chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Spagna: da Barcellona a Madrid per amore di un candidato presidente

La Blogger Denise Duncan scrive una confessione [es] sul suo blog:

¿Por qué voy a viajar 1400 kilómetros para votar por Luis Guillermo Solís? ¿Por qué ir y volver de Barcelona a Madrid en 24 horas? ¡Pero es un voto, nada más!, podría pensarse. ¿Qué diferencia hay? Una: estoy enamorada.

Perché viaggerò per 1400 chilometri per votare per Luis Guillermo Solís? Perché viaggerò da Barcellona a Madrid e poi tornerò indietro in 24 ore? Ma è solo un voto, niente di più!, potreste pensare. Che differenza fa? Una: sono innamorata.

Denise è una cittadina della Costa Rica che vive a Barcellona e viaggerà fino a Madrid per dare il suo voto a Luis Guillermo Solís Rivera [es], il candidato alla presidenza nelle prossime elezioni del 2 Febbraio 2014. 

Racconta di un esperienza passata, quando trascorse 24 ore in un treno per incontrare l'uomo che ora è suo marito. Finisce la confessione dicendo:

Entonces brindaré por lo que viene, por un cambio que hará que mi corazón diga: yo recorrí 1400 kilómetros por dos hombres decentes en mi vida. Uno es mi marido. El otro el Presidente de la República.

Poi brinderò a ciò che verrà, ad un cambiamento che permetterà al mio cuore di dire: Ho viaggiato 1400 chilometri per due uomini nella mia vita. Uno è mio marito. L'altro è il Presidente della Repubblica.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.