chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Caraibi: cosa ho imparato sulla responsabilità civile grazie al giardinaggio

A tropical garden in Trinidad and Tobago; photo used with permission.

Un giardino tropicale a Trinidad & Tobago; foto usata con autorizzazione.

Quando faccio giardinaggio penso. Circondata dall'immobilità della natura, la mente può trovarsi in armonia col presente, completamente assorbita da quello che sto facendo, o può vagare – e in questi giorni ha compiuto delle passeggiate tortuose e lunghe, mentre riflettevo sullo stato del mio paese.

Lo scorso weekend, Passando del tempo in giardino, mi sono sentita felice di stare all'aperto, scavando nella terra, meravigliandomi della sensazione elementale della terra nelle mie mani – all’inizio. Nemmeno la pioggia avrebbe potuto cacciarmi dentro. Mischiato con l'aroma di mango maturo e noci di cocco sugli alberi vicini, c'era il profumo di casa. Ma mentre tagliare l'erba diventava più monotono, ho cominciato a pensare ad altre cose: l'escalation della criminalità [en, come i seguenti, salvo diversamente indicato], la corruzione sistematica, un’economia parallela [it], che come si ritiene è costruita sul traffico illecito di droga e armi.

Mentre le mie mani nude faticavano per liberare il prato dalle erbacce che lo stavano lentamente soffocando, la metafora non poteva essere più chiara. Ho imparato molte cose lavorando in giardino, ma non avrei mai pensato che essere un bravo cittadino sarebbe stata una di queste. Ecco alcuni dei semi che sono germinati nella mia coscienza civile.

Devi prendere responsabilità. Nello stesso modo, il mio giardino e la mia nazione. Ho camminato nel mio cortile, visto cose che dovevano essere fatte, e creato delle scuse per cui non potevo farle veramente: non avevo tempo, ero troppo stanca, non era la mia priorità. Il risultato, non sorprendente, era che crescevano le erbacce – ho perso quasi il mio intero giardino sul retro per colpa della sanguinella e questo mi ha reso così triste. Ma se inizialmente non avessi preso la decisione che il mio giardino era responsabilità di qualcun'altro – il giardiniere inaffidabile, il marito occupato – non sarebbe andato a finire così male.

L'erba non è sempre più verde. Ci sono molte cose sbagliate a Trinidad & Tobago, ma ce ne sono anche molte giuste, belle ed edificanti. A volte, la decisione di spostarsi su un nuovo appezzamento di terreno è la cosa giusta, ma a volte, devi per forza rimanere e combattere le erbacce, perché dopotutto, sono le tue. Hai qualcosa a che fare con il fatto che abbiano messo radici: avresti dovuto fare qualcosa per toglierle.

Devi faticare. Non c'è altro modo, devi affrontare il duro, faticoso, fastidioso, scomodo lavoro. Sarà frustrante, sembrerà senza fine e ti convincerai che non stai andando da nessuna parte. Ma il dolore del corpo ti farà sentire che hai lavorato bene per qualcosa di importante, il primo bocciolo di un fiore raro.

Il cambiamento non succederà in un giorno. Differentemente dalle trasformazioni stupefacenti che accadono in un tempo di trenta minuti nelle trasmissioni sul giardinaggio e i lavori di casa, questo tipo di transizioni possono probabilmente muoversi al passo della melassa al setaccio – in inverno. Proprio come ci vuole tempo per liberarsi di un giardino pieno di erbacce o di parassiti, stabilire l'autorità in un sistema pieno di corruzione sarà un lungo e difficile cammino da percorrere. Quel fiore raro sembra essere molto lontano, ma quando finalmente apparirà, sarà più che affascinante.

Potresti non vedere i frutti del tuo lavoro. C'è un proverbio greco che dice: “una società diventa grande quando gli uomini anziani piantano alberi sapendo che non siederanno mai nella loro ombra.” Mi sta bene. Penso che la maggior parte delle persone vogliano che i propri figli ereditino un paese migliore di quello in cui viviamo ora.

Non lasciar passare niente. Le persone di Trinidad hanno un detto: “Dagli un pollice e si prendono una iarda.” Erbacce tenaci, come i fuorilegge della società, stanno solo cercando una scappatoia per stabilirsi. Come elettorato, dobbiamo fare attenzione: dobbiamo essere vigili riguardo agli attacchi alla nostra democrazia, far sentire le nostre voci riguardo a questioni di linee politiche e buongoverno, e avere sistemi efficaci per ricordare ai nostri pubblici ufficiali, se dovessero mai dimenticarlo, di essere lì per servire il bene comune e non quello individuale.

Devi tenere a mente la visione d'insieme. Il giardinaggio può essere molto orientato verso il dettaglio, ma ci si rende conto anche dell'effetto generale – e quello si raggiunge con una comunità forte. Le diversità che vivono in armonia sono le cose di cui sono fatte i bei giardini – e le società forti. 

Tutti devono prendere parte. Una volta ho letto un articolo riguardante un piccolo circolo di giardinieri che radunavano le loro risorse in assenza di lavoro affidabile, facendo a turno per prendersi cura dei rispettivi giardini ogni weekend. I loro giardini e le loro amicizie sono fiorite perché hanno creato una comunità forte e funzionale. Allo stesso modo,  tutti dobbiamo fare ciò che possiamo, anche se poco. Possiamo scrivere un post su un blog o una lettera all'editor? Possiamo rifiutare di razionalizzare il pagamento di tangenti come il costo di fare affari? Possiamo partecipare a una marcia, firmare una petizione, essere attivisti? Come dice l'ambientalista keniana Wangari Maathai in questo commovente video, I will be a hummingbird, tutti possiamo fare qualche cosa. E ogni piccolo sforzo aggiungerà un pezzetto a qualcosa di molto più grande, qualcosa che può veramente fare la differenza.

1 commento

unisciti alla conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.