chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Arabia Saudita: passata la discussa legge “anti-terrorismo”

In Arabia Saudita la richiesta di riforme politiche è considerata un atto di terrorismo, secondo un nuova legge divenuta effettiva da oggi.

Il Consiglio dei Ministri, presieduto dal Re Saudita King Abdullah bin Abdulaziz Al Saud ha approvato lunedì [16 dicembre], in ambito di diritto penale, la legge sui reati terroristici e il finanziamento del terrorismo. La bozza della legge ha ricevuto molte critiche [en, come i link successivi salvo dove diversamente indicato] quando è stata divulgata da Amnesty International (AI) nel luglio del 2011. La stessa AI commentava:

Se passasse consentirebbe anche al più piccolo atto di dissenso pacifico di essere definito terrorismo e si rischierebbe una imponente violazione dei diritti umani. […] La definizione nella bozza di “reati di terrorismo” è così ampia che si presta a diverse interpretazioni e possibili abusi, e in effetti potrebbe criminalizzare il dissenso legittimo.

Nella bozza della legge, i reati di terrorismo includono azioni come “mettere a repentaglio… l’unità nazionale”, “bloccare la legge o alcuni dei suoi articoli” o “danneggiare la reputazione dello stato o la sua immagine”.

saudi-arabia-antiterror-law-22.07.11

La copertina della bozza della legge “anti-terrorismo” così come pubblicata da AI.

Più precisamente, la bozza della legge imponeva un minimo di cinque anni di prigione per “chiunque promuova, verbalmente o in forma scritta, atti di terrorismo, o qualunque attività che sia contraria all’orientamento politico del regno, ogni idea che sia in contrasto con l’unità nazionale…”.

All'epoca, un portavoce dell'assemblea consultiva in carica, ha dichiarato alla Reuters:

“La bozza pubblicata non è la versione finale” ha dichiarato Mohammed Almohanna, portavoce dell'assemblea consultiva.

Ha inoltre dichiarato: “La legge è stata discussa durante una sessione del Consiglio della Shura. Si trattava di una bozza e sono stati apportati dei cambiamenti che assicurano che la stessa sia compatibile con la Sharia (legge islamica) e non violi i diritti dei cittadini e le leggi esistenti del paese”.

La versione finale della legge deve essere ancora ufficialmente pubblicata.

Su Twitter, un utente di nome Sigh, commenta [ar]:

La definizione di terrorismo nella la legge contro i reati e il finanziamento del terrorismo, che è stata approvata oggi, paragona ogni tentativo di riforma politica in Arabia Saudita a un atto di terrorismo!

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.