chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

novembre, 2013

articoli da novembre, 2013

Honduras: Oltre 600 femminicidi nel 2012

  30 novembre 2013

Secondo l'Osservatorio della Violenza dell'Università Nazionale Autonoma dell'Honduras, in media, una donna viene uccisa ogni quattordici ore e mezzo. I dati mostrano che 2851 donne sono state uccise nel paese tra il 2005 e il 2012, e che c'è stato un aumento costante dei femminicidi negli ultimi otto anni (175...

leggi l

Giappone: sfilata di moda per dire basta alla violenza contro le donne

  28 novembre 2013

L’ Associazione Donne Asiatiche, [en] una associazione no-profit per i diritti delle donne, sta organizzando una sfilata di moda [ja] per il prossimo primo dicembre 2013, intitolata “La Resistenza della Moda al Militarismo”, per attirare l'attenzione sul problema delle violenza contro le donne. Tutto lo spettacolo dell'anno scorso si può rivedere qui.

Hong Kong: donne in pigiama per la marcia Slutwalk 2013

  28 novembre 2013

Evan Fowler di Housenews ha spiegato [en] l'importanza della manifestazione SlutWalk di Hong Kong. I recenti commenti del Segretario per la Sicurezza, Lai Tung Kwok, che ha consigliato che le donne non dovrebbero “bere troppo” per evitare di essere stuprate, e quelli del Consigliere esecutivo pro-Cina, Cheng Yiu Tong, che...

Uzbekistan: torna la “guerriera di Twitter” Gulnara Karimova

  27 novembre 2013

Dopo aver cancellato [en, come i link successivi]il suo account Twitter, Gulnara Karimova, la figlia dell'”irremovibile dittatore” dell'Uzbekistan, è ricomparsa sui micro-blog. In una raffica di tweet furiosi, Gulnara accusa sua madre di servirsi di intimidazioni e di arresti arbitrari contro i suoi colleghi, collaboratori e partner in affari. Inoltre, Gulnara insinua che le impedisce...

Hong Kong: un attivista di Tiananmen chiede di essere arrestato

  26 novembre 2013

L'ex studente e attivista di Tiananmen, Wu’er Kaixi [it], è atterrato il 25 novembre all’ Aeroporto Internazionale di Hong Kong, inizialmente per effettuare uno scalo. Tuttavia, si è rifiutato di imbarcarsi sull'aereo successivo e ha chiesto al governo di Hong Kong di arrestarlo, essendo lui il fuggitivo più ricercato dalla repressione di...