chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Ungheria: continua lo sciopero della fame dei richiedenti asilo

Sessanta richiedenti asilo sono in sciopero della fame da martedì 15 ottobre nel sud dell'Ungheria, in un campo di detenzione riservato ai richiedenti asilo politico. Così riporta nel suo blog il sito di giornalismo investigativo ungherese atlatszo.hu, nel post dedicato ai diritti umani [hu] pubblicato durante il Blog Action Day. L'Ufficio Immigrazione e Nazionalità ha confermato che a dare inizio allo sciopero sono stati cinque cittadini originari del Mali, ai quali si sono uniti altri 55 detenuti che avevano chiesto il trasferimento in un campo aperto. Come lo scorso luglio, l'Ungheria ha collocato i richiedenti asilo sprovvisti di documenti nei campi di detenzione. I cinque iniziatori sono ancora in sciopero. 

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.