chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Venezuela: mobilitazione online contro la faziosità di un quotidiano

In Venezuela gli utenti di Twitter stanno mostrando la risposta alla censura che si sta avendo nei social media. I lettori del quotidiano Últimas Noticias [es, come i link seguenti, salvo diversa indicazione], infatti, hanno iniziato a ridicolizzare e ad indignarsi per un titolo della prima pagina del 12 gennaio con l'hashtag #TitulaComoUltimasNoticas (“fai i titoli come Úlitmas Noticias”), che è entrato nei trending topic nel giro di poche ore.

Últimas Noticias è uno dei maggiori quotidiani del Venezuela e ha fatto parte della grande vendita di mezzi di comunicazione avvenuta nell'ottobre del 2013 a favore di un acquirente sconosciuto. Da allora i lettori hanno notato un cambiamento drastico nella linea editoriale del quotidiano, soprattutto nelle questioni riguardanti il governo nazionale. Questa situazione e la censura su temi come la penuria e il rincaro dei prezzi del cibo [en] e come le proteste studentesche [en] avvenute all'inizio del 2014, hanno portato alle dimissioni per protesta di alcuni giornalisti.

È stata tuttavia la prima pagina del 12 gennaio a far indignare i lettori. Il titolo principale, infatti, sottolineava il successo della visita del Presidente Nicolás Maduro in alcune nazioni dell'OPEC al fine di stabilizzare i prezzi del petrolio, risorsa fondamentale del paese. Ai lettori è risultato difficile credere alla notizia dal momento che il prezzo del petrolio è crollato.

Lo spirito dell'hashtag #TitulaComoUltimasNoticas è quello di denunciare la faziosità politica del quotidiano attraverso nuovi titoli satirici che ironizzano, per esempio, sugli scaffali vuoti dei supermercati e sulle lunghe file che le persone devono fare per acquistare del cibo.

Altri, invece, hanno fatto battute sul prezzo del petrolio e i relativi “effetti”:  

Sotto il governo di Hugo Chávez, in Venezuela molti mezzi di comunicazione sono stati chiusi, venduti o messi a tacere, e con la presidenza di Nicolas Maduro la censura è addirittura aumentata [en]. Inoltre, secondo un analista del Comitato di Protezione dei Giornalisti, le correnti riorganizzazioni nella stampa venezuelana fanno parte di una lunga operazione di indebolimento dei mezzi di comunicazione privati. 

avvia la conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.