chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Brasile: proteste contro l'aumento della tariffa del trasporto pubblico

Venerdì 13 giugno, la quarta manifestazione del Movimento Abbonamento Libero (pt, come tutti i link successivi) è stata soppressa dalla polizia con spray al peperoncino, proiettili di gomma e gas lacrimogeni. Circa 5000 partecipanti si sono dati appuntamento davanti al Teatro Municipale di San Paolo, per continuare una serie di proteste contro la crescita della tariffa dei trasporti pubblici della città, che è passata da 3,00 R$ a 3,20 R$ (da 1,04 € a 1,12 €). I dissensi sono iniziati il 6 giugno in risposta all'aumento entrato in vigore il giorno 2 dello stesso mese. La situazione ha già avuto risonanza a livello internazionale.

I manifestanti si sono organizzati tramite la pagina Facebook dedicata all'evento. Le proteste hanno avuto ripercussioni anche nelle grandi città degli altri stati brasiliani che appoggiano la causa. Giornalisti e opinionisti ne discutono sui media nazionali, mentre i cittadini esprimono la loro tramite internet. I dimostranti hanno subìto violenze fisiche durante gli scontri, e sono stati definiti vandali dal governatore Geraldo Alckmin, pure criticati dal prefetto Fernando Haddad, che al momento si trova a Parigi. Il Governo e la Prefettura di San Paolo hanno dichiarato che lasceranno invariato l'aumento di prezzo dei biglietti.

Stando alle ultime informazioni almeno 235 persone sono state arrestate in questi giorni. La stampa è stata aggredita, come si può vedere nel video sottostante. I quotidiano Folha de São Paulo ha dichiarato che 7 giornalisti sono rimasti feriti.

A SAN PAOLO

Tramite le videocamere che monitorano la città è possibile vedere la manifestazione in ia della Consolação.

Il sito intenet O que não sai na tv aggiorna continuamente la situazione.

Foto retirada do site oquenãosainatv.

“Chi non lotta per ciò che vuole, accetta ciò che viene! Alckmin guardaci” Foto di Vinicius Victorino/ oquenaosainatv.tumblr.com

Muitos manifestantes na foto retirada do site oquenaosainatv.com

Foto: Vinicius Victorino/ oquenaosainatv.tumblr.com

Bombas de efeito moral na Avenida Paulista Foto: Lais Peterlin/http://oquenaosainatv.tumblr.com

Gas lacrimogeni su Avenida Paulista
Foto: Lais Peterlin/http:/oquenaosainatv.tumblr.com

 A RIO DE JANEIRO

Manifestantes ocupam todo o entorno da Assembléia Legislativa do Estado do Rio de Janeiro. Foto retirada do perfil no Facebook de Pedro Rajão.

Manifestanti invadono l'area antistante il Parlamento dello Stato di Rio de Janeiro. Foto Pedro Rajão/Facebook.

PEPERONCINO VS ACETO

Con l’hashtag #pimentavsvinagre i brasiliani stanno protestando su twitter contro l'abuso indiscriminato di spray al peperoncino da parte della polizia e l'utilizzo di bandane bagnate con l'aceto, usate dai manifestanti, per ridurre gli effetti delle irritazioni. Un altro hashtag è #Consolação.

Gabriela Reimberg ‏(@gabyreimberg), residente a San Paolo scrive su twitter:

@gabyreimberg: Brasil mostra a tua cara #pimentavsvinagre

@gabyreimberg: Brasile mostra la tua faccia #peperoncinovsaceto

Il pubblicitario Luis Salsicha (‏@LuisSalsicha) ha commentato:

@LuisSalsicha: e que esses manifestos não parem por aqui… hora de mostrar de quem é esse país! #pimentavsvinagre

@LuisSalsicha: che questi manifestanti non si fermino qui… è arrivato il momento di far vedere a chi appartiene questo Paese!

e aggiunge il blogger Rafael Takano (@telefone):

@telefone: Bombas em direção de fotógrafos e do posto de gasolina no cruzamento entre consolação e Maria Antônia. Agora mais… http://fb.me/2SpxemWOX 

@telefone: Gas lacrimogeni lanciati contro fotografi e contro le stazioni di benzina all'incrocio tra via Consolação e Maria Antônia. Altro ancora su: http://fb.me/2SpxemWOX 

Nella pagina Facebook Passe Livre, si continuan a postare commenti sulla pagina Passe Livre SP. I post del movimento hanno ricevuto circa 1000 commenti di risposta, incluso l'annuncio di una quinta manifestazione che si è tenuta lunedì 17.

Si ringrazia Luis Henrique per la collaborazione.

1 commento

unisciti alla conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.