chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

India: Tutti pazzi per l'oro, ma perchè l'attrice Rima Kallingal si è sposata senza?

Earlier this year price of Gold fell considerably in India prompting people in large number to rush to Shops to buy Gold. Image by Sanjoy Karmakar. Copyright Demotix (18/4/2013)

All'inizio di quest'anno, in India, il prezzo dell'oro è crollato, inducendo la gente a precipitarsi in massa verso i negozi per acquistare il metallo prezioso. Immagine di Sanjoy Karmakar. Copyright Demotix (18/4/2013)

Il Kerala, stato sudorientale dell’India, ha un’ impareggiabile brama d’oro. Soprannominato dal New York times lo scorso anno come “il paese dell'oro” [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione], questo stato conta solo il 3% della popolazione indiana, ma consuma ogni anno ben il 20% dell’oro dell’ intero paese. In Kerala si trovano alcuni degli showroom dell’oro tra i più grandi dell’ Asia. Qui i neonati vengono nutriti con povere d’oro e miele. Le spose sono solitamente agghindate d’oro dalla testa ai piedi.

E’ per questo motivo che l’attrice indiana Rima Kallingal [malayam, lingua del Kerala], originaria del Kerala, ha recentemente creato numerose polemiche quando si è sposata con una cerimonia semplice, senza il prezioso metallo. In un momento in cui molte sue colleghe famose spesso appaiono come testimonial di marche di gioielli, la sua decisione ha lanciato un grande messaggio.

Rima ha spiegato le sue ragioni su Facebook [malayam]:

പ്രിയരെ, നവംബർ ഒന്നാം തിയതി, കേരളപിറവി ദിനത്തിൽ ഞങ്ങൾ വിവാഹിതരാവുന്ന വിവരം സസന്തോഷം അറിയിക്കട്ടെ. ഞങളുടെ മാതാപിതാക്കളുടെയും സുഹൃത്തുക്കളുടെയും സാനിദ്ധ്യത്തിൽ എറണകുളം കാക്കനാട് രെജിസ്ട്രാർ ഓഫീസിൽ ഒരു രജിസ്റ്റർ വിവാഹത്തിൽ ഒതുങ്ങും ചടങ്ങുകൾ. ബന്ധുക്കളേയും, സഹപ്രവർത്തകരെയും, സുഹൃത്തുക്കളേയും, മാധ്യമപ്രവർത്തകരേയും ക്ഷണിച്ച് വിരുന്ന് നൽകേണ്ട നാട്ടുനടപ്പുണ്ട് എങ്കിലും, തല്ക്കാലം ആ ചിലവുകൾ ഒഴിവാക്കി നിങ്ങളുടെ എല്ലാവരുടെയും പേരിൽ വിവാഹ ചിലവുകൾകായുള്ള പണം എറണകുളം സർകാർ ആശുപത്രിയിൽ അർബുദ രോഗത്തോടു മല്ലിടുന്ന സാധാരണക്കാരായ രോഗികളുടെ ചികിത്സക് വേണ്ടി കൊടുക്കുകയാണ്. ഈ തുക ഞങളുടെ രണ്ടുപേരുടെയും സിനിമയിൽ നിന്നുള്ള വരുമാനമാണ്‌. എല്ലാവരുടെയും സ്നേഹത്തിനും പിന്തുണക്കും നന്ദി പറയന്നു. എം പി. പി രാജീവിനോടും, എറണകുളം ജനറൽ ആശുപത്രിയിലെ ഡോക്റെര്മാരോടും, അതോടൊപ്പം ഞങളുടെ മനസറിഞ്ഞ് കൂടെ നിന്ന മാതാപിതാക്കളോടും സുഹൃത്തുക്കളോടും പ്രത്യേകം നന്ദി അറിയിക്കുന്നു.

സ്നേഹത്തോടെ -
റിമ കല്ലിങ്കൽ, ആഷിഖ് അബു

Actress Rima Kallingal. Image via WIkimedia Commons. CC BY-SA

L'attrice Rima Kallingal. Immagine via Wikimedia Commons. CC BY-SA

Oggi, se mia nonna fosse viva, sarebbe rimasta affascinata nel vedermi come sposa, ma allo stesso tempo sarebbe stata straziata nel vedermi non vestita d'oro dalla testa ai piedi! Fin da quando ero molto piccola, ho sempre saputo che non avrei voluto indossare molto oro al mio matrimonio… Per ragioni estetiche…
Ma crescendo quest’ idea si è rafforzata in me, anche ad altri livelli, e oggi, sposandomi, voglio sfruttare la magnifica vita che ho e l’incredibile palcoscenico che il cinema mi ha dato, per trasmettere la mia tenace protesta contro la ‘dote’, un sistema che ancora oggi ci attanaglia sfacciatamente e silenziosamente, e per dedicare la mia decisione a quei milioni di genitori che hanno passato la propria vita ad arricchirsi grazie ai matrimoni dei propri figli!

