chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

50 anni dalla dittatura in Brasile: le informazioni ufficiali sul torturatore Paul Aussaresses

Questo post, scritto da Anne Vigna, è stato pubblicato originariamente dal sito Agência Pública [pt, come i seguenti, salvo diversa indicazione], il 1 aprile 2014, in occasione del 50º anniversario del golpe militare in Brasile. L'articolo è stato concesso dall'editore per la pubblicazione su Global Voices. Leggi la prima [it] e seconda [it] parte. 

Aussaresses era considerado um dos oficiais franceses mais capacitados em contra-insurgência.

Aussaresses era considerato uno dei due ufficiali francesi più capaci contro le insurrezioni.

Sebbene gli addetti militari francesi che lo avevano preceduto [it] avesso esercitato liberamente la loro influenza nelle alte sfere del governo militare brasiliano per la ricerca di informazioni, Paul Aussaresses li superò. A Brasilia, scrisse più di 200 pagine di informazioni durante i suoi due anni di servizio – lasciò il paese nel novembre del 1975 – secondo il ricercatore Rodrigo Nabuco, autore di una tesi [fr] riguardante quel periodo. A livello internazionale, Aussaresses, che fu eletto presidente dell'Associazione degli Addetti Militari in Brasile, conferma che lui e i suoi pari occupavano il ruolo centrale nello scambio di informazioni del Condor [it] (l’operazione tra le due dittature del Cono Sud per vigilare, prendere e assassinare gli esiliati), sebbene questo nome non fosse mai menzionato. In un rapporto del 1974, dice:

O SNI (Serviço Nacional de Informações) mantém um relacionamento estreito e cordial com a Argentina, o Uruguai e o Chile. Do mesmo modo, não descuida de seus intercâmbios com a França, onde os exilados são os mais numerosos. E da Suíça onde os bancos guardam dinheiro da subversão.

L’SNI [en] (Servizio Nazionale di Informazioni) mantiene una relazione stretta e cordiale con l'Argentina, l'Uruguay e il Cile. Allo stesso tempo non dimentica dei suoi scambi con la Francia, dove gli esuli sono più numerosi, e la Svizzera, dove le banche proteggono il denaro della sovversione.

Un uomo di relazioni

Nel Brasile della fine del governo Médici – quando la maggioranza dei guerriglieri erano già stati presi, uccisi o esiliati – Aussaresses nota che ci sono meno operazioni convenzionali dell'esercito, ma “alcune sono vere operazioni condotte dalla polizia o dalle forze armate.” Considerandosi un uomo ben informato, aggiunge: “Il volume delle operazioni è difficile da determinare perché sono protette da sigilli, severamente protette”. In un altro rapporto, elogia Orlando Geisel, ministro dell'esercito e coordinatore del meccanismo repressivo nel governo Medici, “uomo di tradizione militare francese che si ispira alla Scuola di Guerra brasiliana”, e con un pizzico di ironia scrive:

no balanço dos excessos e dos desaparecimentos, o II Exército (o comando do DOI-Codi) não tem a consciência tranquila.

Nel bilancio degli eccessi e delle sparizioni, il secondo esercito (il commando del DOI-Codi) non ha la coscienza a posto.

Nello stesso rapporto, Aussaresses riporta una conversazione con Orlando Geisel e altri generali, menzionando una questione che appare ripetutamente nei rapporti degli addetti diplomatici francesi dal 1965: la perdita dell'influenza dei militari francesi da parte degli americani.

Orlando Geisel declarou-se em dívida com a escola francesa pela formação política que prepara os estagiários para exercer um papel significativo em seus países.

Orlando Geisel si dichiarò in debito con la scuola francese, per la formazione politica che gli apprendisti ricevono per prepararsi a ricoprire un ruolo significativo nel loro paese.

Poi, Aussaresses aggiunge il suggerimento del generale per recuperare l'influenza perduta:

Ele acha desejável a cooperação entre as Forças Armadas francesas e brasileiras. E diz que a melhor forma de colaboração é através da troca de estagiários de escolas militares [ pedindo, inclusive, que um oficial francês seja enviado à Escola de Estado Maior brasileira em 1974].

Per lui la cooperazione con le Forze Armate francesi e brasiliane è desiderabile. E dice che la forma migliore di collaborazione è quella attraverso lo scambio degli apprendisti delle scuole militari [chiedendo, inoltre, che un officiale francese sia inviato alla Scuola di Stato Maggiore brasiliana nel 1974].

