chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Ungheria: studenti blogger vincono causa contro Università

Nell'inverno 2012, alcuni blogger appartenenti ad Átlátszó Oktatás (Transparent Education) hanno citato in giudizio la facoltà di Legge della più grande università ungherese, la Loránd Eötvös University (ELTE) per ottenere i documenti attestanti le modalità di pagamento delle borse di studio e degli altri bonus che vengono distribuiti dai membri dell'associazione studentesca della facoltà. Siccome l'università è interamente finanziata dallo Stato, gli studenti hanno preteso, in base alla libertà d'informazione, che l'associazione studentesca rendesse trasparenti le proprie spese.

L'unione degli studenti non ha risposto e l'università ha rifiutato la richiesta. Per questo motivo, gli studenti blogger, aiutati dall'Unione Ungherese per le Libertà Civili hanno presentato una querela. Nel corso di ottobre, un tribunale ungherese di primo grado ha sentenziato in favore [en] dei blogger.

‎Questo è il primo caso di libertà d'informazione contro un'associazione studentesca che abbia avuto luogo in Ungheria. Ogni anno vengono spese ingenti somme di denaro pubblico, ad esempio le associazioni studentesche delle facoltà dell'università ELTE dispongono di circa 680.000 euro all'anno, i quali diventano milioni se calcolati per tutta la nazione.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.