chiudi

Aiuta Global Voices, fai una donazione!

La nostra comunità di volontari in tutto il mondo lavora per raccontare le storie di cui i media non parlano—ma non possiamo farlo senza il tuo aiuto. Sostienici con una donazione a Global Voices!

Fai una donazione

See all those languages up there? We translate Global Voices stories to make the world's citizen media available to everyone.

Learn more about Lingua Translation  »

Un esercito di gattini all'attacco di Matteo Salvini

Le immagini che raffigurano cuccioli di animali, in particolare gattini, sono ormai tra le più condivise sui social media, tanto che ormai imbattersi quotidianamente nei loro occhi dolci appare un destino inevitabile. Per questo motivo, l’ennesima pagina facebook colpita dalla passione per i gatti potrebbe non apparire come una novità importante. Ma quello che è successo in Italia negli ultimi giorni ha qualcosa di diverso: questa volta i gattini si sono riversati in massa sulla pagina facebook di Matteo Salvini [it, come tutti i link seguenti], l’esponente di punta della Lega Nord, un partito noto per i suoi toni xenofobi e antieuropeisti. Gli organizzatori dell’iniziativa hanno però puntualizzato la loro neutralità politica.

Quello che è stato definito un “flashmob virtuale” è stato lanciato dal Progetto Kitten, un gruppo nato su Facebook pochi giorni fa, il cui obiettivo è “portare pucciosi gattini messaggeri d’amore sulle bacheche di chi se la prende troppo sul serio”. Il Progetto Kitten ha creato un evento su Facebook, in cui si chiedeva ai partecipanti – che sono stati 26 000 – di inondare la pagina Facebook di Salvini con immagini di gatti, a partire dalle 3 del pomeriggio di giovedì 7 maggio.

10441274_10153113834884846_6356993094549431627_n

La foto dell'evento creato su Facebook.

In realtà l’attività non si è limitata a quel giorno e anche tra i commenti ai post più recenti del politico leghista è facile scorgere numerosi gattini.

10441274_10153113834884846_6356993094549431627_n

Alcuni dei gattini apparsi sulla bacheca di Salvini

Nelle parole dell'ideatore della campagna, Salvini sarebbe stato scelto unicamente sulla base del suono del suo cognome, che si adatterebbe bene a quello dei “gattini”. Da qui l’hashtag e il nome con cui la campagna si è diffusa: #gattinisusalvini.

Al di là degli obiettivi dichiaratamente apolitici, dai contributi di coloro che hanno partecipato all’iniziativa del Progetto Kitten emerge chiaramente la critica ai contenuti dei discorsi e degli slogan del politico leghista.

10441274_10153113834884846_6356993094549431627_n

“Ciao Salvini, io sono un gatto meticcio”

10441274_10153113834884846_6356993094549431627_n

“Gatti rom, musicisti abusivi”

L’iniziativa ha riscosso un successo probabilmente non previsto dai suoi stessi organizzatori, ed è presto sconfinata da facebook a twitter.

10441274_10153113834884846_6356993094549431627_n

Progetto Kitten annuncia il successo dell'iniziativa su twitter

Alcuni hanno salutato il successo dell’iniziativa, che, secondo Wired, è la giusta risposta ad una politica infarcita di slogan e sempre meno credibile. La tenerezza dei gattini viene contrapposta all’odio dispensato dai politici, la risata ai discorsi contro gli stranieri e le minoranze.

I critici dell’iniziativa, ovviamente, non mancano. Alcuni hanno ad esempio osservato che il ricorso ai gattini riflette la mancanza di contenuti di coloro che hanno partecipato alla campagna per attaccare il leader della Lega Nord.

Molti sottolineano anche che tale campagna abbia giocato a favore di Salvini, aumentandone la popolarità invece di mitigarne i toni. Infatti, sebbene la prima reazione del leader della Lega Nord sia stata quella di bloccare gli utenti più attivi nella diffusione di gatti, parlando inoltre di “pulizie di primavera” sulla sua pagina Facebook, in un secondo momento ha concluso un post con un “miao”, raccogliendo tra l’altro apprezzamenti per l’autoironia.

10441274_10153113834884846_6356993094549431627_n I suoi sostenitori hanno repentinamente ideato un nuovo hashtag dal titolo #gattiniconsalvini, diffondendo immagini di Salvini attorniato dagli ormai onnipresenti gatti.10441274_10153113834884846_6356993094549431627_n È comparso anche il gatto in sella alla ruspa, un mezzo a cui Salvini fa spesso riferimento per la distruzione dei campi rom.

10441274_10153113834884846_6356993094549431627_n

Il gatto con la ruspa

Ai gattini che si facevano burle degli slogan del politico, sono quindi stati contrapposti quelli dei suoi sostenitori.

10441274_10153113834884846_6356993094549431627_n

“Il mio gatto vota Salvini”

Se l’obiettivo dell’iniziativa era quello di addolcire i toni del rissoso panorama politico italiano, probabilmente non è stato raggiunto. In compenso, i gattini, anche quando malauguratamente alla guida di una ruspa o nelle vesti di militanti politici, continuano a essere tenerissimi.

1 commento

unisciti alla conversazione

login autori login »

linee-guida

  • tutti i commenti sono moderati. non inserire lo stesso commento più di una volta, altrimenti verrà interpretato come spam.
  • ricordiamoci di rispettare gli altri. commenti contenenti termini violenti, osceni o razzisti, o attacchi personali non verranno approvati.