chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Brasile: la street art celebra la “vera bellezza” delle donne

Projeto Beleza Real

Progetto: La vera bellezza

Chi è passato per le strade della Zona Sud [pt, eccetto ove diversamente indicato] di San Paolo, si sarà sicuramente fermato a guardare alcuni murales rappresentanti corpi di donne per nulla aderenti ai canoni di bellezza moderni o essenzialmente a quelli della società brasiliana. I disegni sono opera di Negahamburguer, nome d'arte della ventiquattrenne Evelyn Queiroz.

"Aceite seu corpo"

“Accetta il tuo corpo!”

Quattro anni fa l'artista ha dato via al progetto La Vera Bellezza, attraverso una serie di interventi urbani ispirati da testimonianze, commenti e ringraziamenti ricevuti dai lettori del suo blog Negahamburguer.

Tramite i graffiti, l'artista diffonde messaggi d'amore per le donne che vivono un costante conflitto con loro stesse a causa dei loro corpi morbidi o “senza curve”, e che per questo si sentono insicure e rifiutate.

Evelyn vive a Embu das Artes [it], una città nota per l'artigianato e per essere frequentata da vari artisti. Ha raccontato a Global Voices tramite email:

Na verdade comecei a receber os relatos em meio a elogios do trabalho. [Elas] me escrevem falando da identificação e do porque se sentiam parte [disso] e assim junto com histórias reais. Tenho ações como grafite, sticker [adesivos] e lambe [colar cartazes]. Tem poucos ainda porque eu trabalhava e não dava tempo. Agora estou começando a me programar para fazer mais por semana. Estão praticamente todos na Zona Sul de São Paulo. A ideia era ter esse material além do virtual, para que ele pudesse ser mais propagado e chegar a mais pessoas. O livro será todo em aquarela.

In realtà ho iniziato a ricevere alcuni racconti tra i complimenti che mi fanno per il mio lavoro. Le donne mi scrivono di quanto si identificano e dei motivi che le fanno sentire parte della mia arte insieme alle storie vere. Ho utilizzato murales, adesivi e manifesti. Sono ancora pochi perché quando ho iniziato, lavoravo e non avevo molto tempo ma adesso sto progettando di comporli settimanalmente. Si trovano tutti nella parte sud di San Paolo. L'idea originaria era di avere altro materiale oltre a quello virtuale in modo che potesse essere diffuso più facilmente ed arrivasse prima alle persone. Nel libro ci saranno solo acquerelli.

Qui sotto alcuni murales di Negahamburguer ispirati dai racconti delle lettrici del suo blog:

Eu peso 120kg e vivo numa luta diária comigo mesma, eu me odeio. eu tento de todas as formas aceitar o meu corpo… mas é muito difícil. e em casa é uma pressão muito grande por parte da minha familia para que eu emagreça, na escola, com os amigos… a pressão está comigo 24h, aonde quer que eu vá (…) Eu vim pra casa, chorei e quase tentei me matar (mais uma vez…)
E todos os dias, todos os dias eu lembro disso… essa frase não sai da minha cabeça “eu nao sinto tesão por você”, isso está me matando, sabe? (…) Bom, esse é o meu relato… é também um desabafo. eu tinha que contar isso pra alguém. ): Obrigada por existir, nega. seu trabalho aos poucos está me levando ao caminho da aceitação… de verdade. obrigada..

Peso 120 kg e vivo quotidianamente una lotta contro me stessa, mi odio. Ci provo in tutti i modi ad accettare il mio corpo… ma è veramente difficile. A casa i miei famigliari mi fanno pressioni perché dimagrisca ed è lo stesso a scuola e con i miei amici… sono stressata 24 ore su 24, ovunque io vada (…) Un giorno sono tornata a casa, ho pianto ed ho provato ad uccidermi (più di una volta).

