chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Arabia Saudita: giornalista arrestato per aver difeso le donne al volante

Tariq Al Mubarak - a Saudi writer in jail for supporting women in his country to drive. Photo credit: Eman Al Najfan @Saudiwoman

Tariq Al Mubarak: il giornalista saudita arrestato per aver sostenuto il diritto delle donne del suo paese a guidare. Foto presa da: Eman Al Najfan @Saudiwoman

Tariq Al Mubarak, un giornalista e insegnante delle scuole superiori saudita, è stato arrestato [en] per aver dato il proprio sostegno a una campagna organizzata per consentire alle donne di guidare nella monarchia assoluta.

Le attiviste avevano fissato per il 26 ottobre [it, come tutti i link seguenti salvo diversa indicazione] la campagna per lottare contro il divieto di guida imposto alle donne, incoraggiandole a mettersi al volante.

Secondo quanto riferito, sono stati istituiti dei posti di blocco sulle strade del paese, per accertarsi che ci fossero solo uomini alla guida. Per lungo tempo, il divieto di guida alle donne è stato attribuito alle caratteristiche sociali e al tradizionalismo dell'Arabia Saudita. Dopo il 26 ottobre e l'arresto di donne che hanno provato a guidare, la responsabilità del governo al riguardo è diventata più evidente.

Reporter senza frontiere ha richiesto il rilascio immediato e senza condizioni di Al Mubarak, trattenuto presso il Dipartimento di Polizia Giudiziaria dal 27 ottobre, a quanto pare per aver criticato il divieto di guida alle donne nei suoi articoli.

Su Twitter, l'hashtag #أطلقوا_طارق_المبارك [ar], ovvero “Liberate Tariq Al Mubarak”, sta raccogliendo consensi.

La blogger saudita Tamador Al Yami chiede ai lettori di firmare la petizione online per il suo rilascio:

Un giornalista e professore arrestato per aver sostenuto#women2drive https://t.co/JwG5XtQspI #FreeTariqAlmubarak #أطلقوا_طارق_المبارك

— تماضر اليامي Tamador (@TamadorAlyami) October 31, 2013

E aggiunge [ar]:

Non ha infranto alcuna legge. Non ha manifestato davanti alla residenza del governatore né chiesto favori personali. Ha solo espresso la sua opinione su una questione sociale. Quello che gli sta succedendo è inaccettabile.

Ebtisam dice:

Liberate Tariq Al Mubarak perchè ha difeso i nostri diritti ed è stato arrestato per questo. Adesso tocca a noi rivendicare i suoi.

Il Dott. Waleed AlMajed commenta:

Liberate Tariq Al Mubarak, arrestato per una questione che il governo ha definito sociale e non politica.

E Madeha Al Ajroush chiede:

Incarcerare Tariq significa non poter condividere una visione progressista#أطلقوا_طارق_المبارك #FreeTariqAlMubarak

Abo 3asam conclude scrivendo:

I penitenziari di questo paese sono come i polmoni: imprigionano ossigeno pulito e rilasciano anidride carbonica pericolosa.

Stando all'indice della libertà di stampa di RSF, l'Arabia Saudita occupa il 163° posto su 179 paesi.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.