Oggi non indosserò un singolo grammo d’oro :)

La lunga storia dell’oro del Kerala

La storia ha ben documentato la smania per l'oro di molte civiltà e culture. Faraoni, re, imperatori e i protagonisti della ‘Corsa all’oro’ del 1849 in America orientale: tutti avevano un particolare fiuto per questo metallo prezioso.

L’ amore indiano per l’oro è molto più di un semplice investimento. E’ un aspetto emotivo, culturale, religioso e socio-politico. L’amore indiano per il metallo giallo risale ad oltre 4000 anni fa, quando la popolazione della valle dell’Indo ha per la prima volta utilizzato l’oro per produrne gioielli. Ma è stata anche una storia di sopravvivenza; l’oro era un qualcosa che poteva essere conservato e lasciato in eredità, senza interferenze burocratiche. Milioni di persone in India hanno investito in attività o in titoli impegnando i propri gioielli in oro.

Il vincolo che lega la gente a questo prezioso metallo è molto profondo. Se non fosse stato per l’oro, il destino del popolo indiano nel corso della storia sarebbe potuto essere peggiore. E’ per questo che ha ancora una forte valenza la storia di Nirupama, una ragazzina di 9 anni che cedette tutti i suoi gioielli in oro a beneficio della lotta per la libertà contro i Britannici nel 1934, quando l’India era ancora sotto le leggi coloniali.

La storia dell’oro del Kerala ha avuto inzio quando i Romani barattavano i metalli con le spezie. Oggigiorno, più di 200.000 persone in Kerala lavorano nell’industria dell’oreficeria e si dice che lo stato abbia più di 5000 rivenditori.

La prova più evidente di questa ossessione per l’oro può essere vista nei matrimoni, in cui le spose indossano così tanto oro che il suo peso può rendere difficile muoversi con grazia, questa è una scena diventata ormai ordinaria.

‘La dote non riguarda solo l’oro’

Benché sia illegale, la dote [it] (cioè la ricchezza ceduta dalla famiglia della sposa allo sposo e alla sua famiglia) non è un elemento raro della vita in Kerala, sebbene la moda delle spose di indossare ornamenti in oro il giorno del loro matrimonio non deve necessariamente essere considerata parte della dote. Visto l’aumento della violenza e delle morti legate alla dote nell’ultima decade in India, la tradizione è diventata un motivo di preoccupazione.

Molti utenti dei social media hanno esultato per la decisione presa dall’attrice Rima Kallingal, di non indossare oro durante il suo matrimonio, considerandola come un messaggio contro il sistema della dote.
L'utente Siya Siyaa, una donna residente a Dubai, ha affermato di voler tentare di trasmettere gli stessi valori di Kallingal alle sue figlie:

Reema ti adoro… se fosse ora (il mio matrimonio), vorrei aver preso la stessa decisione… ora posso solo cercare di infondere queste vedute ai miei pargoli… :)

L'utente Blogan ha riflettuto sul suo blog [malayam, come i seguenti, salvo diversa indicazione], sul perché i media non avessero dato all’attrice molta attenzione sulla questione:

ഒരു ജനതയുടെ സ്വര്‍ണ്ണ ഭ്രമത്തെ ഒരു പെണ്ണ് സ്വന്തം വിവാഹം കൊണ്ട് വെല്ലുവിളിച്ചപ്പോള്‍ അത് ചര്‍ച്ച ചെയ്യാന്‍, ഇരുണ്ട ‘സ്വര്‍ണ്ണ മനസ്സുകളിലേക്ക്’ ഒരു നുറുങ്ങുവെട്ടമെങ്കിലും പകരാന്‍ അവസരം വന്നപ്പോള്‍ ‘സാമൂഹ്യ പ്രതിബദ്ധത’ മുഖ മുദ്രയാക്കി എഴുതിച്ചേര്‍ത്ത മാധ്യമ പന്നന്‍മാരൊന്നും മുന്നോട്ട് വന്നില്ല , 

അരക്ക് താഴേക്ക് അഭിരമിക്കാന്‍ ഒന്നുമില്ലാത്ത സ്ത്രീവിഷയങ്ങള്‍ ആര്‍ക്കുവേണം?
സഞ്ചരിക്കുന്ന ജ്വല്ലറികളായിക്കൊണ്ട് കല്യാണ മണ്ഡപത്തിലേക്ക് കയറിയ ചില നടിമാരുടെ വിവാഹങ്ങള്‍ ഇതേ മാധ്യമങ്ങള്‍ ആര്‍ഭാടമാക്കിയിരുന്നു എന്നുകൂടി ഓര്‍ക്കുക. 