Riguardo questa cooperazione, parla anche un altro rapporto sullo scambio con la polizia militare brasiliana, in quanto “dai 5 ai 6 ufficiali all'anno vanno seguire dei corsi in Francia”, aggiungendo il seguente commento:

esses cursos são muito procurados pelos brasileiros, que descobrem, às vezes surpresos, que se pode obter informações sem usar tortura. Pode ser que um dia a polícia francesa ajude a PM brasileira a ser menos bruta.

Questi corsi sono molto ricercati dai brasiliani, i quali scoprono, a volte sorpresi, che si possono ottenere informazioni senza usare la tortura. Può essere che un giorno la polizia francese aiuti la polizia militare brasiliana a essere meno brutale.

Un'osservazione che suona assurdamente ironica di fronte alle memorie di Aussaresses, non solo per i crimini confessati di Algeri [it] ma anche per i corsi che tenne negli Stati Uniti e in Brasile – egli dichiarò di essere stato professore nella EsNI (Scuola Nazionale di Informazioni di Brasilia), e nel CIGS, la scuola di guerra nella giungla di Manaus  Riguardo a questa, scrive in uno dei suoi rapporti, senza menzionare il suo ruolo come istruttore: “la direzione della scuola continua dando un il corso di “guerra rivoluzionaria”. E aggiunge: “i colonnelli istruttori della scuola furono alunni della ESG di Parigi”.

Guerra fredda contro gli americani

Trecho de um dos informes de Aussaresses em que recomenda nomes de militares ligados a "escola francesa" para postos de alto escalão.

Frammento di uno dei rapporti di Aussaresses in cui raccomanda alcuni militari legati alla “scuola francese” per alcuni posti di alto livello.

La lettura dei documenti congiunti degli addetti francesi porta ancora verso un'impressione: la battaglia diplomatica con gli Stati Uniti era ancora più dura nell'aspetto commerciale. Nomi di militari incaricati degli acquisti delle Forze Armate, o influenti sulle decisioni, sono citati spesso e Aussaresses spesso menziona il fatto che i militari brasiliani non sembrino disinteressarsi al potere o al combattimento feroce contro gli opponenti interni, una importante condizione del “mercato”. In questo senso, i corsi e i consigli dei creatori della dottrina francese a volte sono moneta di scambio per le transazioni commerciali, come lascia trasparire il rapporto finale di Aussaresses:

Graças em parte aos serviços militares e comerciais da embaixada, a França se tornou o segundo provedor de armas terrestres ao Brasil, depois dos Estados Unidos.

Grazie in parte ai servizi militari e commerciali dell'ambasciata, la Francia diventò il secondo fornitore di armi terrestri per il Brasile, dopo gli Stati Uniti.

Poi, osserva, in relazione ai vantaggi competitivi del rivale:

Todos os comandantes das grandes unidades militares fizeram algum curso nos Estados Unidos, pelo menos na escola do Canal de Panamá, onde estão de maneira permanente os instrutores brasileiros.

Tutti i comandanti delle grandi unità militari hanno fatto qualche corso negli Stati Uniti, almeno nella scuola del Canale di Panama, dove gli istruttori brasiliani si trovano permanentemente.

Da parte sua, Aussaresses tenta di compensare lo svantaggio indicando generali influenti nelle decisioni commerciali per ricevere onori come la Legione di Onore francese –  caso, per esempio, del generale Moacyr Barcellos Potiguara, comandante del IV Esercito che nel 1976 diventò capo dello Stato Maggiore delle Forze Armate. Tra le qualità del generale Barcellos, Aussaresses sottolinea la sua performance a capo della divisione Material Bélico, quando lavorò per la scuola del missile francese Roland che faceva concorrenza con i simili (britannico e americano).

Se a França conseguir participar da reestruturação das indústrias brasileiras de armas e munições será grandemente pela ajuda dele.

Se la Francia riesce a partecipare alla ristrutturazione dell'industria brasiliana di armi e munizioni sarà per gran parte grazie al suo aiuto.

Ad ogni modo, grazie alle relazioni costruite nel corso della Battaglia di Algeri negli Stati Uniti, Aussaresses approfitterà della rete costruita nell'America del Sud per diventare commerciante di armi. Dopo aver lasciato la carica di addetto militare in Brasile, passò a lavorare come rappresentante della compagnia francese Thomson-Brandt in America Latina, rincontrando vecchi amici ufficiali in Brasile, Cile e Argentina, ogni volta in posti più elevati nella gerarchia militare. Come sempre, interessati in ciò che il vecchio generale aveva da offrire.

1 commento

unisciti alla conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.