chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

VIDEO: “Lavorano per morire” misteriosa epidemia uccide gli agricoltori dell'America Centrale

Una misteriosa epidemia sta colpendo gli agricoltori che lavorano nelle terre lungo la costa dell'America Centrale:

Nella regione compresa tra Panama ed il sud del Messico, i contadini soffrono di insufficienza renale con tassi mai visti in altre parti del mondo. Famiglie e città sono devastate dalla perdita, quasi completa, di generazioni di uomini.

Dal 2000, l'insufficienza renale cronica ha ucciso più di 24.000 persone a El Salvador e Nicaragua, i paesi più colpiti dalla malattia.

Una ricerca scientifica rigorosa è appena cominciata nelle comunità colpite, e per il momento sono stati rilevati pochi dati definitivi, ma gli esperti ritengono di avere un'ipotesi credibile. Sostengono che l'origine dell'epidemia stia nell'ambito del faticoso lavoro svolto dalle persone colpite.

Il fotografo peruviano Esteban Félix [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] di Associated Press, ha documentato l'effetto dell'epidemia a Chichigalpa, in Nicaragua, una delle comunità maggiormente colpite.

Per il suo lavoro, Félix ha ricevuto il Premio di Giornalismo ‘Gabriel García Marquez’ [es] di quest'anno, nella categoria dell’ Immagine Giornalistica.

In questo video, realizzato da Alba Mora (@albamoraroca) e con musica di Dan Bality, Félix racconta le storie dietro le fotografie scattate a Chichigalpa. Con le sue stesse parole, Félix riassume così:

Uno lavora per vivere, ma la verità è che questa gente lavora per morire.

Filmato Bitter Sugar: A Mystery Disease dall'utente Alba Mora su Vimeo.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.