Una cultura fanatica dell’oro dovrebbe sentirsi imbarazzata del fatto che non sia stata data molta importanza alla presa di posizione di Rima, e che i mass media non si siano mai interessati alla questione, dato che solitamente sbavano su ogni matrimonio pomposo della gente ricca e famosa. In un contesto in cui ogni caso di sfruttamento sessuale viene trattato in maniera estrema, ad un così grande gesto compiuto da una donna non è stato dato nessun adito.

Un blogger, noto solo come Film Critic, ha scritto:

കല്യാണ ദിവസം തിരഞ്ഞെടുക്കുന്ന കാര്യം തൊട്ട് ആഷിക് – റീമ ജോടികള്‍ മലയാളിത്തവും , ലാളിത്യവും ഒരുപോലെ കാത്തുസൂക്ഷിച്ചു . എല്ലാ മതസ്ഥരും രഹസ്യമായി നാളും , മുഹൂര്‍ത്തവും നോക്കുന്ന ഇക്കാലത്ത് , മലയാളിത്തവും , കേരളീയതയും വാചകക്കസര്‍ത്തുകള്‍ മാത്രമാകുന്ന ഇക്കാലത്ത് , കേരളപ്പിറവി ദിനത്തില്‍ മുഹൂര്‍ത്തത്തിന്‍റെ തീട്ടൂരങ്ങളില്ലാതെ രണ്ടു റോസാപുഷ്പാലംകൃതമായ മാലകള്‍ പരസ്പരം അണിയിച്ച് ലളിതമായി അവര്‍ വിവാഹിതരായപ്പോള്‍ കാലാകാലങ്ങളായി നിലനില്‍ക്കുന്ന പല മാമൂലുകളും തകര്‍ന്നു വീണു .

Ho molte perplessità in merito a Rima e a [suo marito] Ashig, ma loro sono stati davvero molto coerenti. Hanno tenuto una cerimonia semplice, con sole ghirlande di rose, il ché è un qualcosa di estremamente positivo. 

Indian Bride's typical Jewellery made of Gold. Image by Flickr user Lokendra Nath Roy-Chowdhury. CC BY-NC-SA

Un tipico gioiello indiano da sposa. Immagine di Lokendra Nath Roy-Chowdhury, utente di Flickr. CC BY-NC-SA

Ad ogni modo, non tutti gli utenti sono stati contentissimi dei commenti dell’attrice.

Resmi Vava, una studentessa ricercatrice dell’ IISER-P, ha scritto sul suo account Google Plus:

സ്ത്രീധനമെന്നാല്‍ സ്വര്‍ണ്ണമെന്നു നിസ്സാര‌വത്കരിക്കുന്നതിനോടു യോജിപ്പില്ല എങ്കിലും..

La dote non riguarda solo l’oro, che non è altro che un’eccessiva semplificazione della questione, ed io ho diverse perplessità contro di essa. Tuttavia, i suoi punti di vista sono interessanti.

Sreebitha P. V., assistente presso l’Università Centrale di Karnataka, ha assunto un’ interessante posizione [en], sul sito Round Table India:

Non sono mica state ragioni estetiche ad impedirmi di indossare l’oro. Semplicemente sono state le circostanze socio-economiche in cui sono nata.

Infatti, è molto facile per donne di casta alta e di classi privilegiate come Rima prendere la decisione di non indossare oro per il proprio matrimonio e contribuire così a migliaia di altre cause. E cosa dire allora della gente appartenente alla casta sottosviluppata [nota come OBC – Other Backward Class] o dei Paria [o Dalit, ossia i fuori-casta, gli intoccabili] che non possono avere la fortuna di indossare l’oro anche quando lo desidererebbero, soprattutto nel contesto socio-culturale del Kerala, dove l’oro simboleggia il proprio status sociale! E cosa diciamo delle persone dell’ OBC o dei Paria, che pensano che sia un loro diritto conquistare questo status indossando l’oro? Cosa dire delle persone dell’ OBC e dei Paria, che credono disperatamente di poter fronteggiare il patriarcato di casta indossando dell’oro?

Sreebitha fa anche riferimento alla “Kallumala samaram” (la ‘rivolta delle collane di pietre preziose’) che ebbe luogo a Kanjaveli, vicino Kollam, in Kerala, dove le donne della casta più bassa (Pulaya) dovettero lottare con la casta più alta per poter indossare oro e pietre preziose [en].

Sebbene gli Indiani lottino ancora contro un’autorità mediocre e contro la mancanza di una rete di sicurezza sociale, e sebbene le aree rurali siano ancora prive di un buon sistema bancario, un investimento che essi possono addirittura indossare e che racchiude la possibilità di salire nella scala sociale, rimarrà proprio il metallo prezioso della scelta. 

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.