Ogni giorno, ogni santo giorno, mi ricordo di questa situazione… e ho questa frase che non mi esce dalla testa: “io non sono attratto da te”… tutto questo mi uccide, sai? (…) Bene, questa è la mia storia… ed anche uno sfogo personale. Avevo bisogno di raccontarlo a qualcuno ): grazie di esistere, nega. Il tuo lavoro poco a poco mi sta aiutando… grazie veramente.

"Ser linda assim é um tesão"

“Essere belle così è emozionante”

(…) Estou namorando há oito meses e me sinto muito bem, mas no começo do namoro fiquei muito incomodada com uma garota que mora na mesma casa que meu namorado (Casa do Estudante Universitário).
Ela disse que era muito bonito ele “me assumir”, tipo namorar uma garota gorda é um favor, uma ‘boa ação’, a forma como ela se colocou (com seus padrões estéticos bem definidos) foi que ela nunca imaginaria que um homem como meu namorado preferisse a mim do que a ela, se referindo a forma física mesmo (…) Só tenho convicção de uma coisa EU NÃO PRECISO SER MAGRA PARA SER FELIZ.

(…) Sono fidanzata da otto mesi e sto benissimo, ma all'inizio della mia relazione sono rimasta molto infastidita dalla coinquilina del mio ragazzo (vivono nella casa dello studente). La ragazza in questione mi diceva che per lui era un bene che io “avessi avuto la sua approvazione”, che frequentare una ragazza in carne è “una buona azione”; mi ha praticamente detto che non si sarebbe mai aspettata che un ragazzo come il mio fidanzato potesse preferire una come me a lei, (con i suoi canoni estetici ben definiti), riferendosi ovviamente alla forma fisica (…). Io sono solo convinta di una cosa: NON HO BISOGNO DI ESSERE MAGRA PER ESSERE FELICE.

 

"A coisa mais gostosa é sentir amor ao se olhar no espelho"

“La cosa più piacevole è provare amore nel guardarsi allo specchio”

Há coisas muito engraçadas nessa sociedade, sabe?
Desde sempre fui gorda e, assim como eu, minha irmã. Todos pegavam em nosso pé, diziam que éramos lindas, mas que se emagrecêssemos “arrumaríamos” qualquer homem que a gente desejasse. Daí, aprendi a ver milhares de defeitos em mim mesma (…) Ninguém me amou verdadeiramente até eu me aceitar e me amar, até meu amor próprio virar incondicional e eu já não precisar de amor alheio para me sentir completa. Hoje tenho uma pessoa linda e maravilhosa ao meu lado que me respeita, me enche de amor e que ama meu corpinho no formato “ampulheta”. KKK. E a sociedade nunca estará satisfeita, visse?

Ci sono anche cose molto divertenti, sapete?

Sono sempre stata grassa e come me anche mia sorella. Tutti cadevano ai nostri piedi, ci dicevano che eravamo belle ma che se fossimo dimagrite avremmo rimorchiato qualsiasi uomo. Da quel momento in poi ho iniziato a vedere in me centinaia di difetti (…). Nessuno mi ha mai amato veramente fino a che non ho accettato e amato me stessa, fino a che il mio amore non è diventato assoluto e non ho più avuto bisogno dell'amore di un altro per sentirmi completa. Oggi ho al mio fianco una persona stupenda che mi rispetta, mi riempie d'affetto e ama il mio corpo “a clessidra”. HIHIHI. Vedete, la società non sarà mai soddisfatta.

"Meu tamanho é lindo!"

“Il mio corpo è bello, il mio peso è giusto”

Dopo l'idea lanciata dal blog, la pagina Facebook ed i graffiti sui muri, l'unica cosa che mancava era un libro, che verrà pubblicato a breve e sarà finanziato attraverso il sito di crowfunding catarse. Il progetto ha già raccolto cifre che superano quelle stabilite inizialmente, intorno ai 2000 R$ (circa 9130$) e ha ancora 30 giorni di tempo per ricevere finanziamenti.

Tutte le immagini sono state pubblicate previa autorizzazione.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.