chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Messico: la storia si ripete con la tragedia di Ayotzinapa?

15,000 march against disappearance of Ayotzinapa students, Mexico City, October 8, 2014, by Enrique Perez Huerta. Demotix.

In 15,000 marciano contro la sparizione degli studenti di Ayotzinapa. Città del Messico, 8 ottobre 2014. Foto di Enrique Perez Huerta. Demotix

Come ogni anno, il 2 ottobre il Messico ha commemorato le vittime del tragico massacro degli studenti di Plaza de Tres Culturas; a Tlatelolco nel 1968 [it]. Facendo eco alle parole usate durante la cerimonia del memoriale il giorno dell'anniversario, gli utenti di Twitter hanno passato la scorsa settimana promuovendo l'hashtag #2DeOctobreNoSeOlvida (“Il 2 di ottobre non si dimentica), sostenendo il dibattito pubblico sulla tragedia. Sebbene siano passati 46 anni, i Messicani sentono il massacro terribilmente attuale a causa della recente e misteriosa scomparsa di più di 50 studenti a Guerrero. 

Sono passati 46 anni dal 1968. Finiranno mai le pallottole?

Il 26 settembre , appena un mese fa, la polizia locale di Iguala ha attaccato [en] un gruppo di studenti della Scuola Rurale di Ayotzinapa, uccidendone sei e ferendone diciassette. Altre 25 persone – forse di più – sono semplicemente scomparse. Ironicamente, al momento dell'assalto i giovani si erano riuniti per raccogliere risorse da utilizzare per la 46-esima marcia in commemorazione del massacro di Tlateloco. Gli studenti erano disarmati e diretti verso una manifestazione pacifica contro la discriminazione sul lavoro ai danni degli insegnanti provenienti da aree rurali. 

Ancora un altro caso di esecuzione extra-giudiziale: poliziotti sparano a degli studenti tirocinanti di Ayotzinapa, a Iguala; 5 morti.

Da quel momento, organizzazioni civili in tutto il Messico hanno ripetutamente denunciato [es, come i seguenti, salvo diversa indicazione] le esecuzioni extra-giudiziali, chiedendo che venga avviata una ricerca per gli oltre 50 studenti che rimangono scomparsi. 

Questi sono i 43 studenti di Ayotzinapa scomparsi a Iguala. 

È cruciale ricordare che quello di Ayotzinapa non è un caso isolato [es]: lo stato di Guerrero è uno dei molti stati messicani in cui il crimine organizzato è in guerra per il territorio. Il governo di Iguala, inoltre, non è il solo apparato burocratico messicano paralizzato dalla corruzione. Neanche la brutalità della polizia non è nulla di nuovo. Assassini, sparizioni, tortura – queste sono armi che in tutto il Messico la legge ha rivoltato contro i manifestanti pacifici. Ayotzinapa richiama alla mente altri casi simili, inculsi Aguas Blancas [it], Acteal [es] e Tlataya, dove la polizia corrotta alleata della mafia è riuscita a criminalizzare le proteste sociali.

Il Governo di Guerrero lo ha annunciato ora: 58 studenti di Ayotzinapa sono scomparsi. Li rivogliamo indietro vivi. 

La Scuola Rurale Raúl Isidro Burgos di Ayotzinapa è stata fondata il 2 Marzo 1926 per offrire ai figli di contadini accesso all'educazione. Entrambi Lucio Cabañas e Genaro Vázquez, capi della guerriglia che si oppose all'espropriazione di terre negli anni '60 e '70, vi avevano studiato. I suoi studenti sono famosi per il loro attivismo, che chiede una migliore educazione e una maggiore possibilità di iscrizione per i figli dei contadini. 

Oggi Ayotzinapa guarda indietro al passato. Chiediamo giustizia!

Sia il governo di Jalisco che il presidente del Messico hanno affrontato la recente tragedia in dichiarazioni ufficiali. Inoltre, il governo federale ha deciso di inviare delle forze di polizia per controllare la sicurezza a Iguala, dopo la scoperta di sei tombe senza nome nell'insediamento di Pueblo Viejo, inclusi i resti maciullati di un giovane identificato come uno studente di un vicino quartiere industriale. Gli altri corpi non sono ancora stati identificati.

El Universal – Los Estados – Corpo frustato identificato come appartenente ad uno studente di Ayotzinapa.

28 corpi scoperti in tombe senza nome a Iguala; dei test verranno condotti per stabilirne l'identità.

Sia le organizzazioni nazionali che quelle internazionali, inclusa il Comité Cerezo, sostengono che questi attacchi, le esecuzioni extra-giudiziali e le sparizioni forzate sono tattiche che fanno parte di una più ampia campagna per sopprimere i movimenti sociali organizzati in Messico.

Sulla questione si sono pronunciati anche la Commissione per i Diritti Umani Inter-Americana, la Commissione Nazionale per i Diritti Umani, e l'Alto Commissario per i Diritti Umani dell'ufficio delle Nazioni Unite in Messico.

La Commissione Inter-Americana per i Diritti Umani, @CIDH, fa quattro raccomandazioni al Messico riguardo la scomparsa dei tirocinanti scomparsi (rapporto incluso)

L'Ufficio dell’ #ONU in Messico chiede al governo di condurre una “inchiesta scrupolosa” sui 43 studenti rapiti.

Esecuzioni extra-giudiziali e sparizione forzata; le violazioni dei diritti umani più gravi che si possano commettere.

La scomparsa di questi 43 studenti da Ayotzinapa è un triste episodio che riporta alle menti di tutti i Messicani le simili tragedie passate. I parenti degli studenti scomparsi, insieme alle organizzazioni civili, hanno organizzato una manifestazione nazionale mercoledì 8 ottobre, per chiedere solidarietà internazionale e presa di coscienza del pubblico riguardo alla difficoltà della ricerca.

Non solo le scuole, ma tutti i cittadini messicani con un briciolo di sensibilità devono denunciare la carneficina degli studenti di Ayotzinapa…

Manifestazioni nazionali sono organizzate per l'8 ottobre per gli studenti 43 scomparsi di #Ayotzinapa

Gli studenti scomparsi dalla Scuola Rurale di Ayotzinapa sono solo l'ultima aggiunta ad una lunga lista di civili scomparsi in Messico, che include le donne misteriosamente scomparse di Ciudad Juàrez [it], i lavoratori immigrati scomparsi in viaggio attraversando il Messico, e le più di 26 000 persone rapite o mancanti tra il 2006 e il 2012, durante la Guerra della droga [it].

1 commento

unisciti alla conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.