chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Argentina: la cucina tipica attraverso le migrazioni

I vari flussi migratori che a partire dagli anni '80 del XIX secolo giunsero in Argentina hanno contribuito alla ricchezza e alla diversità della cucina “tipica” [es, come nei link successivi, salvo diversa indicazione] che oggi si può trovare in tutto il Paese sudamericano.

Le più diverse tradizioni — dai balli tipici, ai concorsi, ai souvenir — si riaffacciano oggi nelle feste delle comunità che rappresentano anche un'occasione per gustare piatti delle varie nazionalità. Una di queste feste, che si tiene ogni anno a Rosario rappresenta, soprattutto nel menú, le comunità latine, europee e asiatiche. Nel video che segue la comunità paraguayana ci mostra i suoi piatti tipici:

La pagina Facebook Encuentro Anual de Colectividades [Incontro annuale delle comunità] presenta alcuni dei piatti che saranno presenti all'edizione 2014 della manifestazione, che si terrà ad Alta Gracia, nota città nella provincia di Cordoba, già domicilio di Che Guevara [it].

Imagen de la página de facebook Encuentro Anual de Colectividades

Immagine dalla pagina Facebook Encuentro Anual de Colectividades

Dal canto suo la provincia di Misiones celebra ogni anno in settembre la tradizionale Festa Nazionale del Migrante. In questa occasione la comunità polacca offre la ricetta del Kursak Polski na Royezaj, altrimenti noto come “pollo alla polacca”:

Ingredienti

1 pollo
1 cipolla grande
1 porro
1 peperone rosso medio
1 peperone verde medio
20cl di panna
200g di champignon
sale e pepe

Preparazione della salsa

Tritare finemente la cipolla, soffriggerla con un cucchiaio d'olio, aggiungere i peperoni tagliati a cubetti e il porro tritato sottile.
Mescolare frequentemente ed aggiungere la panna e gli champignon. Lasciar cuocere 5 minuti, salare e pepare. (Si può usare anche un po’ di noce moscata). Se la salsa dovesse risultare troppo densa, aggiungere del latte. Servire in accompagnamento al pollo, cotto separatamente alla griglia o al forno.

Oltre a quelle comuni, ci sono anche feste particolari di alcune comunità, come quella dei tedeschi del Volga [it], che vivono per la maggior parte nella provincia di Entre Ríos. Questa comunità, come rivela il suo nome, viveva nella zona europea meridionale della Russia, proprio nei pressi del fiume del Volga, prima della massiccia emigrazione verso l'Argentina a partire dal 1878. La comunità ha mantenuto la sua lingua e le sue tradizioni, tra cui, ovviamente, figura il cibo. In questo video dell’Associazione Argentina dei Discendenti dei tedeschi del Volga si insegna a fare i kreppel:

Il variegato panorama culturale argentino comprende naturalmente un gran numero di ristoranti stranieri, come il Dobar Tek, in cui la comunità croata in Argentina mantiene vive le sue tradizioni attraverso un ricco menú croato. In questo video si può apprendere l'arte di preparare uno strudel di mele:

Un'altra comunità influente in Argentina è quella armena. La blogger Romina Boyadjian propone i 5 migliori piatti della cucina armena, ma ammette che la comunità armena locale ha contribuito a reinventare i piatti della tradizione:

È curioso come i piatti armeni che si mangiano in Argentina siano molto diversi da quelli che si mangiano in Armenia. Si tratta di un processo di rielaborazione della cucina da parte delle comunità di migranti che parte dalla terra natale, dai costumi che queste persone portano con sè e termina con il pieno riconoscimento da parte della comunità stessa. Alcuni piatti che qui si considerano “tradizionali”, là sono a malapena conosciuti.

La comunità ebraica in Argentina è invece prevalentemente stanziata a Moisés Ville, città fondata proprio dai primi ebrei arrivati nel Paese. In questo video di Señal Santa Fe si può vedere come le tradizioni si mantengano vive in città anche attraverso la preparazione di piatti quali strudel e knishes:

Ma qual è il piatto autoctono che le varie comunità migranti hanno adottato maggiormente arrivando in Argentina? L’asado [it] ovviamente, dato che la maggior parte dei nuovi arrivati era contadina e la carne era il cibo più economico. Qui alcune immagini del Club Argentino de Asadores a la Estaca.

Asado a la Estaca - Imagen. Laura Schneider

Asado a la estaca – Imagen. Laura Schneider

1 commento

unisciti alla conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.