad ingannare il popolo.

@songshinan:#说出党的潜台词#普世价值不要讲,要讲中国特色;新闻自由不要讲,要讲党管媒体不变;公民社会不要讲,要讲社会管理创新;公民权利不要讲,要讲和谐社会;党的历史错误不要讲,要高举毛邓旗帜;权贵资产阶级不要讲,要讲中国梦;司法独立不要讲,要讲政法委办案。

@songshinan: #Parlate del programma nascosto del partito# Non parlate del valore universale, parlate del Carattere Cinese; non parlate della libertà di stampa, parlate media di partito immutati; non parlate della società civile, parlate dell'innovazione dell'amministrazione sociale; non parlate dei diritti dei cittadini, parlate dell'armonia della società; non parlate degli errori storici del Partito Comunista, onorate l'ideologia di Mao e Deng; non parlate della classe capitalista privilegiata, parlate del Sogno Cinese; non parlate di indipendenza giudiziaria, la commissione legale del partito gestirà tutti i casi.

Alcuni blogger cinesi si sono spostati su Google Plus per continuare la discussione. Riportati qui di seguito ci sono aluni commenti subito provenienti dal post [zh] del famoso blogger YunChao, riguardo la politica in questione.

@agan G: 笑话,现在的年轻人早已不属于那个年代,还TM想洗脑!

@agan: Scherziamo? I giovani di oggi non appartengono ai tempi antichi, non gli si può fare un cazzo di lavaggio del cervello!

@Loby Liang: 唉!他们总结的比我们总结得还好呢!就应该讲这7件事。

@Loby Liang: Beh…La loro conclusione è molto meglio della nostra! Questi sono gli argomenti di cui dobbiamo parlare.

@Star Dung: 要培养彻底的奴隶

@Star Dung: Vogliono coltivare schiavi ubbidienti.

@Jack ANNA: 我看到了中国共产党发自内心的恐惧。

@Jack ANNA: Vedo la paura nel profondo del cuore del Partito Comunista.

@沈宏星 哈哈,习近平的尾巴露出来啦。和薄一个样

@Shen Hongxing: Haha, [Il Presidente] Xi Jinping ha rivelato la sua reale personalità. Lui e Bo Xilai sono esattamente uguali. [Bo è un vecchio leader del PCC che sostiene l'ideologia maoista]

@李冠阳 我们今天上历史课老师也说这个了,我们老师说教学内容要与国际接轨,价值观不能接轨

@Li Guanyang: Il nostro insegnante di storia ha parlato di questo argomento oggi. Ha detto che il contenuto del nostro corso deve essere in linea con la società internazionale, ma i nostri valori no.

L'utente “Fairy outside the wall” (@墙外仙)ha prudentemente riportato [zh] l'opinione di Zhang Xuezhong, per evitare di essere censurata nell microblog su Sina Weibo:

如果一个国家总是顽固地拒绝人类社会通行的普世价值,并且迟迟不肯建立以自由、民主和法治为基础的宪政制度,那绝不是因为这个国家有什么特殊的国情,而是因为这个国家有一个特殊的政府:这个政府本身极其败坏和不得人心,以至于根本无法通过公正的法律和诚实的手段,来维持自己的存续!

Se un paese continua ad opporsi ai valori universali condivisi dal resto del mondo e rifiuta di costruire una costituzione fondata sulla libertà, la democrazia e lo stato di diritto, tutto questo non è dovuto ad un tratto distintivo del paese, ma ad un tratto distintivo del governo: un governo corrotto che non riesce a guadagnare l'appoggio del popolo e non riesce a sostenersi con un sistema legale che sostenga la giustizia e l'onestà.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.