chiudi

Aiuta Global Voices!

Per rimanere indipendente, libera e sostenibile, la nostra comunità ha bisogno dell'aiuto di amici e di lettori come te.

Fai una donazione

Vedi tutte le lingue sopra? Traduciamo le storie di Global Voices per rendere i citizen media accessibili a tutti.

Scopri di più su Traduzione Lingua  »

Lo Yemen da scoprire con la sua letteratura: 6 autori contemporanei da leggere

M. Lynx Qualey [en, come tutti i link seguenti] presenta 6 autori yemeniti contemporanei emergenti, sulla Arabic Literature in English.

Sottolinea:

Così come ci si potrebbe aspettare da una nazione travagliata con una produzione di letteratura moderna molto bassa, non ci sono molte traduzioni in inglese di opere degli yemeniti. Nonostante ciò, ne esistono alcune, visto che parecchi autori yemeniti hanno ricevuto riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale.

Questi autori sono: Mohammad Abdul-Wali, Zaid Mutee Dammaj, Ali al-Muqri, Wajdi al-Ahdal, Nadia Alkowkabani e Shawqi Shafiq.

Qualey si è ispirata a scrivere di questi scrittori yemeniti su un articolo pubblicato sullo Yemen Times il 23 marzo 2015, intitolato “Crisi politica e rivolta della letteratura”. L'articolo menziona altri autori rinomati come Marwan Ghafory, Mohammed Algharbi Amran , Habib Sorori, Safa’a Al-Habal, Ahmed Al-Sakkaf o Samir Abdulfattah e Ramzia Al-Iryani.

Il pezzo racconta di come la crisi politica abbia coinvolto il settore editoriale e di come, d'altra parte, “ciò che sta passando la nazione dà agli autori molto di cui scrivere. In queste opere provano a riflettere su quanto sta accadendo attorno a loro.” Si prosegue dicendo: “Il continuo subbuglio politico non fa presagire nulla di buono per lo Yemen, ma se il 2014 rappresenta un segnale, le prospettive per la sua scena letteraria nazionale sono estremamente promettenti.”

1 commento

unisciti alla conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.