chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

settembre, 2014

articoli da settembre, 2014

Cina: netizen risponde all'amore patriottico verso il PCC ‘regalando crisantemi’

Protesta di un netizen a suon di 'crisantemi' contro gli insegnamenti pro-partito di un professore. Nel linguaggio online 'crisantemo' significa 'lecchino', questo il messaggio indiretto.

Ucraina: Per i soldati russi il cellulare può essere affilato come una spada

Gli scoop provenienti dall'interno dell'esercito russo potrebbero giungere al termine, ma probabilmente qualcuno riuscirà ancora a trafugare i cellulari dal mondo esterno attraverso i controlli.

Africa: minacce alla libertà di stampa nella lotta contro l'ebola in Liberia

Femen: insolita Ice Bucket Challenge con i ‘secchi di sangue’ dell'Ucraina

Le Femen e gruppi di giovani realizzano video sul tema della 'sfida del secchio di ghiaccio': protestano contro il conflitto in Ucraina usando sangue finto.

Iran: il 70% dei giovani usa strumenti per aggirare i blocchi su internet

According to Iran’s list of Computer Crimes, the distribution of both circumvention technology and instructions to use such tools are both illegal. Violating these laws...

Caraibi: un sistema educativo sempre più severo sta danneggiando i bambini?

Europa: “Generation E” raccoglie le storie degli espatriati europei sotto i 40 anni

"Generation E" ricerca storie dei giovani europei che stanno attraversando i confini immaginari del Vecchio Continente per reinventare la loro vita in un altro paese.

Spagna: l'alternativa politica del partito Podemos in espansione grazie ai ‘circoli’

Il partito politico spagnolo Podemos ha ottenuto l'8% dei voti alle Elezioni Europee e continua a crescere anche grazie al sistema aperto di assemblee pubbliche.

Cina: 5 consigli per prevenire le minacce dello spionaggio virtuale

Cina: Nuove regole sulla messaggistica istantanea

Borneo: nuova specie di ragno prende il nome da attivista scomparso

Vietnam: attivista blogger condannata a 3 anni di prigione per aver ‘bloccato il traffico’

La condanna a 3 anni della blogger attivista vietnamita per "ostruzione del traffico", mostra come il governo faccia di tutto per reprimere i dissidenti politici.