chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Perù: un documentario vivente con i testimoni delle sterilizzazioni forzate

« Il concetto di parlare e ascoltare potrebbe sembrare abbastanza semplice, ma potrebbe essere molto efficace per la comunità” – Maria Court, creatrice del progetto Quipu.

Un grupo de mujeres de Huancabamba que contribuyen al proyecto Quipu. (Fotografía de Alejandra Vélez, publicada con permiso).

Un gruppo di donne di Huancabamba che contribuiscono al progetto Quipu. (Fotografia di Alejandra Vélez, riproduzione autorizzata).

Il Progetto Quipu [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] è un “documentario interrattivo”. Non solo ricerca e registra storie personali, ma è anche un progetto in corso rivolto alla comunità che comporaneamenete è accessibile anche online.

Quipu pretende di chiedere e rendere pubbliche le testimonianze di alcune dell 300,000 donne, la maggior parte indigene, che hanno vissuto sulla loro pelle le campagne di sterilizzazione effettuate in Perù negli anni '90 – molte delle quali non diedero mai il loro consenso informato o furono forzate a farlo.  

Attualmente, Quipu lavora su un esperimento a Huancabamba, a nord del Perù. Si spera di riuscire a propagare il progetto in tutto il paese, dando a tutti coloro che se ne interesseranno l'opportunità di contribuire. 

Raccontare una storia per telefono

I partecipanti al progetto potranno registrare le loro storie ed ascoltarle, soli o accompagnati da altre persone, attraverso una linea telefonica interattiva e usufruendo della crescente accessibilità dei telefoni cellulari. Le storie saranno così disponibili in rete, nel sito di Quipu. 

Il principale obiettivo è quello di sviluppare un sistema che infine permetta al protagonista di sapere se la sua storia sia stata ascoltata. Questa asserzione vuole contrastare la scarsa rappresentazione di questi gruppi indigeni nel governo locale o nei media. 

Vi sono altre ragioni riguardo questo progetto, ovviamente. Quipu funziona come un esercizio per imparare a raccontare storie troppo personali. Siccome l'indagine su questi crimini si è appena avviata, in giudizio si potrebbe aprire le porte anche ad altri testimoni. Se questo accade, potrebbe esserci la possibilit per alcuni membri della comunità di venire nella capitale, Lima, per difendere il loro caso. Se ciò avvenisse, le capacità di raccontare le loro storie dovranno avere un impatto non solo personale ma anche giudiziario.

Collegarsi alle comunità

Anche Dottor Matthew Brown, ricercatore sull’ America Latina dell’ Università di Bristol, sta collaborando. A settembre ha scritto nel blog del progetto: 

He hablado del proyecto con numerosos peruanos, calibrando las oportunidades que podríamos ofrecer para compensar las muchas dificultades que envuelven el proyecto y las politizadas opiniones que rodean cualquier tema vinculado con el polarizador régimen de Fujimori… las memorias del proyecto masivo de esterilización podrían no haber recibido el mismo nivel de atención política o judicial como las que podríamos considerar violaciones de los derechos humanos más claras y «políticas».

Quizá se deba a fatiga de la memoria, a un deseo de la sociedad peruana de dejar de pensar en el pasado en un momento de relativa bonanza económica. Quizá la causa sea que la crisis económica mundial ha reducido los fondos de que disponen las ONG que apoyan la causa. O quizá se deba a que la mayoría de las víctimas eran mujeres y vivían en provincias, lejos del gobierno central.

Ho parlato del progetto con numerosi peruviani, calibrando le opportunità che avremmo potuto offrire per compensare le numerose difficoltà che circondano il progetto, e le opinioni politicizzate che girano intorno a qualsiasi tema legato al regime polarizzatore di Fujimori… i ricordi del massiccio progetto di sterilizzazione potrebbero non avere ricevuto lo stesso grado di attenzione politica o giudiziaria, come possiamo vedere accade chiaramente con le violazioni “politiche” dei diritti umani. 

Forse ciò è dovuto o ad una difficoltà della memoria, o ad un desiderio della società peruviana di smettere di pensare al passato, in un momento di relativo benessere economico. Oppure la causa potrebbe ricercarsi nella crisi economica mondiale, che ha ridotto i fondi disponibili per le varie ONG impegnate in questa causa. O ancora, nel fatto che la maggior parte delle vittime erano donne che vivevano nelle province, lontane dal governo centrale.

La squadra Quipu – che quando non si trova in Perù, ha base nel Chaka Studio [en] di Londra – riconosce l'esistenza di difficoltà di connessione tra queste comunità, spesso distanti. Attualmente stanno lavorando con l'organizzazione femminile locale Istituto per il Sostegno del Movimento Autonomo delle Donne Campesinas (AMAMC) [es] di Huancabamba, per stabilire un collegamento con i capi femminili locali.

Un viejo anuncio pintado sobre planificación familiar: «Solo tú puedes decidir».

Un vecchio annuncio sulla pianificazione familiare: “Solo tu puoi decidere”. Di Alejandra Velez, pubblicato con autorizzazione. 

Durante il periodo di ricerca del progetto, hanno organizzato anche un piano di valutazione dell'interesse locale. Così si descrive nel blog il progetto:  

La recepción por parte de la organización de mujeres de Huancabamba fue increíble. Esperanza, una de sus líderes, comenzó a promover el taller interactivo que estaban organizando en colaboración con Quipu días antes de que llegaran el equipo. Envió un mensaje a través de la radio local, llamando por sus nombres a todas las mujeres invitadas a venir. Sin su ayuda y entusiasmo nunca hubiéramos podido conseguir el éxito que tuvo la prueba de una tecnología tan ajena para la mayoría de nuestros participantes.

L'accoglienza, da parte dell'organizzazione femminile di Huancabamba, è stata incredibile. Esperanza, una delle sue leader, ha cominciato a promuovere il laboratorio interattivo che aveva organizzato in collaborazione con il team di Quipu, giorni prima che giungesse l'equipe. Ha inviato un messaggio attraverso la radio locale, chiamando per nome tutte le donne invitate a presentarsi. Senza il loro aiuto ed entusiasmo non avremmo mai potuto ottenere un test di successo di una tecnologia purtroppo ancora estranea alla maggior parte dei nostri partecipanti. 

Il Perú è molto vario geograficamente parlando, e la campagna di sterilizzazione ha destato l'attenzione di molte comunità indigene di tutto il paese, dalle montagne del nord alla costa occidentale. Molte delle comunità, come quelle di Huancabamba, parlano spagnolo. Ciononostante, altri gruppi, come quelli Incas che vivono vicino Cuzco, parlano la lingua Quechua. É probabile, dice Maria Court, che si stia già avviando un programma di traduzione per inserire altre lingue.

Un folleto del proyecto Quipu que anuncia el programa. Publicado con autorización.

Un depliant del progetto Quipu che pubblicizza il programma. Pubblicato con autorizzazione. 

«Quipu» è un antico sistema di comunicazione Inca composto di fili annodati, non molto diverso da un “filo collettivo di storie orali”.

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.