- Global Voices in Italiano - https://it.globalvoices.org -

Ungheria: politico accusato di violenza domestica e la colpa è del cane cieco

Categorie: Europa centrale & orientale, Ungheria, Citizen Media, Cyber-attivismo, Donne & Genere, Legge, Politica, Protesta

Gli internauti ungheresi sono furiosi per il presunto coinvolgimento di uno dei membri del partito politico Fidesz [1] [it] in un caso di violenza domestica. József Balogh [2] [en], che pare abbia picchiato la compagna così brutalmente da essere ricoverata in ospedale, sostiene che la donna fosse ubriaca e che si sia ferita inciampando nel loro cane cieco di razza komondor. Tuttavia, secondo il sito Origo.hu [3] [hu come i link successivi, tranne ove diversamente indicato], la donna avrebbe riferito che a colpirla sarebbe stato proprio il compagno.

Il sito FN24.hu ha intervistato [4] il signor Balogh dopo la diffusione della notizia. Questo è quanto ha riferito sull'accaduto:

Terike, la donna che è stata ricoverata all'ospedale di Kecskemét con una frattura al cranio, è la sua compagna?

Sì, lo è. Questo è quello che è successo: siamo rientrati a casa domenica, alle 5 del mattino, dopo essere stati a una festa; Terike ha preso dal bagagliaio un contenitore di carne che avevamo preso alla festa e l'ha portato in casa. Abbiamo un cane di circa 80 kg, è cieco e probabilmente si deve essere impaurito. Così ha iniziato a correre e ha spinto Terike, che è caduta a terra sbattendo la testa.

Il Komondor [5] [it] è un cane da pastore ungherese, noto per il caratteristico lungo pelo bianco cordato. La presunta storia del cane cieco ha dato avvio a una serie di memi raffiguranti il cane o la donna che cadono in modo strano. FN.24 ha pubblicato una raccolta di queste caricature, [6] mentre il blog satirico Hírcsárda ha lanciato una campagna su Facebook [7] per il cane cieco.

blind komondor [8]

Il blog Hírcsárda condivide questa foto su Facebook con la scritta: “Un milione di “mi piace” e vedrò di nuovo”

Un meme da m00kid.tumblr.com.

Un gruppo di cittadini ha organizzato una manifestazione pubblica contro la violenza domestica il 1 maggio, chiamata ‘Portiamo fuori il cane insieme – il komondor è innocente’ [9]

Dopo i recenti dibattiti sulla violenza domestica [10] [en] in Ungheria, questo caso ha fatto riemergere la questione. Secondo il racconto dell'ex moglie del signor Balogh [11], l'uomo l'avrebbe sottoposta a violenza domestica durante i 25 anni del loro matrimonio.

Rosa_parks nel blog di Kettős Mérce [12] ha invocato l'intervento del governo, dal momento che la violenza domestica è un problema che deve essere necessariamente affrontato in questo Paese dell'Europa dell'est:

Viviamo ancora in un Paese subalterno, sottomesso e furtivo, in cui bisogna essere molto coraggiosi per denunciare un familiare per violenza domestica. Il quadro giuridico incerto è solo parzialmente la causa del basso numero di indagini che vengono effettuate – la paura è la motivazione più comune; una paura assolutamente legittima e comprensibile. Il cuore di ogni persona sensibile è vicino alle vittime di questi casi, perché la violenza domestica è presente in quasi ogni famiglia.