chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Cina e Corea del Nord: L’ inevitabile destino di Jang Song Thaek sotto la dittatura

Kim Jong Il's statue at Pyongyang. Photo by Flickr user: Matt Paish (CC: AT-SA)

La statua di Kim Jong Il a Pyongyang. Foto dell'utente Flickr Matt Paish (CC: AT-SA)

L'epurazione ed esecuzione di Jang Song Thaek [en], zio del leader nordcoreano Kim Jong Un, ha lasciato il mondo senza parole, e in particolar modo la Cina, vicino nonché alleato della Corea del Nord.

Jang, responsabile della riforma economica della Corea del Nord, ha lavorato a stretto contatto con la Cina, incoraggiando la cooperazione economica tra i due Paesi. Tra le accuse rivoltegli, quella di aver svenduto le preziose risorse le suo Paese.

Mentre da una parte il Ministro degli Affari Esteri cinese ha ritenuto l'esecuzione di Jang un “affare interno” della Corea del Nord [en], dall'altra i netizen cinesi si sono indignati e hanno colto l'occasione per fermarsi a riflettere sulla natura disumana della dittatura.
Su Sina Weibo, piattaforma simile al nostro Twitter, Lian Pang, giornalista e scrittore, ha criticato [zh, come tutti gli altri link salvo diversa indicazione] la mancanza di carattere del Ministro degli Esteri:

张成泽被枪毙了,某国外交部发言人说“这是朝鲜的内部事务”。好吧,那发展核武器算不算内部事务?朝鲜发生这样残酷的人道灾难,国际社会其他成员都负有道义责任。[…]如此表态只会给外界一种站在邪恶一边的观感。

Jang Song Thaek è stato giustiziato e un portavoce estero ha affermato che “si tratta di un affare interno della Corea del Nord”. Ok, cosa mi dice allora dello sviluppo nucleare? È anche quello un affare interno? Quel che sta accadendo in Corea del Nord è un disastro umano e qualsiasi membro della società internazionale dovrebbe assumersene le responsabilità. […] L'attuale presa di posizione fa credere al mondo che prendiate le parti del diavolo.

Lo scrittore Christophfer Jing ha ripercorso la storia contemporanea cinese e ha messo in discussione l'alleanza tra la Cina e la Corea del Nord:

抗美援朝,无数中华儿女长眠异乡(战斗伤亡36万,非战斗伤亡41万,被俘2.1万),难道就为了传承白头山世袭血统金正恩这个80后暴君?朝鲜对中国的战略价值已成反作用,金家三代深谙中国,玩弄的正是中国,杀张成泽涉及与中国资源合作,一个喜怒无常的君主制,一翻脸就是中国的死敌,一有原子弹,投谁?

Così tanti giovani cinesi sono morti durante la guerra, per appoggiare la Corea del Nord contro gli Stati Uniti (360.000 soldati e 410.000 civili cinesi sono morti; 21.000 sono stati rapiti). Abbiamo davvero sacrificato tutto ciò per aiutare Kim Jung Un, un dittatore post anni '80, a ereditare il suo posto al trono? L'importanza strategica della Corea del Nord per la Cina sta conducendo a effetti contrari rispetto a quanto auspicato. Le tre generazioni di Kim si sono prese gioco della Cina e l'esecuzione di Jang Song Thaek è strettamente legata alla sua cooperazione con quest'ultima. Una volta che il folle monarca si sarà trasformato nel nemico della Cina, se in possesso della bomba atomica, verso chi la punterà?

Xia Shang, autore di romanzi cinese, ha esteso la critica al sistema dittatoriale:

三胖杀姑父根本不是国家事件,而是打着党名义的金家私事。张成泽作为独裁政权的捍卫者和帮凶,也不过是入瓮之君,死得其所。专制的游戏规则就是没有规则,一切均以一党一己之私利为纲。也别嘲笑白头山血统的说辞,井冈山血统依然伟大光荣正确。

L'esecuzione dello zio del grassone non ha nulla a che vedere con l'interesse nazionale. Egli trasforma il partito in affari di famiglia. Appoggiando la dittatura, Jang Song Thaek si è scavato la fossa da solo. Si è meritato di morire. La sola regola della dittatura è non avere nessuna regola. L'unica cosa che importa è l'interesse del partito. Non ridete di fronte all'appello da parte di Paektu Mountain (Corea del Nord) alla legittimazione del lignaggio dei Kim, il nostro lignaggio trova già di per sé origine nel Monte Jinggang [en] (la base dell'Armata Rossa del Partito Comunista cinese).

La sottile critica di Xia Shang alla dittatura del Partito Comunista cinese ha incontrato l'approvazione di molti utenti della rete. Sotto alcuni dei loro commenti tradotti da [en] ChinaSmack:

“Top Tomb”: Il potere distrugge l'umanità delle persone. Di fronte a chi detiene un potere maggiore, chiunque non vale niente di più di un cane. In una società di dittatura totalitaria, nessuno può considerarsi al sicuro!

mdjswc: Con epurazioni di questo calibro, sei probabilmente a un passo dalla tua stessa fine! Se nemmeno tuo zio riesce a sfuggire all'epurazione, su chi puoi fare affidamento? Come dice l'antico proverbio: Nessuno è in grado di far fronte all'ira del popolo! La fine dello stesso Kim Jong-un potrebbe essere ancor più miserabile!

Nicolai: Sigh, che tristezza! In una nazione così, dove ieri eri un ospite d'onore e in un batter d'occhio diventi prigioniero, nemmeno un comandate in seconda saprà mai se sopravviverà al domani. Figuriamoci i normali cittadini.

In realtà l'esecuzione di Jang ha ricordato a molti netizen la grande epurazione durante la Grande rivoluzione culturale cinese [it, come tutti i link seguenti salvo diversa indicazione]. “Reincarnation-back-to-world”, utente anonimo di Weibo, ha fatto esplicitamente notare la relazione [zh]:

朝鲜对张成泽反革命集团进行大清洗,是当年文革的翻版;当年文革中,灭老刘、杀贺龙、整老彭、戮林彪,挑动全国武斗;也是当年苏联大清洗的翻版;斯大林杀害苏联高级军官老百姓上千万!清洗、镇压、独裁分子都这么干!

L'epurazione dell’ anti-rivoluzionario Jang Song Thaek in Corea del Nord non è altro che una replica della Rivoluzione culturale. Durante la Rivoluzione, i vecchi compagni Liu [Shaoqi], He Long, Peng Dehuai, e Lin Biao furono uccisi, e all'interno della nazione ognuno combatteva contro l'altro. Si tratta allo stesso modo di una ripetizione della Grande purga dell’ URSS. Stalin fece uccidere migliaia di alti ufficiali e gente comune. Non esiste dittatore che non ami epurazioni e repressione.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.